«
»

Top

La menopausa e i suoi sintomi, come trattarli per viverla bene?

Pubblicata il 21 dic 2021 • Da Claudia Lima

La menopausa non è una malattia. Questo fenomeno naturale colpisce comunque la qualità della vita delle donne. I sintomi variano in intensità e durata e possono essere temporanei o duraturi. 

Per rimediare a questo, esistono dei trattamenti, ma non senza rischi! 

Quali sono questi trattamenti? Possiamo fare a meno di loro? Ci sono alternative naturali? 

Se volete delle risposte, leggete il nostro articolo!

La menopausa e i suoi sintomi, come trattarli per viverla bene?

Cos'è la menopausa? 

La menopausa è un processo fisiologico naturale che corrisponde alla cessazione delle funzioni ovariche nelle donne. È caratterizzata dalla cessazione definitiva dell'ovulazione e dei cicli mestruali, dovuta all'esaurimento delle scorte di ovociti e all'interruzione della secrezione di ormoni sessuali da parte delle ovaie, cioè estrogeni e progesterone. 

Per la maggior parte delle donne, la menopausa si verifica intorno ai 50 anni. Tuttavia, può verificarsi precocemente, tardivamente o in modo indotto. 

Quali sono i sintomi della menopausa? 

Questi sintomi sperimentati dalle donne sono anche chiamati disturbi climaterici (tutti i sintomi legati alla menopausa). Ogni donna li sperimenta in modo diverso e non tutti i sintomi sono obbligatori. Ecco i più comuni: 

  • Vampate di calore o rossore, a volte accompagnate da rossore del viso, aumento della frequenza cardiaca, sudorazione eccessiva, brividi, tremore e vertigini, 
  • Cambiamenti nel ciclo mestruale, con mestruazioni irregolari e più leggere o più pesanti, 
  • Disturbi del sonno, con insonnia e disturbi dell'attenzione e della memoria, 
  • I disturbi dell'umore, i cambiamenti ormonali e i disturbi del sonno portano a sbalzi d'umore, ansia e irritabilità, a volte con episodi depressivi, 
  • La secchezza vaginale, dovuta alla cessazione della produzione di estrogeni da parte delle ovaie, provoca una diminuzione della lubrificazione vaginale, una modifica delle pareti vaginali, con un impatto sulla vita sessuale e una diminuzione del desiderio, 
  • Disturbi urinari, il perineo può essere colpito se c'è una perdita di tono, con conseguente incontinenza urinaria. 

Esistono molti altri sintomi come stanchezza, mal di testa, dolori muscolari e articolari, aumento di peso, pelle e capelli secchi, ecc. 

Una delle gravi complicazioni della menopausa è l'osteoporosi. Infatti, il rischio di demineralizzazione dell'osso è maggiore. 

Inoltre, il rischio di malattie cardiovascolari aumenta

Diversi trattamenti sono utilizzati per alleviare questi sintomi fino a quando scompaiono e il corpo si abitua a questa transizione. 

Come trattare la menopausa? 

All'inizio della menopausa, i sintomi variano e per alcune donne il trattamento non è necessario. Ogni donna dovrebbe ricevere un'assistenza completa. Inoltre, qualsiasi condizione medica sottostante dovrebbe essere esclusa prima di prescrivere il trattamento.

Il primo approccio è quello di dare consigli igienici e dietetici come smettere di fumare, moderare il consumo di alcol, mangiare una dieta equilibrata evitando spezie e bevande calde, arricchire la propria alimentazione con calcio (latte e latticini, acque minerali ricche di calcio, ecc.), dormire bene e fare attività fisica regolare. 

Poi ci sono diversi tipi di trattamento per situazioni specifiche: 

Contro le vampate di calore

Terapia ormonale della menopausa o MHT, per le donne la cui menopausa influenza la loro qualità di vita e per prevenire il rischio di osteoporosi. 

Terapia ormonale sostitutiva della menopausa o TOS, specificamente prescritta alle donne con insufficienza ovarica prematura. 

Questi trattamenti di terapia ormonale sono prescritti dal ginecologo o dal medico curante se non ci sono controindicazioni legate a una storia di cancro al seno e di ictus. Si tratta della combinazione di un estrogeno per via cutanea o orale (Estreva®, Thaïs®) e di un progestinico (Clormadinone®, Progesterone®). 

Questi trattamenti comportano dei rischi che non devono essere ignorati. La sorveglianza medica è aumentata per le donne che li prendono a causa dell'alto rischio di sviluppare cancro al seno, endometriale o ovarico, ictus e trombosi. 

Nonostante i possibili effetti molto negativi sulla salute, questi due trattamenti rimangono l'opzione migliore per trattare i gravi disturbi climaterici e prevenire l'osteoporosi. Tuttavia, non sono più sistematici, ogni donna ha una scelta e molte donne sono tentate da soluzioni alternative

Antidepressivi, della classe degli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (Zoloft®, Fluoxetine®) e inibitori selettivi della ricaptazione della noradrenalina (Venlafaxine®, Duloxetine®). 

Farmaci antipertensivi centrali, come la Moxonidina®. 

Contro la secchezza vaginale 

Gel lubrificante, per trattare la secchezza vulvovaginale locale e migliorare il comfort sessuale, efficace anche contro cistite, vaginite e urgenza urinaria. 

Idratanti vaginali, per lenire le sensazioni sgradevoli al di fuori del rapporto.

