«
»

Top

Disturbo borderline della personalità: “Dietro il mio sorriso si nasconde una sofferenza terribile.”

Pubblicata il 1 lug 2020 • Da Candice Salomé

Shiva14122019, membro della piattaforma Carenity Francia, ha voluto testimoniare. Soffre di un disturbo di personalità borderline*. L'origine della sua malattia risale alla sua infanzia, di cui ci parla a lungo. Ci racconta anche la sua lotta quotidiana contro il suo disturbo.

*Il disturbo di personalità borderline è caratterizzato da un modello onnipresente di instabilità nelle relazioni, nell'immagine di sé, negli stati d'animo, nel comportamento e nell'ipersensibilità alla possibilità di rifiuto e di abbandono.

Disturbo borderline della personalità: “Dietro il mio sorriso si nasconde una sofferenza terribile.”

Buongiorno @shiva14122019, stai vivendo con un disturbo di personalità borderline e hai voluto testimoniare.
Prima di tutto, potresti dirci qualcosa di più su di te (Chi sei? Cosa ti piace nella vita? La tua situazione professionale e familiare?) ?

Ciao, mi chiamo Damien, ho 38 anni, sono sposato dal dicembre 2019 e ho due bellissimi figli (una figlia di 25 anni e un figlio di 15 anni, figli di mia moglie). Ho praticato le arti marziali per molto tempo. Purtroppo ho dovuto fermarmi più volte a causa dei miei ricoveri, e da 2 anni ho smesso completamente a causa della mia situazione personale. La mia ambizione è quella di riprendere lo sport nel settembre. Mi piace leggere, ascoltare musica (soprattutto musica degli anni '70 e '80) e guidare.
Ho dovuto smettere di lavorare nel marzo 2020 a seguito di un grande burn-out associato a una grande depressione. Attualmente sto seguendo corsi di diritto a distanza per poter esercitare la professione di giurista d'impresa.

Il disturbo di personalità borderline è difficile da gestire? Come si manifesta la malattia nella vita quotidiana?

Per colpa della mia malattia, anche se amo mia moglie e mio figliastro (che vive con noi) e non ci manca nulla, sono spesso triste, ma non lo dimostro.
Soffro molto di insonnia. Quando capita, fisso il soffitto e il mio cervello pensa (non fa nient'altro) o guardo documentari di ogni tipo.

Ci sono ferite che non guariranno mai, domande alle quali non avrò mai risposte. È chiaro che tutti noi abbiamo il nostro passato con i suoi alti e bassi. Quindi lamentarsi o dire che siamo infelici non cambierebbe nulla se non il disgusto per noi stessi. Mi è successo molte volte nel passato.

A volte sono così infelice che soffoco, urlo e mi rinchiudo.

La mia vita familiare ne soffre, ma l'amore e la pazienza dei miei cari, il loro sostegno e l'ascolto di mia moglie mi tranquillizzano e mi aiutano.

Assumi un trattamento per il tuo disturbo della personalità borderline? Vedi uno psicologo o uno psichiatra?

Attualmente sto seguendo un trattamento a base di Depakine 500, Largactil e Alprazolam. Si tratta di un nuovo trattamento che ho iniziato all'inizio di marzo con un cambio di farmaco e l'adattamento delle dosi in un follow-up regolare con il mio psichiatra con il quale parlo al telefono una volta alla settimana. Il mio trattamento sta avendo un leggero effetto, ma aumenteremo il Depakine 500 nelle prossime settimane. Ho già aumentato (con il consenso del mio psichiatra) il Largactil.

Al momento non riesco a gestire bene le mie emozioni e sono un po' instabile perché non mi sento bene interiormente. Il mio psichiatra mi ha detto che la situazione sarebbe migliorata, ma che ci sarebbe voluto del tempo. Nonostante questo, so che la mia terapia mi sta facendo bene.

Non vedo uno psicologo solo perché ho una vita familiare molto impegnata. Sono d'accordo a parlare con il mio psichiatra di come mi sento e di cosa mi passa per la testa. Ma non sono una persona a cui piace molto parlare. È abbastanza doloroso per me e mi fa psicoanalizzare ancora di più.
Recentemente, mia moglie mi ha fatto capire che ho un disturbo ossessivo-compulsivo. Se non lo faccio, mi sento male e mi arrabbio. Me ne sono reso conto, ma non ne parlo mai, perché è una cosa che non accetto.

Sai da dove vengono questi problemi? Qual è la loro origine?

Da bambino ero completamente sordo. Ho superato le elementari leggendo le labbra perché nessuno, né i miei genitori né i miei fratelli, si erano accorti che ero sordo. È stata la mia insegnante a identificare il problema. Quando è nata la mia sorellina, 9 mesi dopo aver detto ai miei genitori che ero sordo, sono stato collocato a più di 250 km da casa e non ho visto la mia famiglia per più di un mese.

Ho vissuto di casa in casa dagli 8 ai 18 anni e sono stato picchiato per tutta la mia giovinezza dai miei genitori e dai miei fratelli. Quando ho compiuto 18 anni, ho scoperto che i miei genitori avevano firmato alle mie spalle una liberatoria in cui dicevano che sarei rimasto in affidamento fino a 21 anni, ma l'ho strappata.
Poi sono tornato a casa dai miei genitori. In quel momento, mio padre mi strangolò e mi gettò su delle sbarre di ferro. Ho chiamato la mia assistente sociale che mi ha trovato uno studio in 15 giorni. Certo, era fatiscente, ma finalmente ero a casa mia.

