Che ne pensate dei fatto che i media non parlano mai di problemi psichiatrici/psicologici e quali sono le vostre esperienze con i così detti "normodotati"?

/static/themes-v3/default/images/default/home/bg-generic.jpg?1516194360

2 risposte

16 visualizzazioni

Tema della discussione



Pubblicato il

Ciao a tutti, ho aperto questa discussione che a me sta tanto a cuore in quanto da sempre noto che si fa un gran parlare delle malattie fisiche (e questo va bene) ma non si parla mai di problemi psicologici e psichiatrici.  Questo porta inevitabilmente a creare "ignoranza" (nel senso letterale del termine) da parte delle persone che non hanno mai, per fortuna, toccato con mano questi disturbi.  Io sento parlare di persone affette da depressione o quant'altro solo se associate a qualche brutto fatto di cronaca. Un giorno sono capitata su un sito di un'associazione che si batte per la difesa delle persone che hanno disturbi di questo tipo e che vengono etichettate come "matte". Ad un certo punto c'era un passaggio interessante che diceva più o meno: dire che un depresso è potenzialmente una persona che può fare del male agli altri è come dire: iperteso uccide il vicino di casa.  Allora mi sono detta: non sono la sola a pensare che facciamo parte di un gruppo (purtroppo nutrito) di persone che vengono guardate con sospetto. La mia esperienza da persona depressa e affetta da DOC ( preciso che il mio comportamento è assolutamente normale con le persone le mie ossessioni riguardano la mia sfera privata) è che le persone che ho attorno, sapendo che assumo antidepressivi e vado dallo psichiatra,  mi evitano con cura e se possono manco mi salutano. Io non ho problemi a parlare, se mi capita, dei miei disturbi con gli altri, ma a parte il fatto che non capiscono proprio di cosa parli (e qui ritorniamo all'ignoranza di cui sopra)  noto che cambiano atteggiamento e che sbrigativamente concludono la chiaccherata. Personalmente non soffro per questa cosa perchè sono abituata per mia indole a non occuparmi mai di cosa pensa la gente di me o il "si dice". Ma immagino che per altri possa essere fonte di emarginazione o quant'altro. Quindi mi piacerebbe sapere cosa ne pensate e quali sono le vostre esperienze con i "normodotati" (si usa dire così adesso no?) 

P:S: non mi piace usare il termine "matto" o "pazzo" perchè sono espressioni a mio avviso da Medioevo riportavo solo ciò che avevo letto.

Inizio della discussione - 09/07/19

Che ne pensate dei fatto che i media non parlano mai di problemi psichiatrici/psicologici e quali sono le vostre esperienze con i così detti "normodotati"?


Pubblicato il

Scusate il refuso nel titolo!! Silvaale.

Che ne pensate dei fatto che i media non parlano mai di problemi psichiatrici/psicologici e quali sono le vostre esperienze con i così detti "normodotati"?


Pubblicato il

Abbiamo parlato molto della comunicazione, se avete qualcosa da dire in merito.....Silvaale