https://www.carenity.it/static/themes-v3/default/images/it/header/depressione.jpg

Pazienti Depressione

16 risposte

220 visualizzazioni

Tema della discussione



Pubblicato il

Ciao a tutti..io ho sofferto di attacchi di panico ed ero anche autolesionista e grazie ad un percorso psicoterapeutico ora riesco a controllare gli attacchi e l'ansia...è un paio d'anni però che credo di soffrire di abbuffate incontrollate che mi sta portando depressione (o forse è la depressione che alimenta le abbuffate non so, è un circolo vizioso ormai). A volte penso che sto sopravvalutando il mio stato e che magari non sono davvero depressa..come faccio a stabilirlo? Ho 19 anni e non so come chiedere aiuto, ho vergogna di parlarne a casa e di richiamare la psicologa..mi sento una fallita. I pensieri autolesionisti sono ritornati peggio di prima ma sto frenando l'impulso; i pensieri suicidi sono ormai giornalieri..stasera avevo programmato di farlo ma poi non so cosa mi ha bloccato. Ho pensato di voler scrivere una lettera d'addio ed è per questo che ho rimandato. Non ci sono mai arrivata così vicina col pensiero. Mi è sembrato così reale..e la cosa strana è che questo mi dà sollievo. Pensare alla fine della mia vita, immaginare lo scenario e darci finalmente un taglio è l'unica cosa che mi distoglie da questo peso che sento..mi sembra l'unica via d'uscita. 

Inizio della discussione - 14/11/16

Depressione e autolesionismo


Pubblicato il
Buon consigliere

Ciao Miasuicidal. Non prendi antidepressivi per aiutarti? Io prendo l'elopram e va molto meglio così. Lo prendo da 11 anni ormai e da allora non ho più certi pensieri. Riesco a pensare più normalmente, sono sempre io ma più lucida e non ho più quei crolli negli abissi.. Fatti aiutare e cerca di non trovarti mai in queste situazioni mentali. Hai 19 anni, hai ancora molte cose da provare prima. Ciao, ti abbraccio

Depressione e autolesionismo


Pubblicato il
Buon consigliere

A volte le situazioni della vita sono delicate e complesse e per tanti motivi in chat, emerge e messa in luce solo la punta dell'iceberg. Però se con la psicologa ti sei trovata bene, penso che è il caso di tornarti senza fartene una vergogna, anzi il fatto che riconosci di averne bisogno è un bene. A volte ci sono poi più sintomi che si manifestano e le abbuffate "compulsive", possono starci con il resto. Nelle grandi città spesso ci sono anche strutture sanitarie pubbliche specializzate anche nei disturbi alimentari. Qua a Milano c'è Niguarda. Quello che ti chiede Creatura è corretto? Prendi anche dei farmaci? Perché spesso è necessario prenderli a aiutano tantissimo.Dove vivi? Ciao, Mario.

Depressione e autolesionismo


Pubblicato il

Ciao Mia, ho 21 anni, siamo quasi coetanee e ho i tuoi stessi problemi e sono felice di leggere di non essere sola. Mi abbuffo e sto male, molto male, vorrei morire ogni volta, periodo di digiuno e poi di nuovo abbuffata, quest'estate ho perso 12 kg perchè avevo smesso di mangiare e vivevo di gelato al limone, poi sono tornata nella città in cui studio per ritornare all'università e ho ripreso a mangiare e anche i kg che avevo perso, vorrei che tutto questo finisse e basta, senza dare spiegazioni a nessuno. Non hai risposto a nessun commento ma confido che tu stia ancora bene.Non prendere decisione affrettate perchè nonostante una cosa come il pensiero di togliersi la vita possa sembrare rassicurante e un sollievo, può distruggere quella di qualcun altro...pensa anche a chi ti sta attorno e rivedi magari i tuoi rapporti con amici e parenti... a volte può aiutare tantissimo. Non escludere la tua famiglia, io ho raccontato a mia mamma dei miei problemi con la depressione ed il cibo ed è stata solo comprensiva, mi ha dato dei consigli e mi ha promesso che appena torno da lei mi accompagnerà da qualcuno per farmi prescrivere dei farmaci. Non aver paura della tua famiglia, abbi fiducia perchè può davvero essere la soluzione che ora non vedi. 

