/static/themes-v3/default/images/default/home/bg-generic.jpg?1516194360

12 risposte

74 visualizzazioni

Tema della discussione



Pubblicato il

Ciao a tutti, scusate se mi permetto di dire una cosa. Vedo che i post in generale sono un pò datati in tutte le sezioni. Sarebbe bello, compatibilmente con i vostri impegni quotidiani, relazionarci un pò di più. In fondo chi si è iscritto qui avrà avuto voglia di interagire con gli altri. Poi capisco che a volte ci si scrive e magari poi non si ha più nulla da dire. Però io lancio lo stesso il mio appello: vivacizziamo  di più il forum e conosciamoci di più, è sempre "un" modo (non il solo) per comunicarci di più esperienze e un pò di calore umano che dà sempre quella spinta in più per noi che abbiamo i nostri delicati problemi. Spero di vedere accolta un pò da tutti questa cosa. Ciao e sentiamoci!!!! Silvaale.

Inizio della discussione - 24/06/19

Comunicare di più

• Animatore della community
Pubblicato il

Ottima idea @silvaale‍ grazie a te! 

Comunicare di più


Pubblicato il

Baptiste,  io amo molto il mio prossimo, e lo dico molto sinceramente. Sto cercando di fare qualcosa di utile per me stessa e per gli altri. Spero di riuscirci in qualche modo!  Tutte queste persone che sono qui hanno bisogno di aiuto, certo non è che possiamo fare tantissimo, ma anche le piccole cose a volte fanno la differenza. Ciao. Silvaale.

Comunicare di più


Pubblicato il

Ciao @silvaale‍ @Baptiste‍ sono nuovo sulla piattaforma, posso raccontare la mia esperienza se vi va. 

Sono stato operato di prostatectomia radicale retropubica per carcinoma acinare grado Gleason 7 (3+4) da un mese, l'esito dell'esame istologico sul 'pezzo operatorio e sui linfonodi' è stato negativo e quindi non necessito di ulteriori cure.

Sto vivendo i due problemi principali di questo intervento (incontinenza e potenza sessuale) con fiducia perchè mi dice l'urologo che le prime valutazioni vanno fatte minimo a tre mesi dall'intervento.

Forse perchè sono pessimista di natura o per un sesto senso avevo capito che il mio PSA=9,2 non era una prostatite ma qualcosa di peggio e l'esito della succesiva ecografia transrettale mi aveva confermato la diagnosi, ancora prima di vedere l'esito della biopsia.

Il fatto di essere in pensione da neanche un anno, assieme a mio moglie, e di avere una figlia di 27 anni al corrente del mio problema, mi ha aiutato tanto.

Ho 62 anni e con il loro aiuto sto cercando di ritornare a fare una vita normale: non mi fanno minimamente 'pesare' la mia situazione, tutti abbiamo fiducia in una sicura guarigione.

Mi sono documentato sul tumore alla prostata nei siti e nei vari forum medici su internet e ho seguito lo sviluppo della 'malattia' da informato, anche se sotto sotto pensi sempre in positivo.

Se vuoi scambiare le tue impressioni, io ci sono.

Comunicare di più


Pubblicato il

Ciao Jackoni,  mi spiace per la tua problematica, ma spesso il "tumore" si vince.  Il tuo approccio è già positivo e questa è l'ottica  giusta da adottare.  Io conosco svariate persone che hanno avuto questa malattia e che hanno anche dovuto subire cure chemioterapiche. Ma sono perfettamente guariti tant'è che si parla di cosa avvenuta anni fa, addirittura un mio caro amico si è ammalato di un linfoma intestinale, ma si parla di 20 anni fa se non qualcosa in più.  Da allora è sempre stato benissimo. Idem per il socio di mio marito che ha avuto un tumore intestinale eppure ormai sono passati almeno 10 anni e anche lui sta benissimo. E te ne potrei elencare tanti altri. Quindi continua con la tua positività perchè oggi la diagnosi di questa malattia non deve più essere vista come qualcosa di incurabile. Ti faccio tanti auguri ma vedrai che andrà tutto bene.  Se ti va di parlare perchè ne senti il bisogno ci sono anch'io. Ciao Silvaale.

Comunicare di più


Pubblicato il

A proposito siamo quasi coetanei io di anni ne ho 61 (li compirò il 2 di luglio) .

Comunicare di più


Pubblicato il

@silvaale‍ Grazie per la tua risposta che da speranza.

Ieri sono stato a fare il secondo controllo ad un mese dall'intervento: l'urologo ha confermato che va tutto bene, non servono altre terapie.

E' rimasto un po deluso dal fatto che la continenza ortostatica è ancora scarsa, mi ha sollecitato a fare meglio gli esercizi per il piano pelvico e mi chiamerà a fare un ciclo di elettrostimolazioni: secondo lui visto come ho recuperato dall'intervento, avrei dovuto migliorare la continenza, però resta il fatto che è passato solo un mese.

Cari saluti e tanti auguri (in ritardo...) 

‍ 

Comunicare di più


Pubblicato il

Ciao Jackoni, mi fa piacere che l'esito del controllo sia stato buono, il fatto che tu non debba fare altre terapie è una cosa positivissima.  Per il resto come dici tu è passato solo un mese dall'intervento  e quindi secondo me ma anche secondo ciò che ho visto nei miei  3/4 di vita passata in merito è un pò prestino per una ripresa totale. Devi avere pazienza e continuare tutte le indicazioni (esercizi) che ti hanno prescritto. Abbi fiducia e usa tutta la caparbietà che trovi in te. Grazie per gli auguri. Ribadisco che quando ti va scrivi pure senza problemi quando vuoi e quando ne hai bisogno io non ho alcun problema a risponderti ogni volta. Ciao e continua così. Silvaale.

Comunicare di più


Pubblicato il

Grazie mille @silvaale‍  tu come stai? 

Comunicare di più


Pubblicato il

Ciao Jackoni. io sto un pò così, sono piena di problemi che vanno dalla depressione e ansia ad un disturbo ossessivo compulsivo che riguarda la pulizia maniacale di me stessa e della casa (se leggi i miei post ci capisci di più). Inoltre soffro di colite che mi fa star male quasi tutti i giorni e in più ho problemi di caduta dei capelli. Vista così non sembrerebbe così tragica la cosa, ma io è da anni che sto così non esco mai di casa (per via della contaminazione),non ho relazioni sociali e vivo sempre in ambascia, quindi capirai che sono un pò stufa. Ma bisogna andare avanti, ho un marito diabetico da curare, una figlia che ha problemi con il lavoro (che trova ma non va mai a buon fine) e anche qualche problemino di salute. Siamo pensionati e dobbiamo sempre stare attenti alle spese.  Sono stata dalla psichiatra un paio di settimane fa ma ha potuto solo confermare la cura che faccio da anni e mi ha detto che dovrei fare psicoterapia (soldi permettendo). Si sta poco a dire devi fare questo o quello ma poi bisogna fare i conti con il portafoglio. Per quello che sono iscritta qui, e vedendo quanti problemi hanno qui le persone ridimensiono un pò i miei. A volte mi sento fin stupida a lamentarmi dei miei problemi paragonandoli a quelli che leggo, ma si sa che le persone tendono a concentrarsi sul proprio problema rispetto a quello degli altri. Ad ogni modo io cerco di tirar fuori sempre la mia grinta e cerco di vivere cogliendo tutte le piccole cose che possono farmi stare meglio. Piuttosto come stai tu? Ciao alla prossima.