/static/themes-v3/default/images/default/opinion/temoignage/intro.jpg?1516194360

Convivere con il disturbo bipolare dall'età di 17 anni

Scoprite la storia di Liofante, 61 anni, membro Carenity che vive con il disturbo bipolare dall'età di 17 anni. 

Ciao Liofante, potresti presentarti in poche righe?

Ho 61 anni, ho il disturbo bipolare dall'età di 17 anni quando ho avuto un'attacco maniacale al quale e' succeduta una lunga depressione. 40 anni fa non era cosi' conosciuto il disturbo bipolare e ho avuto varie diagnosi diverse.

Come hai scoperto di essere affetta dalla tua patologia?

Ho capito da solo che ero affetto da questo disturbo, in seguito i miei psichiatri hanno confermato la mia diagnosi. Io ho avuto 3 attacchi maniacali maggiori nella mia vita per lungo tempo sono stato equilibrato con i farmaci (litium) ma ho avuto anche lunghi periodi di depressione.

Quali sono state le maggiori difficoltà che hai incontrato finora?

Ho tentato il suicidio 3 volte (coi farmaci). Ho perso la capacità di concentrarmi e non ho fatto l'Università. Ho lavorato ma ho fatto molti lavori diversi. L'ultimo attacco maniacale mi ha lasciato un handicap e non mi sento del tutto tornato alla normalità.

Sei soddisfatto del tuo trattamento attuale ? Che trattamento segui?

Oggi sono seguito da uno psichiatra e da una psicologa e prendo diverse medicine. Ho da 20 anni il diabete che la mia psichiatra di allora considero' un'effetto del disturbo bipolare. Oggi ho anche problemi ai reni come conseguenza della lunga cura col litium.

Che cosa ti apporta la nostra piattaforma ogni giorno?

Ho cercato un forum sui problemi del disturbo bipolare per poter confrontarmi con altri che vivono i miei stessi problemi. La fantasia di morte (suicidio) compare qualche volta e su questo tema mi interessa particolarmente parlare.

Qual è la funzionalità del sito Carenity che utilizzi maggiormente?

Sono nuovo sul sito e non so come utilizzarlo, non ho trovato persone con cui parlare e non ho trovato discussioni alle quali partecipare. Manca una pagina (home) del sito dalla quale accedere alle varie funzioni. Frequento il sito "the last schip" dove funziona una chat e un forum ma è frequentato prevalentemente da giovanissimi e cerco un sito con utenti piu' maturi.

Quale messaggio vuoi dare ai nostri lettori e agli altri membri?

Non ho un messaggio particolare per gli altri membri. La vita col disturbo è dura ma ho avuto anche momenti positivi e felici nella mia vita. Vivo in una comunità terapeutica insieme ad altri disturbati psichiatrici, la convivenza non è facile e soffro molto la solitudine. Non ho amici e non ho una compagna. Sono separato due volte e ho due figli. Mia moglie mi ha lasciato a causa del disturbo, ha avuto paura. Vivo in Israele da 34 anni ma mi sento italiano e l'italiano è la mia lingua madre.

Grazie mille della tua testimonianza Liofante

avatar
il 29/08/18

Ciao liofante io sono qui perché ho un figlio a cui è appena stata fatta la diagnosi di disturbo bipolare. Sono pienamente di paure riguardo al suo futuro. Potrà stare bene? TuCome hai vissuto finora ? Ti ringrazio se vorrai rispondermi 

avatar
il 18/09/18

Salve, sono Monica, anni 57 appena compiti, soffro di disturbo bipolare dal 2015, causa assunzione farmaci COPAXONE. mI CURO CON LITHIUM 300. MA ridurro la dose a 150, nuovo farmaco da assumere una volta al giorno. 3703514352. Saluto il Signore da Istraele, un posto che vorrei visitare, asieme a Beirut. Saluti a tutti, e buona gornata

avatar
il 24/09/18

Carissimo, ti ringrazio per la tua testimonianza. Io sto cercando di gestire la patologia senza farmaci proprio per non compromettere reni e tutto il resto. Forse ho una forma leggera in quanto, anche se ho dei picchi di tristezza inconsolabile in cui mi immagino un futuro agghiacciante, non ho mai pensato realmente al suicidio. Anche se mi preoccupa molto come vivrò in un futuro, specie se senza compagno come ora e sola e senza famiglia.

La mia paura più grande è che l'attuale tristezza duri per sempre, anche se l'unico lato positivo del bipolarismo è il fatto che appunto si passa da un polo all'altro. Quindi prima o poi la tristezza svanirà. Ma ultimamente dura da più di un mese mentre solitamente dopo una ventina di giorni mi arriva la fase " up" di circa 5/7 gg, seguita dalla fase "normale". Poi di nuovo down e via così.

Non so se questa sindrome mi sia venuto a seguito di un esaurimento  nervoso o se io lo sia sempre stata.

Buona giornata

Ilaria

avatar
il 29/10/18

ciao sono Carlo ciao Liofante il 22 nov compio 62 anni. Ildisturbo bi-polare l'ho dal 1976, direi da abbastanza. Ero al primo anno di università a Venezia la Ca' Foscari che, con un po' di calma, sono riuscito a terminare nel 1982. Il disturbo è coinciso con la grande paura che ho preso il 6 maggio 1976 a CAUSA del terremoto del Friuli che a Venezia abbiamo avvertito in maniera piuttosto forte. Dopo quello che è successo invece di seguire le lezioni e gli esami universitari ho ritenuto di dare una mano come volontario per la raccolta di fondi; A Firenze ho conosciuto Marco Pannella che mi ha veramente stregato. Ho pensato troppo a questa "spedizione" ho dormito molto poco in tenda e infine son0.Scoppiato.Mia zia, ero orfano di madre persa nel 1967 quando  avevo solo 11 anni, sorella di mia mamma mi ha seguito amorevolmente, forse anche troppo e cosi con la nonna ancora viva , sono rimasto a Venezia   mentre papa'e mio  fratello erano a Trieste. Papa soffriva dl disturbo ma forte e fu anche da Basaglia. Mio fratello si divertiva un mondo nella citta' di SanGiusto consegnava fiori con la sua topolino aperta, amici, amiche,lavorava nel campeggio di Monfalcone e...……...avete capito….figlio dell'ammiraglio di marina, piacente, intelligente faceva la bella vita ma progressivamente fu influenzato da questa malattia   sicuramente  bubbone di famiglia.

