https://www.carenity.it/static/themes-v3/default/images/it/header/diabete-tipo-1.jpg

Pazienti Diabete tipo 1

2 risposte

31 visualizzazioni

Tema della discussione



Pubblicato il

Vorrei sapere di più per gestire meglio il diabete.

Inizio della discussione - 20/06/17

Gestione del diabete

• Animatore della community
Pubblicato il

Ciao @donatella1

 

Grazie del tuo contributo, visto che il disturbo di cui parli è legato al diabete, la tua discussione è comunque pertinente. Forse sarebbe stato meglio metterla nel gruppo « Convivere con il diabete », ma non è grave. Io non posso spostare la discussione, ma se desideri, puoi ripostarla nell'altro gruppo. Invito pertanto altri membri interessati a questa patologia a condividere la loro esperienza.

 

Grazie, 

Baptiste del team Carenity

Gestione del diabete

• Membro Ambasciatore
Pubblicato il
Buon consigliere

Ciao Donatella,
Io non mi formalizzo se la tua discussione è posta in un gruppo piuttosto che in un altro.
Vorrei dirti il mio punto di vista, con l'avvertenza che quello che ti dirò è frutto di una MIA esperienza personale. Non ha perciò alcuna pretesa di rigore scientifico.
Io ho avuto, in relazione al diabete tipo 2, che è il diabete che insorge in età avanzata -attorno ai 50 anni - e che è legato nella maggior parte dei casi a, SOVRAPPESO e SEDENTARIETA'  tre esperienze chiavi.
La prima è quella di mia madre, che si è ammalata di diabete T2 attorno ai 50 anni. E' vissuta abbastanza bene fino a che è stata curata con farmaci, ma ha avuto un drastico PEGGIORAMENTO quando è stata costretta a passare alla insulina (disturbi neuro-degenerativi, piaghe, eccetera).
La seconda esperienza traumatica l'ho avuta quando sono stato costretto a rivolgermi, per avere il rinnovo della patente, al REPARTO DIABETOLOGICO dell'ospedale della mia città. Bene, nella sala di attesa di questo reparto, piena di pazienti seguiti dal reparto medesimo, e curati per la maggior parte con insulina, c'era una vasta umanità con le sofferenze più gravi: disturbi agli arti interiori, disturbi neurologici, disturbi circolatori. Eccetera.
Cosa ho concluso? Che bisogna evitare nel modo più assoluto di dovere assumere insulina.
Perché, in qualche modo, mediante meccanismi che non conosco bene, le iniezioni di insulina scassano il nostro organismo.
Allora ho deciso di studiare per conto mio cosa incideva sulla mia glicemia in modo positivo e cosa incideva in modo negativo. Ho segnato su un quaderno ogni giorno, meticolosamente quello che mangiavo la mattina, a mezzogiorno e alla sera. Ho segnato le medicine e gli integratori presi. I miei valori di glicemia, pressione, peso corporeo e circonferenza addominale.

E ho scoperto che c'è una relazione IMPORTANTISSIMA fra tutte le cose che ho elencato prima.

Ho scoperto che FACENDO DIMINUIRE il mio peso (lentamente per potere mantenere la diminuzione nel tempo) la mia glicemia SCENDEVA portandosi a valori quasi normali.
Dopo UN ANNO in cui ho portato avanti con grande forza di volontà il mio programma di diminuzione del peso (un chilo al mese) i miei valori di glicemia e di EMOGLOBINA GLICATA si sono riportati nella NORMA per cui ho potuto, con l'accordo del mio medico di base, prima RIDURRE e poi ELIMINARE la metformina che assumevo per controllare la glicemia.

Adesso sono DUE ANNI che non prendo più alcun farmaco per  il diabete. E da sei mesi non prendo più alcun farmaco per la pressione.
I miei valori glicemici sono INFERIORI a quelli che avevo quando assumevo farmaci e la mia emoglobina glicata vale costantemente 5.9, valore perfettamente nella norma.

Naturalmente continuo a MONITORARE quotidianamente tutti i parametri che ti ho detto prima.

Qual è il mio stile di vita attuale? Semplice:

La mattina mangio una terrina di frutta di stagione saporita e colorata  (mela, pera, kiwi, ananas, melone, noci, prugne,..) tagliuzzata e condita con olio extra di oliva, curcuma, cumino e cannella.
E' importante mangiare la frutta con la buccia.

A pranzo e a cena mangio solo un secondo di pesce, o di carne bianca (pollo o coniglio da allevamenti biologici) con un contorno di fagioli bolliti o di verdura bollita (spinaci, cicoria, tarassaco) o cruda. Bevo solo acqua e limone oppure una tisana fresca di tiglio, melissa e camomilla, senza zucchero.

Ho dovuto ABOLIRE COMPLETAMENTE BIRRA, VINO e LATTE, perchè alzano moltissimo la glicemia (specie la birra - anche quella analcolica - che ha un elevatissimo indice glicemico).

Ho dovuto abolire formaggi e carne rossa. Perché alzano la pressione.

Invece mangio ogni giorno, dopo i pasti, un quadretto di cioccolata fondente al 90% di cacao.

E' utilissima per la pressione.

Inoltre faccio ogni giorno, possibilmente il pomeriggio tardi, una passeggiata veloce di un'ora.

Come integratori prendo tre capsule al giorno da un grammo di omega 3. E due capsule di TOP-PROSTATA.

Basta. Non prendo medicine di alcun tipo e la mia salute e il mio umore ne hanno guadagnato moltissimo. 

Discussioni più commentate