https://www.carenity.it/static/themes-v3/default/images/it/header/diabete-tipo-2.jpg

Pazienti Diabete tipo 2

4 risposte

57 visualizzazioni

Tema della discussione



Pubblicato il

I tuberi di topinambur, detti anche rapa tedesca o carciofo di Gerusalemme, possono essere utili nella dieta di alcune forme di diabete?

Inizio della discussione - 04/03/15

Tuberi di Topinambur


Pubblicato il

si assolutamente! facilitano la secrezione biliare verso l'intestino e il rilascio dell'urina (diuretici), agevolano la funzione digestiva e rafforzano l'organismo in generale. I tuberi di Topinambur si raccolgono in inverno, sono molto nutrienti e la cottura è simile alle patate, possono essere consumati anche crudi con sale e pepe :)

Tuberi di Topinambur


Pubblicato il

la sorpresa più grande è che questa pianta, che già immaginavo proveniente dall'Asia e reperibile solo in negozi specializzati, è in realtà un pianta infestante, ed in Italia si trova ovunque, dalle Alpi, sui margini dell'Adige dietro casa mia, fino in Sicilia!

Tuberi di Topinambur


Pubblicato il

Ho il diabete di tipo 2 e nonostante la buona volontà, non riesco a dimagrire, perchè quando inizio la dieta, mi compaiono subito scompensi glicemici ( ipoglicemia), con tremori, sudori ecc. Come mai? Cosa devo fare? Non posso continuare così, non sto bene con me stessa. Mi hanno consigliare di usare il ganoderma, cosa ne pensate?

Tuberi di Topinambur

• Membro Ambasciatore
Pubblicato il
Buon consigliere

Salute Rosa,

anch'io combatto col mio peso. Infatti sono alto 1.68 e peso 81 kg (il mio indice di massa corporeo peso/(altezza*altezza) è circa 29, mentre dovrebbe essere 25 massimo, per essere nella norma.

Io ho verificato che facilita molto il dimagrimento l'estratto di carciofo (senza alcool) che si può trovare in erboristeria. Nota bene tuttavia che io ho problemi di fegato grasso e perciò l'estratto aiuta il mio fegato a metabolizzare i grassi. In generale, tuttavia, non credo che le diete aiutino a dimagrire, perché se è vero che durante la dieta - quale che essa sia - si dimagrisce, quando si smette di fare la dieta si recuperano con gli interessi i chili persi. Quello che realmente aiuta è cambiare mentalità. Capire che il peso dipende dalla differenza fra calorie ingerite col cibo e calorie smaltite col movimento. Perciò da una parte occorre eliminare tutte le sostanze ad elevata concentrazione calorica come i grassi, insaccati e formaggi stagionati (7-8 kcal/g) e gli zuccheri complessi come gli amidi (dolci, pane, pasta, pizza, patate, banane) che hanno 4-5 kc/g. Sono ammessi, ma in quantità moderata, solo gli zuccheri della frutta, mangiata con la buccia, i quali, essendo accompagnati dalle fibre, non alzano l'indice glicemico. Per calmare la fame si possono fare abbuffate di ORTAGGI, FRUTTI VERDI, AGRUMI E VERDURE, come carote, finocchi, radicchio, kiwi, arance, pompelmi, accompagnate da noci (4) e mandorle.

Per smaltire calorie occorre fare sport. Vanno bene soprattutto bici, nuoto e lunghe camminate veloci.
Ma, alla fin fine, occorre accertarsi che non si mangi per nervosismo.

Se è così occorre cercare di evitare lo stress che, quasi sempre, nasce dalla nostra pretesa di cambiare gli altri.

Cerchiamo di coltivare i nostri interessi e le nostre passioni e lasciamo che gli altri facciano ciò che desiderano. Che cuociano nel loro brodo. Ognuno deve essere lasciato libero di sbagliare per conto suo.

Giuseppe

Discussioni più commentate