Angelo cominciò a non star bene e ando' a fare il militare il periodo del colera. Dopo un anno senza infamia e senza lode la grande mia zia in tutti i sensi, ora è a casa mia ed a 91 anni, trovo' a Milano lavoro a mio fratello e mio fratello comincio' a vivere una vita autonoma ,guadagnava e il fine settimana veniva a Venezia per vedere me che continuavo   SU E GIU' COME UN PENDOLO. Conobbe a Venezia ben 40 anni fa una bravissima ragazza e si innamorarono scegliendo di convivere. Il mio caro Angelo compirà 70 anni a Febbraio ovviamente è in pensione alterna periodi di su con periodi di forte depressione e..MI DISPIACE MOLTO…..so pero' che mio fratello è in buone mani,ha una discreta pensione la sua compagna sta lavorando, hanno terra da coltivare e due sorelle solidali anche con i problemi del mio caro fratellone.

Ilsottoscritto sta bene e ……….vorrebbe fare di più….ma attenti ragazzi chi pensa di stare bene deve pensare il possibile dopo che non puo' sempre essere positivo, appagante….carissima ti esorto a reagire e liberarti di ogni segreto, di ogni bubbone ricordando che la vita è una COSA MERAVIGLIOSA, UN DONO DI DIO CHE NON POSSIAMO,NON DOBBIAMO DEPAUPERARE………….BUONO A VOI E MI FACCIO GLI AUGURI DI SAN CARLO IL 4 NOVEMBRE E IL 22 NOVEMBRE MY BIR.THDAY

avatar
il 09/11/18

sONO Ancora io Carlo e siamo all'8 di novembre...forse si resta di più a casa e chi lavora esce meno e si impegna di più. Potrei suggerire a tutti di leggere, ascoltare musica, ridere rider tanto, quindi in buona compagnia. Non c'è bisogno di avere tanti soldi ma un gruppo solidale, che potremmo definire un gruppo di AUTO-AIUTO, ci si trova nelle case, si gioca a scArabeo, monopoly, nn direi giochi di ruolo,scacchi, dama e...una bella tombolata con musica ma non ad alto volume...tipo le festine di una volta.

E i pensieri autodistruttivi, per piacere lasciateli  isolateli non li prendete in esame...tanto se vi riesce non potrete più leggervi e meriterete una NUOVA VITA?...PECHE'DOVREBBE ESSERE COSI' PER VOI………….INSOMMA COALIZZIAMOCI amicizia-amore-condivisione-approccio e discussione e alla fine della serata...mai troppo tardi…………………………….una camomilla tutti assieme oppure un latte caldo con il miele……...e infinitamente a letto, cari amici/amiche VI VOGLIO BENE. CARLO DA PD

avatar
il 10/11/18

Sono arrivato ad un punto estremo ..di non ritorno :( Dopo decenni di sbalzi di umore tamponati dai farmaci in modo lieve (farmaci presi sempre con sospetto) , ora sono arrivato ad un punto che non riesco più a risalire ..profondo stato depressivo anche reattivo verso una esistenza piena di eventi negativi . Sono sfinito e senza capacità di reazione e consapevolezza dello stato in cui sto .. Ho lavorato malissimo negli ultimi 6 anni perdendo risorse e "sicurezze" e all'età di 63 anni la vedo tragica . Aspetto stupidamente le mie fasi up che non fanno altro che massacrarmi e riportarmi ai problemi irrisolti . Ora sono costantemente perseguitato da un delirio di rovina che viene rafforzato dalla gravità economica in cui verso . Ho distrutto un patrimonio senza accorgermene , tentando di correggere sbagli nel lavoro (negozio) inutilmente . Nelle fasi up ho avuto l'impressione di riagguantare la vita ma è stata una illusione . Odio il degrado e impaurito del peggio mi sono paralizzato . Come si fa a non accorgersi della deriva e soccombere ad una depressione irrazionale ? Spero di controllare i miei impulsi autodistruttivi ,ma la condizione di "fallito" non riesco ad accettarla e mi sta distruggendo . Non ho mai perso il controllo anche nelle fasi up ,ma non ho avuto la consapevolezza dello stile di vita che facevo e la superficialità ed illusione che mi servivano a sopravvivere al malessere non hanno fatto altro che procrastinare l'impegno verso le difficoltà della via . L'autostima annientata dalla mancanza di speranze  non aiuta    e la vedo dura da superare . I tentativi di curarmi secondo  i vari farmaci prescritti da più psichiatri non mi hanno stabilizzato mai come dovevano . Penso che le vicende negative della vita hanno fatto il tutto ..non mi hanno dato la forza e la serenità dovute ed ora sono disperato . Spero che passi questa depressione devastante e possa avere un po di lucidità per controllare l'angoscia della rovina (economica e personale) . Non so più che fare .. ma il senso autodistruttivo è pericolosamente in agguato ed la mia ostinata forza a resistere reggerà?

buona vita a tutti