Disturbo bipolare e vita lavorativa

https://www.carenity.it/static/themes-v3/default/images/it/header/disturbo-bipolare.jpg

Pazienti Disturbo bipolare

19 risposte

320 visualizzazioni

Tema della discussione



Pubblicato il
Buon consigliere

Come si riesce a conciliare il disturbo bipolare con la gestione di un lavoro quale l'insegnamento? Grazie a chi risponderà 

Inizio della discussione - 17/02/16

Disturbo bipolare e vita lavorativa


Pubblicato il
Buon consigliere

tttt

Disturbo bipolare e vita lavorativa


Pubblicato il
Buon consigliere

Ho fatto dei lavori stagionali ed anche se sono stati un'esperienza breve ho risentito dello stress ma sono riuscita a completare il lavoro, quello che a me spaventa è il dover reggere per 9 mesi filati ..... ho continue fasi di di up e down e ho paura che finita l'università non riesca a portare avanti il lavoro. L'universita la sto riuscendo a gestire perché alla fine il periodo di stress, la sessione di esami, è un periodo limitato. Mi rivolgo a chi ha il mio stesso disturbo e conduce una vita professionale. Sarei davvero sollevata nel sapere che delle persone reali riescono a superare i disagi del disturbo bipolare

Disturbo bipolare e vita lavorativa


Pubblicato il
Buon consigliere

Invito tutti a rispondere a @fenice93 su questo tema interessante che sono sicuro riguarda diverse persone della comunity. Grazie, a presto

Disturbo bipolare e vita lavorativa


Pubblicato il
Buon consigliere

Cara fenice tu parli di vita lavorativa, di frequentare i corsi all'universita' niente da dire, complimenti ma se finora sei riuscita a conciliare  i tuoi studi con

una realta' difficile da gestire fatta di alti e bassi  e con l'aiuto immagino di

un sostegno farmacollgico e uno specialista  significa che il grado del dis-

turbo te ll permette e non sei certo l'unica  a lavorare pur essendo bipolare

io stesso conosco altri casi  del genere ma c'e' chi a un certo punto mette

da parte  tutto e abbandona pur con la laurea, altri che invece lottano ogni

giorno con se stessi  e con chi gli sta vicino e deve sopportare ma poi co-

munque ce la fanno.

Disturbo bipolare e vita lavorativa


Pubblicato il
Buon consigliere

Io vorrei dei consigli pratici sul come gestire le fasi down non avendo ripercussioni sul lavoro.... non so se devo mascherare la cosa o dire apertamente sin dall'inizio " gente sono bipolare"

Disturbo bipolare e vita lavorativa


Pubblicato il
Buon consigliere

Scusa, se le tue fasi "down" non hanno ripercussioni  ma comunque ricono-

sci di averle  forse ti sbagli, sono solo normali cambiamenti di umore che

abbiamo tutti , se poi davvero provi difficolta' a gestirle  qual'e' il ptoblema?

Forse ti senti afflitta c'e'un calo profondo nelle capacita di agire , in

questo caso bisogna intervenire   e se il lavoro e gli impegni  ti fanno stare

male  per vari motivi, lascia perdere tutto la salute viene prima di tutto, e

una volta stabilizzata  ritorni. Anche a me sono capitate cose simili;  la

prima volta quando lavoravo come assistente dentista e andava tutto alla

perfezione , ero attivo e  il lavoro mi piaceva ma poi improvvisamente ho

avuto un crollo e ho dovuto lasciare a malincuore. Un'altra volta e'suc-

cesso quando stavo frequentando in una scuola privata per  prendere il

diploma, anche in questo caso tutto bene all'inizio, l'insegnante era con-

tenta di me  per i risultati ottenuti ma arrivato il Natale il carico di lavoro

dato per le vacanze mi ha messo in crisi e sono ricaduto nelle depressione

di nuovo . Ho dovuto abbandonare tutto, mi sono ritirato con grande dispia-

cere e tra l'altro i  soldi non mi sono stati restituiti e se li sono tenuti loro.

Ho provato un gran sendo di colpa.

Disturbo bipolare e vita lavorativa


Pubblicato il
Buon consigliere

Io con tutta la terapia ho alti e bassi , il medico dice che la terapia arriva fino ad un certo punto che il grosso lo devo fare io ma non è facile soprattutto perché oltre la psicologa non ho nessuna persona veramente amica con cui mi senta libera di parlare dei miei sbalzi d'umore

Disturbo bipolare e vita lavorativa


Pubblicato il
Buon consigliere

I medici dicononsempre cosi'anche a me ,insomma cercano di responsabiliz-

zarti comunque. Ma quando ti trovi solo e con pochi aiuti se  non la famiglia

non conviene fare salti mortali perche'rischi di romperti le ossa  c'e' pur

se,pre la psicoterapia  che  attraverso l'analisi  puo' capire e intervenire.

Disturbo bipolare e vita lavorativa


Pubblicato il

Ciao, io non riesco a darti consigli..dipende il disturbo se è più o meno grave  (nonostante i farmaci)nel mio caso non riesco a prendere a breve,ne tantomeno a lungo termine impegni di lavoro..mi gestisco a giornata..

Discussioni più commentate