/static/themes-v3/default/images/default/opinion/temoignage/intro.jpg?1516194360

La vita è comunque bella anche se si soffre

Giorgia, membro Carenity e diabetica di tipo 2 parla del suo percorso e della sua esperienza con la malattia.

Ciao Giorgia, come hai scoperto di essere affetta di diabete tipo 2?

Durante un esame di controllo dal medico nel 2009. Ho fatto analisi del sangue e la malattia è stata diagnosticata. Non ho capito subito perché ero stata colpita da questa malattia perché non ho mai mangiato troppo zucchero o grasso cattivo. Non ho mai avuto problemi di colesterolo.

Qual è stata la tua reazione e quella dei tuoi cari?

Ho accettato facilmente perché all’inizio non dovevo seguire una dieta particolare. Solo dei farmaci da prendere all’ora di pranzo. Per quanto riguarda mio marito e i miei 3 figli, non hanno capito subito.

Quali sono state le principali difficoltà incontrate finora?

Tra la fine del 2011 e l’inizio del 2012, il mio diabete diventava molto importante. Ho dovuto seguire una dieta particolare. Mi sentivo sola perché la mia famiglia non capiva la mia malattia. Dopo diversi esami, la tiroide è arrivata anche nella mia vita. Nel marzo 2013, dopo delle discussioni con il mio medico e la mia diabetologa, ho cominciato a prendre l’insulina. L’ho accettato molto bene e ho cominciato anche una dieta drastica. Ho perso 27 chili.

Quale messaggio o consigli vuoi dare alle personne affette da diabete tipo 2?

Se i vostri familiari non capiscono questa malattia, non è grave. Lasciate perdere. Non restate chiusi in casa. Uscite a fare una passeggiata o per vedere amici. Vedrete che non siete i soli diabetici nel mondo.

Sei registrata su Carenity dal 2014, cosa ti apporta Carenity nella vita quotidiana?

Carenity mi permette di vedere che non siamo soli di fronte alla malattia. E che ci sono delle malattie purtroppo peggiori nel nostro paese. Mi permette di vedere che siamo ragionevolmente informati per quanto riguarda il diabete rispetto ad altre patologie.

Vuoi trasmettere un messaggio finale ai membri?

Non è facile condividere dei consigli, penso che la vita è comunque bella malgrado le sofferenze. Bisogna ricordarsi che la medicina ha fatto passi da gigante da allora. E poi incoraggio tutti a stare attenti all’alimentazione e a fare attività fische, camminare o altri esercizi il più spesso possibile !

Auguro a tutti buona fortuna e ringrazio Carenity per il lavoro effettuato per noi tutti.

avatar
il 27/03/18

si la vita è bella e non bisogna dimenticarsene

avatar
il 29/03/18

Brava Giorgia,la vita è bella comunque,a mè il diabete 2 mi ha cambiato la vita in meglio,faccio attività fisica mentre prima ero un divanista.Tanti auguri.