«
»

Top

Settimana contro il dolore - La fibromialgia ed i dolori cronici

Pubblicata il 18 ott 2018 • Da Louise Bollecker

Settimana contro il dolore - La fibromialgia ed i dolori cronici

In occasione della Giornata Mondiale contro il dolore, il 15 ottobre, Carenity vi propone una settimana di pubblicazioni dedicate alla lotta contro i dolori cronici. Oggi ci interessiamo alla fibromialgia, una malattia dolorosa e sconosciuta.

fibromialgia

Cos’è la fibromialgia?

La fibromialgia è una malattia cronica i cui sintomi sono in maggior parte un forte dolore nei muscoli. Questi dolori colpiscono soprattutto le zone muscolari simmetriche vicine alla colonna vertebrale, come il collo, le spalle, la regione tra le spalle, le scapole, la parte bassa della schiena e le anche. L’American College of Rheumatology precisa che la fibromialgia si caratterizza per almeno tre mesi di forte dolore su almeno 11 dei 18 punti del corpo caratteristici della malattia, alcuni dei quali elencati cui sopra. Questa definizione può aiutare per la diagnosi ma non basta perché non rappresenta la realtà di tutti i pazienti.

>> Scoprire come i membri definiscono la fibromialgia <<

Una malattia difficile da diagnosticare

Il ministero della Salute stima che 2% della popolazione italiana, tra cui 80% di donne, ne soffre. Ancora sconosciuta, la fibromialgia non è facilmente diagnosticata: in effetti, somiglia ad altre malattie come reumatismi articolari, spondilite anchilosante, fatica cronica, sindrome dell’intestino irritabile, emicrania o persino difficoltà psicologiche.  Per @ritafreddy ‍ «Oltre il dolore la cosa che mi da più fastidio è essere considerata da qualcuno (non da tutti fortunatamente! ) una malata immaginaria». Numerosi membri si trovano nella situazione del vagare medico e non sanno ancora se sono affetti dalla fibromialgia. Dopo una visita dal dottore @Bademi ha avuto risposte alle sue domande «Finalmente sono riuscita a dare un nome ad un malessere per me diventato insopportabile e per il quale tutti mi dicevano "sarà lo stress", "non è possibile sei sempre stanca, sei pigra". Tutto ciò mi ha fatto male rendendomi insicura e debole pensando di essere anormale».

Delle difficoltà per tenere una vita professionale appagante

I pazienti lo sanno molto bene: è spesso difficile essere capito dall’entourage professionale. @Donatella ha condiviso la sua esperienza: «per me, la cosa più difficile è stata il fatto di aver dovuto lasciare il mio lavoro. Faceva troppo male per stare seduti tutto il tempo su una scrivania» Anche per @adaliza è difficile: « Per me e stato difficile abandonare il mio lavoro, gli studi, smetere di ballare, nuotare, non poter realizzare degli esercizi (mi capita di sognare che sto faccendo una corsa), non essere capita dagli altri perche è una mallatia che non da segni esterni, non poter godermi gli abracci delle persona che ci tengono a me perche sono una tortura, di fare una passegiata, non sono capace di concentrarmi e tantissime altre piccole e grande cose» .

Anche per @miletta «Ma la cosa più difficile tra tutte da accettare è stata quella di dover lasciare la mia adorata professione. Me ne sono fatta una ragione però ancora adesso ci sono notti in cui sogno che sto lavorando».

Sintomi diversi, trattamenti multipli

Oltre ai dolori muscolari associati alla malattia, come quelli descritti da @Federico.costa «Ho costanti scrosci articolari, con conseguenti dolori a tutte le articolazioni, inoltre ho molte fascicolazioni durante la giornata, non dolorose, ma molto fastidiose », i membri scoprono nuovi sintomi nel corso del tempo, come lo scrive @Miletta : «Per me le cose più difficili sono state la paura, a causa di tutti i sintomi che avevo di dolore, parestesie, parestesie, impossibilità a camminare e anche a stare in piedi, sensazione di congelamento degli arti, etc etc..» o @fabiofox «E così dopo dolori 300 giorni l'anno,ansia,nausea, insonnia,stanchezza cronica e depressione...arrivi tu!! Sindrome del colon irritabile!» I nostri membri seguono numerosi trattamenti contro la fibromialgia. Farmaci contro i dolori, sonniferi, ma anche omeopatia, ipnosi... Altri trattamenti esistono secondo i sintomi del paziente. E voi quali trattamenti usate?

Sfogliate le nostre discussioni sul forum dedicato alla fibromialgia, in particolare il gruppo vivere con la fibromialgia 

E soprattutto, condividete la vostra esperienza! 

Carenity

avatar Louise Bollecker

Autore: Louise Bollecker, Community Manager France

Community manager di Carenity in Francia, Louise è anche Content Manager per proporre ai membri degli articoli, video e testimonianze. Il suo obiettivo è di portare la voce dei pazienti per far capire meglio la loro... >> Per saperne di più

3 commenti

pavone
il 18/10/18

Sono pienamente d'accordo con quello che avete pubblicato, oltre il fatto che purtroppo esistono tanti altri sintomi che soltanto noi malati sappiamo e viviamo sulla ns. pelle, un'altro problema serio è quello del riconoscimento di questa patologia a livello nazionale per inserirla nei LEA, con tutti i benefici del caso.

robertaan
il 28/11/18

Salve. Non capisco se è riconosciuta in Italia la fibromialgia oppure no. Grazie.

Ti piacerà anche

Alleviare il dolore con caldo o freddo

Dolori cronici
Emicrania
Ernia del disco
Mal di denti
Mal di schiena
Sciatica
Tendinite
Torcicollo

Alleviare il dolore con caldo o freddo

Leggi l’articolo
Le medicine alternative contro il dolore

Dolori cronici
Emicrania
Ernia del disco
Mal di denti
Mal di schiena
Sciatica
Tendinite
Torcicollo

Le medicine alternative contro il dolore

Leggi l’articolo
Applicazioni mobili per lottare contro il dolore

Dolori cronici
Emicrania
Ernia del disco
Mal di denti
Mal di schiena
Sciatica
Tendinite
Torcicollo

Applicazioni mobili per lottare contro il dolore

Leggi l’articolo
Un nuovo trattamento contro l’emicrania approvato negli Stati Uniti

Emicrania

Un nuovo trattamento contro l’emicrania approvato negli Stati Uniti

Leggi l’articolo