https://www.carenity.it/static/themes-v3/default/images/it/header/asma.jpg

Pazienti Asma

2 risposte

40 visualizzazioni

Tema della discussione



Pubblicato il

bungiorno chi di voi e' in olt ?

"ossigenoterapia lungo termine"

come la gestite vi limita il quotidiano?

o la utilizzate come dicono i medici

come un'ulteriore terapia 

io l'ho odiata dal primo giorno 

di quel lontano febbraio 2011

e si proprio un be scherzo di carnevale

mi fece il mio bel dottorino tanto carino 

l'ho guardata con diffidenza

dal primo giorno questa enorme bombola

e per mesi e mesi uscivo senza regalandomi

il peggioramento della dispea e sofferenza

muscolare oltre che cardiaca 

oggi che senza non riesco proprio a stare 

abbiamo fatto amicizia ma quella amicizia

che si fa' con il proprio carceriere

sai che ci deve stare ,sai che devi usarlo

e l'odio si trasforma in graditudine ma sempre 

con quella antipatia dovuta a chi proprio

non lo si vorrebbe nella propria vita

e cosi con gran fatica inizio a fare piccole

incursioni con lo stroller alias piccola bombola

portatile nel bar sotto casa e appena arriva

altra gente .. fiuuu subito a casa :-)

e voi come avete fatto amicizia con questa cosa

se amicizia si puo' chiamarla e non semplicemente

obbligata convivenza  

Inizio della discussione - 09/06/17

Ossigenoterapia e dintorni


Pubblicato il

ciao buongiorno.. anche io convivo con il bombolone di ossigeno... ma solo in casa, quando sto fuori cerco di non portarmi la bomboletta portatile, per quanto posso... l'ossigeno bisogna vederlo come un alleato non come un nemico... io non saprei vivere senza ormai... mi rassicura, so che se mi prende la crisi la bombola c'e' e mi salva... anche perche' dopo tre ricoveri urgenti uno in codice rosso e due in giallo, se non ho l'ossigeno sto male psicologicamente!

vedila cosi' anche tu! buona fortuna!

Ossigenoterapia e dintorni


Pubblicato il

grazie della tua testimonianza bhe' in fondo si poi quando il respiro manca questo diventa per forze di cose un'alleato che in casa nche se limita e complica i movimenti con il filo che s'intreccia e s'incastra dapertutto ma qui la maggior parte delle volte diventa fonte di sfotto' e divertimento il blocco era l'uscita con questo filo sulla faccia che diventa l'obiettivo per tutti gli sguardi un po' curiosi e tanto pietosi ovunque vai e questo mi metteva in difficolta'

ma vabbhe' ogni passo in piu' che faccio senza respiro mi toglie l'imbarazzo giorno per giorno e cosi' si fa buon viso e cattivo gioco e si sorride a chi ti guarda con pieta' ma intanto dentro l'ossigeno che entra dentro da' tregua al respiro :-)

Discussioni più commentate