https://www.carenity.it/static/themes-v3/default/images/it/header/depressione.jpg

Pazienti Depressione

7 risposte

63 visualizzazioni

Tema della discussione

Membro Carenity • Animatore della community
Pubblicato il

Buongiorno a tutti. Apro questa discussione per permettere a quelli che pensano al suicidio di esprimersi liberamente qui. 

Come fare per lottare contro questi pensieri di distruzione? Ne parliamo insieme. 

Inizio della discussione - 15/08/19

Pensate al suicidio?
Membro Carenity
Pubblicato il

Certo che penso al suicidio! Ogni singolo giorno, ogni vota che vengo ferito, deriso, emarginato, umiliato.

Sono stanco di lottare contro il mondo, contro tutto e tutti, stanco di cambiare periodicamente specialista, psicologo, psichiatra, stanco di prendere le medicine, che mi stanno ammazzando lentamente giorno dopo giorno, stanco di tutto e di tutti. In tutti questi anni ho sempre cercato di cambiare per compiacere gli altri, per farmi accettare, per piacere, ma ho solo perso tempo. 3 anni fa pesavo 130 kg, oggi ne peso circa 72, indossavo occhiali grandi e spessi, come il ragionier Filini, amico inseparabile di 1000 disavventure assieme a Fantozzi, e al posto dei capelli avevo una massa informe e senza garbo. ho perso 58 kg, ho tolto gli occhiali per mettere le lenti a contatto per dare risalto all'unica cosa bella che possiedo (occhi grandi e profondi), ho tagliato i capelli, un taglio giovanile, molto curato, ho tolto la barba, i basettoni stile Inglese, ho buttato tutti i vestiti vecchi, fuori moda da almeno un ventennio, addirittura mi sono costruito una nuova identità per farmi accettare dalle persone, mi sono costruito ad HOC una vita perfetta, un lavoro gratificante, successo professionale, economico, sentimentale, insomma tutto e di più per poter sembrare quanto più "normale" agli occhi della gente, Ho pensato che facendo cosi, potevo essere accettato e forse trovare anche una compagna con cui metter su una relazione seria e duratura, finalizzata alla creazione di una famiglia, ma è andato tutto male.

Nonostatnte tutti i miei sforzi la mia vita non è cambiata, sono sempre Ultimo, quello che viene sempre, sistematicamente scartato poichè c'è sempre un altro "migliore" di me, ultimo, quello che ha superato i 40 anni viene definito "un vecchio, hai l'età di mio padre, sei troppo avanti con gli anni etc etc" da donne che hanno pochi anni in meno (dai 35 ai 40) , avevo conosciuto anche una donna sui 35 anni a cui ero interessato, ma lei mi reputa "troppo vecchio, sei grande per me" e poi alla fine si è fidanzata con uno di 52 anni e che presto si sposeranno.

La mia vita fa semplicemente schifo, sono una persona inutile, e non merito di vivere, tutto qui, non ci sono altre spiegazioni o altre soluzioni, ho cambiato molti specialisti, tutti a dire "è tutto nella tua testa, ognuno ha la propria opinione, quello che dici, non è vero, sei un uomo normale, di bell'aspetto, colto etc etc etc" ma poi finita la sessione, strappano il foglietto bianco e dicono tutti "prendi queste pillole/gocce" due volte al giorno, e poi ci aggiorniamo fra 20 giorni.

Ho cercato di spiegare allo specialista che il mio problema non è nella mia testa, poichè una singola opinione è singola, ma quando oltre 100+ persone ti scartano dicendoti che fai schifo, sei un cesso, sei vecchio, a me piacciono gli uomini alti, palestrati, tatuati, con fisico perfetto, giovani e vigorosi, allora capisci, che il problema sei tu, e poco importa se hai speso anni ed anni a studiare, a formarti per diventare un professionista, alla fine non importa a nessuno, se fossi andato in palestra quando avevo 18 anni, oggi avrei anche io il fisico perfetto come una statua greca, purtroppo ho fatto una scelta errata, quella di studiare, e adesso ne pago le conseguenze, tutti i miei attestati non servono assolutamente a nulla, non mi rendono uguale agli altri uomini, e mi tocca morire da solo, ed isolato.