Estrogeni vaginali, sotto forma di anello, compressa o crema per agire sui tessuti della vagina e della vulva per idratare e lubrificare. 

Contro i problemi urinari 

Sessioni di fisioterapia, per riallenare il pavimento pelvico, migliorare il controllo della vescica e affrontare i problemi di incontinenza. 

Contro gli episodi depressivi 

Ansiolitici, per alleviare l'ansia come il Seresta®. 

Antidepressivi, per trattare la depressione a lungo termine, come Seroplex®. 

Ci sono anche trattamenti da banco per questi sintomi: 

Beta Alanina, un aminoacido puro, che può essere usato per alleviare le vampate di calore. Si trova in Abufene®. 

Farmaci fitoterapici, i cui principi attivi provengono da varie piante (salvia, biancospino, agnocasto, luppolo, cohosh nero, trifoglio rosso, ecc.) Sono disponibili in capsule, tisane e oli essenziali e aiutano alcune donne a ridurre le loro vampate di calore o addirittura a farle sparire. 

Omeopatia, per le vampate di calore e altri problemi della menopausa, Acthéane®, aconitum napellus, sepia officinalis e lachesis mutus granuli sono tra i più efficaci. 

Vitamine e oligoelementi, gli studi suggeriscono che il magnesio, lo zinco, la vitamina E e le vitamine B9 e B6 potrebbero limitare le vampate di calore e la sudorazione. 

Gli integratori alimentari possono essere proposti per alleviare i sintomi della menopausa, ci sono fitoestrogeni come gli isoflavoni di soia, che sono efficaci contro le vampate di calore, e anche il DHEA, un ormone naturale che, se assunto in compresse o capsule, potrebbe stimolare la produzione di estrogeni da parte del corpo e quindi alleviare i sintomi della menopausa. Tuttavia, le autorità sanitarie hanno delle riserve sull'assunzione di questi due integratori. Potrebbero comportare rischi simili agli estrogeni della TOS, ma sono meno efficaci. Le raccomandazioni ufficiali sconsigliano l'assunzione di questi prodotti alle donne con una storia di cancro al seno o all'utero. 

Esistono tecniche non medicinali per trattare la menopausa? 

Alcune donne sono in grado di gestire i loro sintomi climaterici con terapie alternative come l'agopuntura, l'ipnosi, la meditazione, lo yoga e i trattamenti ayurvedici. Questi metodi aiutano a ridurre l'ansia e lo stress, quest'ultimo è un fattore scatenante delle vampate di calore in molte donne. 

Alcune donne fanno cambiamenti nello stile di vita e adottano una dieta specifica per la menopausa ricca di fibre, proteine buone e micronutrienti per controllare il peso e prevenire i sintomi della menopausa. Infatti, la maggior parte delle donne sono colpite da un cambiamento nella forma del corpo, la zona addominale diventa più spessa. 

Alcuni consigli per limitare il disagio sarebbero di dormire in una stanza fresca, meno riscaldamento in inverno e un ventilatore in estate, indossare diversi strati di vestiti in modo da poterli togliere o aggiungere a seconda del momento della giornata, cambiare il tipo di biancheria da letto. 

Si suggerisce anche di avere un'attività sessuale regolare, che servirebbe come termoregolatore per il corpo. 

Questo periodo difficile per le donne è spesso vissuto come una fatalità, e gli sconvolgimenti ormonali legati alla menopausa sono ancora più tabù delle mestruazioni perché sono associati alla nozione di invecchiamento, alla perdita della femminilità e della fertilità. Dal punto di vista medico, la sfida è quella di scoprire trattamenti a rischio zero per permettere a tutte le donne di apprezzare questa fase di transizione, che è sinonimo di libertà futura poiché non ci sono più mestruazioni, non c'è più contraccezione e meno vincoli, in tutta serenità.

Vi è piaciuto questo articolo?  

Cliccate su "mi piace" o condividete i vostri sentimenti e le vostre domande con la comunità nei commenti qui sotto! 

Forza a tutte e tutti! 

avatar Claudia Lima

Autore: Claudia Lima, Redattrice di Salute

Claudia Lima è una creatrice di contenuti presso Carenity, specializzata nella redazione di articoli sulla salute.

Claudia ha un MBA in Direzione Commerciale e Marketing e sta continuando a svilupparsi nel... >> Per saperne di più

Chi ha riveduto: Charlotte Avril, Farmacista, Data Scientist

Charlotte è Dottore in Farmacia e laureata del Master specializzato in Gestione Farmaceutica e Biotecnologica dell'ESCP. Ha un forte interesse per l'e-health, la tecnologia sanitaria, le malattie rare e le... >> Per saperne di più

Commenti

Ti piacerà anche

Violenze ginecologiche: la parola delle donne si libera

Menopausa

Violenze ginecologiche: la parola delle donne si libera

Leggi l’articolo
Serena Williams toglie la maglietta per promuovere lo screening mammografico

Menopausa

Serena Williams toglie la maglietta per promuovere lo screening mammografico

Leggi l’articolo
Prevenzione: lo screening con Hpv Test sostituisce il Pap Test

Menopausa

Prevenzione: lo screening con Hpv Test sostituisce il Pap Test

Leggi l’articolo
In caso di infarto, una donna sopravvive maggiormente con una donna medico (studio)

Menopausa

In caso di infarto, una donna sopravvive maggiormente con una donna medico (studio)

Leggi l’articolo

Discussioni più commentate

Scheda malattia