«
»

Top

Granita di Mandorle

12 lug 2019 • 2 commenti

Granita di Mandorle

Categoria : Con poco sale

Tipo : Dessert

Difficoltà : Intermedia

Preparazione : 50 minuti

Tempo di cottura : 0 minuto

Costo : Economica

Ingredienti 4 Numero participanti

1 panetto di mandorle

Acqua Q.B

Ghiaccio Q.B

Zucchero ( 20 Gr.)  Opzione

4 Brioche col Tuppo 

Preparazione

La granita di mandorle è un dolce estivo tipico della tradizione siciliana, ma conosciuto e apprezzato in tutta Italia: le più famose sono quelle di Catania e Messina. Nella nostra ricetta abbiamo utilizzato il panetto di pasta di mandorle e l'acqua, ma potete prepararla anche con mandorle pelate, zucchero e acqua: nel primo caso si otterrà un composto più liscio, veloce e gustoso, mentre con le mandorle il composto potrebbe risultare meno liscio, anche se molto profumato. La preparazione è in ogni caso facilissima, sia con che senza gelatiera. Una volta pronta, potrete gustare la vostra granita alle mandorle per la colazione o la merenda, da sola, oppure accompagnata da una brioche con il tuppo, soffice e calda. Ma ecco come preparare una granita alle mandorle cremosa e dissetante per le calde giornate estive.

Come preparare la granita di mandorle con e senza gelatiera

Preparate la pasta di mandorle qualche ora prima, inseritela nel frullatore con l'acqua. Mescolate prima con una spatola e poi azionate il mixer, prima lentamente e poi aumentando la velocità, fino ad ottenere un composto omogeneo. Filtrate il composto con un colino a maglie strette e trasferite il composto liquido in una ciotola di vetro, coprite con pellicola trasparente e mettete in freezer per un'ora. Mescolate poi con una frusta ogni 30 minuti, per rompere i cristalli di ghiaccio, fino a quando la granita non avrà raggiunto la giusta cremosità: occorreranno circa 4 ore. La vostra granita alle mandorle è pronta per essere servita.

Se utilizzate la gelatiera, lasciate sempre riposare il composto in freezer per un'ora, versatelo nella gelatiera e azionate la macchina per circa 40 minuti, o seguendo le istruzioni della vostra gelatiera.

 

Commenti/consigli

Se preferite una granita più dolce, potete aggiungere 20 gr di zucchero prima di frullare gli ingredienti.

Dopo averla conservata in freezer, frullate la granita di mandorle nel mixer per qualche minuto, prima di servirla.

Potete servire la granita alle mandorle con lamelle di mandorla in superficie.

Se lasciate la granita di  mandole tutta la notte in freezer, rompete i cristalli con una spatola, così da mantenerla cremosa.

Varianti
Nella nostra ricetta abbiamo preparato la granita alle mandorla con panetto di pasta di mandorle. In alternativa potete preparare la granita alle mandorle con mandorle intere: mettete 250 gr di mandorle pelate nel mixer a velocità alta per alcuni secondi. Le mandorle rilasceranno il loro olio e si formerà così un panetto grezzo. Unitelo all'acqua all'interno del frullatore e frullate fino ad amalgamare i due composti. Versate il tutto in un contenitore con coperchio e mettete in freezer, mescolando di tanto in tanto, fino ad ottenere la giusta cremosità. In alternativa versate il composto nella gelatiera e azionatela per mezz'ora.

Conservazione
Potete conservare la granita di mandorle in freezer per un mese all'interno di un contenitore ermetico. Tiratela fuori dal congelatore almeno mezz'ora prima di gustarla.

Commenti

avatar
il 17/08/19

Grazie Eureka , se mi dai anche la ricetta delle brioches con il tuppo, una domenica a colazione provo a portare la Sicilia a Milano 😉

avatar
il 18/08/19

Brioche col Tuppo

una delle più famose e conosciute specialità siciliane. Morbidissimo panetto lievitato che si mangia a colazione

PER L'IMPASTO
• 500 g di farina forte (tipo manitoba)
• 1 bustina di lievito di birra disidratato (7 g)
• 90 g di zucchero semolato
• 2 uova
• 1 tuorlo
• 160 ml di latte intero
• 80 g di burro morbido
• 1 cucchiaio di miele
• la scorza di 1 arancia grattugiata
• la scorza di 1 limone grattugiata
• 1 cucchiaio di rum
• sale
PER LUCIDARE
• 1 tuorlo
• 1 cucchiaio di latte

Per realizzare le brioche col tuppo iniziate a raccogliere, nella ciotola della planetaria, la farina, il lievito, il latte appena tiepido, le uova, il tuorlo, lo zucchero, il rum, la scorza di agrumi grattugiata e il miele. Iniziate ad impastare con il gancio k fino ad amalgamare, poi montate il gancio a uncino e impastate per 15 minuti unendo il burro morbido un pezzetto alla volta, aspettando che ogni pezzetto sia stato ben incorporato prima di unirne altro. Aggiungete verso la fine anche il sale. Quando avrete ottenuto una massa liscia, elastica e ben incordata ponetela all'interno di una ciotola e copritela con la pellicola alimentare. Fate lievitare fino al raddoppio (circa 4 ore). Ovviamente tutte le operazioni descritte si possono compiere impastando a mano.

Quando l'impasto sarà lievitato rovesciatelo su una spianatoia infarinata e suddividetelo in pezzetti da 80 g e altrettanti da 15 g. Prelevate i pezzetti più grandi e lavorateli, uno alla volta, tra le mani facendoli ruotare su loro stessi (pirlatura) in modo da formare delle palline.

Appiattitele leggermente e disponetele, opportunamente distanziate, su due teglie foderate di carta forno. Formate allo stesso modo le palline più piccole e posizionatele al centro di quelle più grandi dove avrete formato un incavo abbastanza profondo con le dita. Coprite con un canovaccio umido e fate lievitare per 1 ora e 30. Trascorso questo tempo spennellate le brioche con la miscela di latte e tuorlo sbattuti.
 
Cuocetele nel forno già caldo a 180° per 20 minuti fino a quando la superficie avrà assunto un colore lucido e dorato. Sfornate le brioche col tuppo e lasciatele raffreddare prima di servirle.

              

Ti piacerà anche

Vedi la ricetta
Vedi la ricetta
torta di patate

torta di patate

Vedi la ricetta