flag it
flag fr flag en flag es flag de flag us
https://www.carenity.it/static/themes-v3/default/images/it/header/tumore-del-seno.jpg

Pazienti Tumore del seno

4 risposte

70 visualizzazioni

Tema della discussione


anonymous avatar Membro Carenity
Pubblicato il

Ho scoperto di recente di essere affetta da Linfoma non Hodgkin. Tutto è successo due mesi fa per un forte dolore alla schiena che il medico di base liquidava come contrattura, il dolore continuava e allora ho fatto rx toracica ma il radiologo, che ho pagato, ha negato qualsiasi trauma alla vertebre dove accusavo il dolore.

Allora un altro medico mi ha consigliato di fare un eco addome e da lì la tragedia, non si capiva cosa c'era nella mia pancia.

Sono andata al pronto soccorso e mi hanno fatto rx torace diagnosi: frattura vertebra D7; mi hanno fatto tac con contrasto addome, diagnosi: rene e vescica non funzionanti causa pressione linfonodi ingrossati, linfoma di 6,5 nel mesentere, mila ingrossata di quasi 20 cm.

Ho fatto biopsia e ho avuto la diagnosi di Linfoma non Hodgkin, e mi ha messo uno stent nell'uretere per cercare il salvarmi il rene.

Intanto ho infezioni alle cicatrici dove mi hanno fatto la laparoscopia e devo mettere il busto per la frattura.

Ieri sono stata dall'oncologo che mi ha visitato e ha riscontrato linfonodi ingrossati ascellari e infezione al capezzolo.

Devo intraprendere una lunga serie di analisi, incluso il midollo spinale e riparare gli organi compromessi oltre a vedere se nel resto del corpo abbia subito qualche altro danno.

Il cammino è faticoso, l'oncologo ritiene che debba rifare la biopsia perchè è stata fatto sul linfoma del mesentere che ha dato esito di linfoma non aggressivo, ma lui ritiene invece che sia aggressivo perchè le cellule pleonastiche sono risultate positive al 50%.

Insomma un inferno da affrontare e sono molto avvilita

Inizio della discussione - 07/03/18

Scoperta della malttia

anonymous avatar Membro Carenity • Animatore della community
Pubblicato il
Buon consigliere

Ciao @pseudonimo nascosto‍ e benvenuta sulla nostra piattaforma. Spero che qui potrai trovare conforto e sollievo. Ti ringrazio della tua testimonianza. Qualcuno vuole condividere la sia esperienza con noi? 

Grazie in anticipo. 

 

Scoperta della malttia
1
anonymous avatar Membro Carenity
Pubblicato il

Ciao Lusinda, io ti consiglio, prima di intraprendere la terapia che ti dirà il tuo oncologo, di fare una visita per una consulenza anche presso il dott. Giuseppe Di Bella a Bologna o presso un dei suoi medici prescrittori sparsi in tutta Italia. Chemio e radio, oltre a non assicurare la guarigione, hanno effetti collaterali devastanti: io avevo un linfoma nh allo stomaco, di I grado, e non ho ascoltato l'ematologo, ma ho scelto la cura Di Bella, ideale x i linfomi e in sei mesi era sparito.

Auguri e non avvilirti: informati e leggi le testimonianze su metododibella.org.

Anch'io ho fatto l'esame del midollo: è un po' doloroso, ma dura pochi secondi.

Buona notte

Scoperta della malttia

anonymous avatar Membro Carenity
Pubblicato il

Grazie Davide per il consiglio, ci penserò.

Intanto lunedì faccio la Pet per vedere l'entità della malattia e stabilire la stadiazione.

Il problema non è la cura ma gli organi che sono stati compromessi ed io mi chiedo che qualità di vita devo aspettarmi, già adesso ho messo di lavorare e giro per casa col busto come uno zombie, incapace di poter fare le cose più elementari, perchè purtroppo la frattura mi prende le braccia e se forzo mi spara il dolore.

L'oncologo pensa di cementarmi la vertebra, cioè fare una citoplastica, e spero si faccia al più presto per poter riprendere a vivere nella normalità.

Buona giornata

Scoperta della malttia
1
anonymous avatar Membro Carenity
Pubblicato il

Vi aggiorno in base alle indagini diagnostiche svolte:

Lo stadio della mia malattia è a livello IV, è stato compromesso il midollo osseo e ho oltre la vertebra altre metastasi ossee.

Ho linfonodi ingrossati sopra e sotto il diaframma, e cioè dal collo all'inguine, una massa molto consistente a destra che si pensava premesse sul rene destro, ma con l'eco si è visto che il rene sta bene.

Oltre tutte le altre patologie riportate nella precedente discussione.

Il quadro clinico è deprimente, stanno cercando di porre riparo agli organi coinvolti e poi passeranno alla chemio pesante per cercare di ridurre la massa e guarire il midollo.

Sono passata dall'essere sconvolta alla rassegnazione, fino all'accettazione, può la vita di una persona cambiare in poco meno di due mesi?

Buona domenica

icon cross

Questo tema ti interessa?

Raggiungi i 69 000 pazienti iscritti sulla piattaforma, ottieni informazioni sulla tua malattia
o quella del tuo parente e condividi con la comunità

Unisciti

È gratis e anonimo