«
»

Top

Testimonianza photo: la sindrome del colon irritabile impedisce di vivere

12 feb 2019 • 21 commenti

"La malattia del colon irritabile, conosciuta anche come « colopatia funzionale », si presenta sotto forma di periodi senza nulla e poi, all’improvviso, periodi di crisi che paralizzano, disturbi importanti della digestione e crampi."
Testimonianza photo: la sindrome del colon irritabile impedisce di vivere

 

La testimonianza di Marie
La sindrome del colon irritabile impedisce di vivere

 

MarieSono ormai trascorsi 5 anni.

Dopo numerosi avanti e indietro dai medici generalisti, ospedali e specialisti, dopo avere sempre sentito « è una gastroenterite » dai generalisti o « è una gastrite contagosia, resta nella sala d’attesa » in ospedale mentre ero nel mezzo di una crisi mortificante di dolore, abbiamo potuto sapere il nome di questa malattia che avviene senza nessun segno in anticipo.

La malattia del colon irritabile, conosciuta anche come « colopatia funzionale », si presenta sotto forma di periodi senza nulla e poi, all’improvviso, periodi di crisi che paralizzano, disturbi importanti della digestione e crampi. I dolori emergono durante o dopo pranzo. Una sensazione costante di gonfiore, una riduzione dell’appetito ma anche una stanchezza terribile sono legate a questa malattia.

Con questi sintomi, hai paura di uscire di casa perché temi di non sentirti bene, paura di accettare alcune uscite perché tutte le occasioni non sono favorevoli...Bisogna sempre avere antidolorifici in caso di crisi di dolore ma loro faranno solo sminuire la crisi e non eliminarla. Nella vita quotidiana, devi stare attenta a tutto quello che mangi, tutto quello che fai, provare tutto per evitare le crisi e se emergono, riuscire a calmarle, ma non serve a niente.


Questa testimonianza fa parte del progetto di laurea di Gaëlle Regnier, studentessa di fotografia presso la Scuola di Fotografia e Tecniche visive Agnès Varda di Bruxelles. Ha scelto il dolore cronico come tema di questo reportage fotografico per evidenziare i pazienti e la loro lotta.

 

Altre testimonianze

Claire : « Continuare a lavorare con la poliartrite deformante »

Alain: « Il mercato del lavoro esclude i malati cronici »

Delphine: « Anni di vagare medico di fronte alla sindrome di Ehlers-Danlos di tipo ipermobile »

Carenity

avatar Louise Bollecker

Autore: Louise Bollecker, Content Manager & Community Manager France

Community manager di Carenity in Francia, Louise è anche Content Manager per proporre ai membri degli articoli, video e testimonianze. Il suo obiettivo è di portare la voce dei pazienti per far capire... >> Per saperne di più

Commenti

Tildaa
il 22/05/19

Cara signora, 

capisco benissimo questo stato di sofferenza ed inabilità a vivere la vita normale. 

Sarebbe bene sapere se ha fatto delle biopsie al colon perché a volte ci sono le coliti microscopiche ( collagena e linfocitica ) che danno tutto negativo e si scoprono solo con le biopsie e con la calprotectina fecale.

spesso siccome non si vede niente vengono non diagnosticate . 

E per queste una terapia c’e , io mi sto curando da 8 mesi e salvo una ricaduta piuttosto pesante quando stavo togliendo il farmaco , attualmente sto bene , non ho più diarrea e a parte qualche crampo di dolore sto normale. 

Provi a vedere se ha fatto le biopsie al colon. 

A me alla prima colonscopia non le avevano fatte e sono andata avanti con questa diagnosi di colon irritabile. 

Poi un gastroenterologo me le ha fatte e ha trovato la diagnosi giusta colite collagenosica e mi ha dato la cura che al momento funziona bene . 

Le faccio tantissimi auguri perché ho passato un anno terribile sia per la salute che per la vita che per il lavoro . 

Auguri davvero 

GiovannaRegina
il 23/05/19

Grazie @EUREKA‍ ‍ ‍ per gli ottimi consigli che comunque gli erano stati già dati a San Giovanni Rotondo ed in effetti produce risultati. Leggeró con vero interesse i tuoi post. Ti farò sapere

G‍razie anche a te @Tildaa‍ e si ha fatto biopsie e calprotectina fecale ma alla fine niente di nuovo rispetto alla vecchia diagnosi che é la stessa:Sindrome da colon irritabile

Quello che mi ha scandalizzata in questi lunghi giorni di diagnosi su diagnosi, terapie e contro terapie, é stata la prescrizione delle gocce di tranquillanti che all’inizio lo sedavano soltanto, Poi gli provocavano sbalzi d’umore e attacchi di panico, ma intanto i sintomi della sindrome erano restati immutati

 grazie a Dio dopo tanta fatica e stati di insonnia associati a lieve depressione, mio figlio é riuscito ad eliminare pian piano tutti i farmaci compreso questo 

Ora é nella fase dell’alternanza del cibo con attenzione alle P come dice @EUREKA‍ 

EUREKA
il 23/05/19

@GiovannaRegina‍ , Se segui attentamente Non solo le 5( P)  e piano piano reintroduci i vari cibi Vedrai che " Funziona"  in questo modo dovrebbe farsi una lista di quello che è intollerante ed ovviamente da Eliminare  o al max  se proprio li vuole mangiare lo può fare ogni tanto tipo ogni 15 -20 giorni giusto per far godere il Palato.   io Non so'  casa ti abbiano detto esattamente a "San Giovanni Rotondo" e cmq  hai  trovato dei Sig  medici , non tutti dicono la  verità su cosa fare e  come  farlo , cosa molto importante. 

Però c'è una controindicazione " prescrizione delle gocce di tranquillanti"  che non centrano Nulla ..anzi..... 

Grazie  a Te !  che mi leggerai ....

 By Eureka !

robertoguerrini
il 27/05/19

Buongiorno a tutti.
Io per i disturbi digestivi di cui soffrivo sto utilizzando da quasi 10 anni, con grande soddisfazione, un rimedio naturale molto semplice e assolutamente privo di costi: dormire su un letto leggermente inclinato con la testa posizionata dalla parte della testa.
E' una soluzione che migliora il sonno, la digestione, la circolazione e la salute in generale.
L'ideatore è un ingegnere inglese e ci sono testimonianze molto interessanti per numerosi disturbi/patologie.
Io, per contribuire attivamente alla diffusione della geniale idea, ho realizzato da poco il sito /contenuto moderato/ e mi adopererò per diffonderne la conoscenza.
Se c'è qualcuno che è interessato può consultare il sito e, se vuole approfondire, ci possiamo confrontare.

Ti piacerà anche

L'angoscia del deconfinamento

L'angoscia del deconfinamento

Leggi l’articolo
Coronavirus e HIV

AIDS-HIV

Coronavirus e HIV

Leggi l’articolo
Deconfinamento - Come convivere con il coronavirus?

Deconfinamento - Come convivere con il coronavirus?

Leggi l’articolo
Saperne di più sul Metotrexate

Saperne di più sul Metotrexate

Leggi l’articolo