«
»

Top

Malattia di Castleman: i nostri consigli per vivere meglio con la malattia!

Pubblicata il 7 mag 2022 • Da Léo Benita

La malattia di Castleman è un'infiammazione dei linfonodi e del tessuto linfatico con la comparsa di tumori benigni. Si dice che sia linfoproliferativa, cioè c'è una proliferazione delle cosiddette cellule linfoidi, che causa un disturbo del sistema immunitario.

Mentre alcune forme sono benigne, altre possono essere più gravi e richiedere un trattamento esteso. 

Come vivere bene con la malattia di Castleman? Quali consigli mettere in atto nella vita quotidiana per affrontare meglio i sintomi della malattia di Castleman? 

Vi diciamo tutto nel nostro articolo!

Malattia di Castleman: i nostri consigli per vivere meglio con la malattia!

Mangiare bene per non perdere peso!

La malattia di Castleman può causare dolore addominale, nausea e vomito, e anche perdita di appetito, che può portare alla perdita di peso. È importante mantenere una dieta sufficiente e sana per fornire al corpo le risorse di cui ha bisogno e prevenire così la cachessia (perdita estrema di peso con perdita di massa muscolare). 

Per continuare a mangiare nonostante la nausea, si raccomanda di mangiare cibi secchi (biscotti, toast, cereali, grissini, pretzel, ecc.) che forniscono energia e nutrienti riducendo la nausea

Si raccomanda di mangiarli come prima cosa al mattino, e regolarmente durante la giornata, poiché la nausea è maggiore quando lo stomaco è vuoto. Inoltre, mangiare piccole quantità più volte provoca meno nausea di un singolo pasto molto ricco. 

I cibi e i piatti freddi o tiepidi tendono ad essere meglio tollerati di quelli caldi e piccanti. Si consiglia anche di evitare cibi molto dolci, molto grassi o fritti, così come i cibi con un forte odore, perché causano più nausea. 

Gli alimenti raccomandati per mantenere un'assunzione adeguata nonostante la nausea includono banane, avocado, purè di patate, così come riso, pasta e uova sode. Infine, è consigliabile non sdraiarsi subito dopo un pasto, perché questo può portare alla nausea. 

È anche importante mantenere un'adeguata idratazione, il che può essere particolarmente difficile quando si verifica il vomito. Si raccomanda di bere piccole quantità di acqua durante il giorno. I tè freddi possono essere una buona aggiunta, ma evitate le bevande con troppo zucchero o latte, che possono peggiorare la nausea. 

I brodi vegetali o di pollo sono raccomandati perché forniscono una buona idratazione e un sacco di nutrienti ed elettroliti al corpo

Dormire bene per combattere la stanchezza!

La malattia di Castleman può essere molto faticosa. Per combattere questa stanchezza, è importante avere un buon sonno ristoratore. Questo permette una giornata più appagante, mentre dà al corpo il riposo di cui ha bisogno per affrontare la malattia. Qui vi daremo alcuni consigli per migliorare la qualità del sonno. 

La regolarità è il primo punto essenziale. Dormire a orari fissi rende più facile addormentarsi e migliora il sonno. Per adottare un ritmo regolare, iniziate a scegliere un'ora di sveglia e rispettatela il più possibile. L'ora di andare a letto si regolerà poi gradualmente in base al vostro bisogno di sonno. 

Un altro fattore importante è l'esposizione alla luce. La luce disturba fortemente il sonno e l'inizio del sonno. Evitare l'esposizione a fonti di luce chiara e brillante la sera, preferendo un'atmosfera buia con luci calde, che vi aiuterà ad addormentarvi. L'uso di schermi non è raccomandato. Se dovete usarli, scegliete un display scuro e a bassa luminosità. 

Se vi svegliate durante la notte, è importante non guardare l'orologio. Questo tende a indurre una preoccupazione per il numero di ore che mancano al sonno, il che rende difficile addormentarsi. 

Infine, anche se alcune sostanze come l'alcol possono facilitare l'addormentamento, è importante sapere che peggiorano notevolmente la qualità del sonno. Ci si sveglia più stanchi, anche se si è dormito più a lungo. 

Tenere alto il morale di fronte alla malattia!

Avere la malattia di Castleman, e in particolare le sue forme più gravi, può avere un forte impatto sul morale. Il conseguente senso di disperazione e isolamento può diventare un vero peso

È importante sapere che ci sono fonti di sostegno che possono dare speranza e aiutare a dare un senso al calvario. 

Mentre gli amici e la famiglia possono essere un'importante fonte di conforto, non sono l'unica soluzione. Carenity fornisce l'accesso a testimonianze di pazienti con la malattia di Castleman, che condividono i loro consigli e le loro esperienze sulla malattia. Queste testimonianze possono essere una vera fonte di ispirazione, permettendovi di ritrovare fiducia nella vostra lotta contro la malattia. Carenity vi permette anche di parlare direttamente con pazienti che sono come voi, in modo da sentirvi meno soli di fronte alla malattia

Mantenere una visione positiva significa anche tenere il passo con le attività sociali che vi soddisfano, che si tratti di bere qualcosa con gli amici o di unirsi a un club o a una società locale. Condividere discussioni e attività con gli altri è un'importante fonte di soddisfazione! 

Conclusione

La malattia di Castleman può essere una prova molto difficile, sia fisicamente che mentalmente. Mantenere una dieta sufficiente e sana, così come un sonno regolare e riposante, aiuta a fornire al vostro corpo le risorse necessarie per combattere la malattia. Mantenere il morale alto durante questa prova è una vera sfida, ma ci sono una serie di risorse e consigli che possono aiutarvi a rimanere positivi e a trovare la forza di continuare la lotta. 

Vi è piaciuto questo articolo?  

Cliccate su "mi piace" o condividete i vostri sentimenti e le vostre domande con la comunità nei commenti qui sotto! 

Forza a tutte e tutti!


1
avatar Léo Benita

Autore: Léo Benita, Studente di farmacia

Léo sta completando un dottorato in farmacia all'Università di Tolosa, così come un master in neuroscienze. Il suo profilo scientifico gli permette di partecipare alla concezione dei sondaggi di Carenity e alla... >> Per saperne di più

Chi ha riveduto: Alizé Vives, Farmacista, Data Scientist

Alizé è Dottore in farmacia e laureata del master in strategia e business internazionale della ESSEC Business School. Ha diversi anni di esperienza di lavoro con pazienti e membri, conducendo indagini per le comunità... >> Per saperne di più

Commenti

Ti piacerà anche

Malattia di Castleman e diagnosi differenziale

Malattia di Castleman

Malattia di Castleman e diagnosi differenziale

Leggi l’articolo
Sindrome TAFRO: zoom su questa sotto-entità della malattia di Castleman!

Malattia di Castleman

Sindrome TAFRO: zoom su questa sotto-entità della malattia di Castleman!

Leggi l’articolo

Discussioni più commentate

Scheda malattia