Non so ancora come funziona questo sito ma se ci si può scrivere, scrivimi e possiamo parlarne

Depressione e autolesionismo


Pubblicato il

Ciao e grazie a tutti per le risposte. Non mi sono collegata perchè passo dei momenti in cui sto diciamo bene e altri in cui non riesco nemmeno ad alzarmi dal letto. Non ho mai preso farmaci..solo una volta delle pillole Lexil per l'ansia. Le ho prese per una settimana. Mi sono ricollegata su questo sito perché ne ho parlato a casa ma non mi hanno capita. Mi sento completamente sola. Non mi prendono sul serio ed io mi sento sempre più depressa..in una gabbia. Dentro e fuori.

Depressione e autolesionismo


Pubblicato il

Ciao piccola! Io ho 43 anni e all'età di 21 anni ho fatto la cavolata di provare a togliermi la vita buttando giù un mix di farmaci ... Lì per lì al risveglio in ospedale ho pensato di aver fallito la missione, ma poi è diventata la cosa di cui mi vergogno di più ... Ho capito che avrei dato un dolore immenso a tutti quelli che avevo intorno e invece di una vita infelice (la mia) avrei generato decine di vite gravemente compromesse ... Avrei solo moltiplicato il dolore invece che eliminarlo ... Pensate sempre al male che potreste generare intorno, sarebbe terribile, peggio del nostro dolore! Abbiamo un demone dentro e dobbiamo lottare per sconfiggerlo, visto che è dentro di noi è nostra la responsabilità (non la colpa) di combatterlo usando ogni giorno che ci viene concesso dalla vita, che ci lascerà solo quando sarà giunto il momento, ma non dobbiamo essere noi a forzarlo questo momento. Io trovo conforto in questo pensiero: "fra alti e bassi se un giorno troverò il mio equilibrio, una soluzione, una spiegazione, allora penserò che tutto il buio che ho attraversato sarà stato utile e necessario per raggiungere il benessere, se morirò prima di aver raggiunto questo obbiettivo non me ne accorgerò nemmeno di non aver trovato la luce, ma ci avrò provato con onestà fino all'ultimo giorno e non avrò fatto male a nessuno" ... Però magari la scienza fa progressi oppure ci viene la giusta intuizione per trovare una soluzione... so che è banale ma ... Finché c'è vita c'è speranza ... Un abbraccio pieno di empatia a tutti voi, compagni di viaggio nelle tenebre.

Depressione e autolesionismo


Pubblicato il

mia pensa al dono che hai avuto, hai solo 19 anni io ho cominciato a star male a 20 anni ma ora ne ho 60. ho una voglia di vita e sono seguito da uno specialista una volta al mese. Non farti venire quei pensieri brutti hai il dovere di amare la tua vita, la tua famiglia e i tuoi amici. Giornalmente fatti un programmino della giornata e vai avanti SENZA PAURA.

Depressione e autolesionismo


Pubblicato il

Ciao miasuicida,anch'io soffro di attacchi di panico,Li avevo gia avuti anni fa e guarii in 6 mesi , ovviamente con la cura giusta, ora mi sono ritornati e sono nuovamente in cura,  ho fiducia di farcela anche stavolta, il primo passo è ammettere di avere un problema, Poi rivolgiti ad un bravo/a neurologo e vedrai che ne verrai sicuramente fuori,da sola non ce la puoi fare hai bisogno di una cura, rivolgiti al neurologo (io ho una dottoressa) e vedrai dopo pochi giorni che comincerai la cura ti sentirai subito meglio

in bocca al lupo

Depressione e autolesionismo


Pubblicato il

Cia nonnina anche io ho fatto e faccio tutt'ora come te e i risultati ci sono. Un abbraccio a voi tutte.

Depressione e autolesionismo


Pubblicato il

io molto rigorosamente prendo i farmaci che mi prescrivono e ultimamente sto discretamente,non mi cambiano la cura,xchè vado bene così e un lontanissimo episodio in cui avevo preso una dose abbondantissima di farmaci è solo più un lieve ricordo;apprezzo la vita e mia figlia è da poco in attesa di un bebè.Un evento così ti cambia la vita ,spero che riesca a portarlo avanti bene xchè ha 42 anni ed è a rischio.Io penso positivo e cerco di trasmetterglielo.

Discussioni più commentate