Ho una figlia che oggi deve avere 19 anni, ma non la conosco. Sua madre, quando era incinta, mi ha lasciato. Mi ha appena chiamato e mi ha detto che "non conoscerò mai mia figlia". Ero giovane con un passato molto doloroso.

Questo è il motivo del mio primo tentativo di suicidio. Mi sono svegliato 3 settimane dopo in ospedale, in terapia intensiva, legato alle caviglie e ai polsi e collegato ovunque!

I medici mi hanno detto che mia madre era venuta a trovarmi solo per 15 minuti e mio padre aveva detto loro che sarebbe stato meglio se non mi fossi svegliato.

Da allora, sono stato in coma altre due volte per una settimana. Sono entrato e uscito molto dall'ospedale, ho fatto molte cure e ho fatto molti nuovi tentativi di suicidio.

Ho anche perso tutto e ho dormito molte volte per strada (cumulativamente, ho passato 3 anni in strada). Ho finito con il bere e ho preso droga (soprattutto cannabis, fumavo 25 canne al giorno).

Quando è stato diagnosticato il tuo disturbo di personalità borderline?

Il mio disturbo di personalità borderline è stato effettivamente diagnosticato nel 2012, quando sono stato ricoverato l'ultima volta per l'ennesimo tentativo di suicidio. Questa diagnosi mi ha sconvolto. I medici mi hanno detto che era dovuto a traumi infantili. Mi hanno anche detto che sarei borderline per tutta la vita, il che mi ha fatto arrabbiare molto.

Soffri di altre condizioni oltre al tuo disturbo della personalità borderline?

Oltre al mio disturbo di personalità borderline, ho molte altre patologie: compressione delle vertebre, problemi di artrite al ginocchio, dolicocolon (colon troppo lungo, che causa occlusioni intestinali). Ho avuto un infarto mesenterico superiore a 26 anni e una pancreatite acuta. Ho una sordità avanzata e un tumore all'orecchio destro. Ma io sono vivo, respiro e sono circondato dai miei cari, e questa è la cosa principale.

Non accetto ancora la mia malattia e non so se l'accetterò un giorno. Ma so che devo lottare per i miei cari.

Sei sostenuto dai tuoi cari?

Mia moglie è molto presente e mi ascolta. Mi sostiene molto. Ma nonostante tutto il suo amore, non capisce la mia malattia, e questo mi spaventa e mi fa sentire molto colpevole. Parlo raramente del mio disturbo e dei miei sentimenti perché mi assicuro di prendermi cura dei miei cari, di essere lì per loro, di ascoltarli, di sostenerli e di farli vivere. Dietro il mio sorriso e la mia "gioia di vivere" si nasconde una sofferenza terribile.

Quale consiglio daresti ai membri che soffrono anche di disturbo di personalità borderline?

Quello che posso consigliare ai membri borderline e anche a tutti quelli che mi leggeranno, è di non sentirsi mai in colpa per la propria malattia o per il proprio passato, anche se avete fatto degli errori. È alle tue spalle e ormai puoi solo andare avanti. Coraggio, la vita è bella, anche se a volte è molto dura! Soprattutto, sii te stesso! Spesso dico che non si può cambiare, ma evolvere!
Se qualcuno vuole farti cambiare, è perché non vede in te la bella persona che sei. Qualunque sia la malattia che abbiamo, siamo umani con le nostre qualità e i nostri difetti, e abbiamo anche il diritto alla felicità!
Coraggio a tutti voi, e grazie per aver trovato il tempo di leggermi!

Grazie mille a Shiva14122019 per aver accettato di testimoniare su Carenity.

Secondo voi, qual è la causa del vostro disturbo di personalità borderline? Quali sono i segni della malattia nella vostra vita quotidiana?

Non esitate a parlarne nei commenti, siamo qui per sostenerci!

Forza a tutte e tutti!

avatar Candice Salomé

Autore: Candice Salomé, Redattrice di Salute

Creatrice di contenuti presso Carenity, Candice è specializzata nella scrittura di articoli sulla salute. Ha un interesse particolare nei campi della psicologia, del benessere e dello sport. 

Candice ha... >> Per saperne di più

1 commento


antonstella
il 02/07/20

Buongiorno

grazie a Candice Salomè per aver affrontato una tematica "pesante" . Le malattie della mente fanno paura fondamentalmente perchè non si conoscono, quindi ben vengano questi articoli che possono servire a superare i pregiudizi e lo stigma. La malattia non è una colpa, nessuno sceglie di ammalarsi nè di cosa ammalarsi!

La testimonianza di chi ne soffre poi è molto utile. Grazie Damien

Io sono mamma di un ragazzo della Sua  età che soffre anche lui del disturbo di personalità "borderline", sono anche presidente e co-fondatrice di una associazione di utenti e familiari per la promozione della salute mentale. Noi lottiamo quotidianamente contro chi tende ad emarginare le persone a causa dei loro disturbi.

Grazie

Antonella

Ti piacerà anche

Come sostenere un parente affetto da una malattia mentale ?

Disturbo borderline di personalità

Come sostenere un parente affetto da una malattia mentale ?

Leggi l’articolo
Dormire solo 6 ore porta ansia e depressione

Disturbo borderline di personalità

Dormire solo 6 ore porta ansia e depressione

Leggi l’articolo
La depressione nel 2030 sarà la malattia più diffusa nel mondo

Disturbo borderline di personalità

La depressione nel 2030 sarà la malattia più diffusa nel mondo

Leggi l’articolo
Depressione: il sintomo di cui nessuno parla mai viralizzato su Twitter

Disturbo borderline di personalità

Depressione: il sintomo di cui nessuno parla mai viralizzato su Twitter

Leggi l’articolo