Chi non soffre di depressione, non potrà mai capire il dolore che si prova dentro, è come un cancro che ti mangia dall'interno, giorno dopo giorno, ogni giorno si muore un pò, lentamente, in silenzio e nessuno se ne accorge, tutti presi dalle loro illusioni, la gente non ti nota, tutti indaffarati col capo chino sullo smartphone, persi nel loro universo virtuale, distaccato dalla realtà terrena. E' facile usare frasi fatte del tipo "pensa a chi sta veramente male, a chi sta in ospedale, chi ha malattie incurabili, chi vorrebbe vivere e non può, chi sta inchodato sulla sedia a rotelle, chi è costretto a fare dialisi, chi vive nel polmone d'acciao etc etc". Beh, che dire? Loro hanno un problema diverso, tutto qui, non possiamo paragonare la depressione dovuta ad un evento traumatico pregresso ad una patologia fisica, sono due cose diverse, ma la gente non capisce, non potrà mai capire, cosa si prova ad essere prigioniero in una prigione che non ha sbarre, mura di contenimento, celle, etc etc.

So che all'estero esistono cliniche mediche specializzate nel suicidio assistito, vorrei capire dove sono per poterci andare e porre fine alle mie sofferenze, perchè vivere cosi, è il tormento peggiore. non voglio più soffrire, sono un mostro che cammina in un mondo di esseri perfetti, e per i mostri come me, non c'è posto, meglio morire, cosi saremo tutti più contenti..

Pensate al suicidio?
Membro Carenity
Pubblicato il

Purtroppo è capitato anche a me e non una volta, soffro di depressione grave, da tanti anni oltre ad altre patologie seriamente invalidanti, nel tempo ho cambiato dottori e medicine, spesso non per mio volere, ormai si può dire che le ho provate quasi tutte e sono convinta che non ne uscirò più, è un male subdolo, terribile che ti annienta giorno dopo giorno ed è difficile sia per chi ne soffre che per chi ti sta vicino. Nei momenti peggiori, quando sto proprio tanto male divento inerme, apatica, vuota, non ho voglia di parlare, di uscire, di lavarmi e vestirmi, mangio qualcosa perché mi viene chiesto e passo la giornata sul divano davanti alla tv ma la testa e lo sguardo sono persi chissà dove e spesso piango. Dormire la notte è molto difficile, sto sveglia per settimane poi quando il fisico non ce la fa più crollo e dormo anche per due giorni di seguito. La sofferenza è così grande che vedo la fine come unica via di uscita, ci penso spesso perché vorrei smettere di stare male e non penso nemmeno lontanamente a quanto faccio stare male chi mi vuole bene. Quando va un pochino meglio mi rendo conto di quanto faccio soffrire i miei cari, mi dispiace tantissimo e mi divorano i sensi di colpa, è una dura battaglia, davvero pesante, di solitudine (parlo di amici, non ne ho più, sono scappati tutti e non capiscono che invece scambiare due parole a volte basta per ridarmi un accenno di sorriso e svago), di malessere, di tristezza e a volte d'incomprensione e derisione, si perché c'è ancora chi, nel 2019, non ha capito che la depressione e le conseguenze che porta sono reali e maledette e solo chi ne ha sofferto sa di cosa sto parlando. 

Pensate al suicidio?
Membro Carenity • Animatore della community
Pubblicato il

Grazie mille @pseudonimo nascosto@pseudonimo nascosto‍ per le vostre testimonianze. Qualcuno vuole anche condividere la sua esperienza o scambiare consigli con noi? Un caro saluto. 

Pensate al suicidio?
Membro Carenity
Pubblicato il

l' autostima e un grosso problema che riguarda pure me se non ci credi tu per primo in te stesso non ci possono credere gli altri al posto mio o tuo, nessuno di noi e perfetto, certamente viviamo in un mondo non semplice in un mondo dove esiste poca empatia che quando sei giu' o depresso non ti senti capito, quindi comprendo benissimo cio che dici io fin da piccolo ne soffro dobbiamo essere noi per primi a crederci in noi stessi ma non sempre e facile.

Pensate al suicidio?
Membro Carenity
Pubblicato il

certo che ci penso essere depresso e come essere all inferno pero' se si puo' evitare si evita curandosi sopratutto autostima ,  essere depressi e bruttissimo non ti senti capito ti senti vuoto senza energie molli tutto cio che ti piaceva prima, isolato quindi ti capisco e capisco.

Pensate al suicidio?
Membro Carenity
Pubblicato il

hello ho scritto 4 libri anche se non sembra da come scrivo  ho un ottima  persona che mi correggeva gli errori di ortografia. solo per un minuto caravella editrice 2013,le chiavi del mio cuore 2012 sempre caravella editrice,  e l' ultimo quest anno in questo giardino libereria edizione, e ora sono esaurito depresso  . linguaggio semplice il mio.

Pensate al suicidio?
Membro Carenity
Pubblicato il

ho fatto 3 tentativi  in passato so che e sbagliato ma se uno e frustrato che non riesce a modificare la sua vita come vorrebbe se ci fosse un alternativa la userebbe no?