«
»

Top

8 luoghi comuni sulla schizofrenia!

Pubblicata il 27 dic 2021 • Da Candice Salomé

La schizofrenia è un disturbo mentale grave e cronico che colpisce oltre 23 milioni di persone nel mondo. La condizione è caratterizzata da distorsioni nel pensiero, nella percezione, nell'emozione, nel concetto di sé e nel comportamento. Tuttavia, la schizofrenia è curabile. L'obiettivo era quello di ridurre i sintomi della malattia e di promuovere l'integrazione sociale e professionale del paziente. 

Purtroppo, questa malattia psichiatrica è poco conosciuta e stigmatizzata e soffre di molti pregiudizi. 

Nel nostro articolo, sveleremo la verità sulla schizofrenia!

8 luoghi comuni sulla schizofrenia!

Dal Dottor Jekyll e Mister Hyde, passando per Psycho e Split, il cinema e la letteratura hanno alimentato molti cliché terrificanti sulla schizofrenia. Ancora oggi la società guarda questa patologia con sospetto. 

Nell'immaginario collettivo, i pazienti schizofrenici sono spesso violenti, incontrollabili e socialmente ritirati. 

Il termine "schizofrenico", erroneamente usato nel linguaggio quotidiano, è sempre pronunciato in un contesto negativo. 

In questo articolo, combatteremo le molte idee sbagliate sulla schizofrenia. 

I pazienti schizofrenici hanno una doppia personalità 

FALSO. Nella schizofrenia, non ci sono cambiamenti di personalità. La malattia è caratterizzata da deliri, allucinazioni, ritiro sociale, disorganizzazione del comportamento e del pensiero e mancanza di motivazione

I pazienti a volte parlano in abracadabra perché le loro emozioni non sono sempre in linea con l'affetto che dovrebbero esprimere. Per esempio, possono ridere in un contesto triste e, al contrario, piangere in un momento di gioia. Tuttavia, non adottano personalità diverse dalla loro.

I pazienti schizofrenici sono pericolosi 

FALSO. La malattia mentale è spesso menzionata nelle storie di crimine. Tuttavia, circa l'1% degli assassini sono diagnosticati come schizofrenici. Questa idea preconcetta è quindi molto stigmatizzante per loro. 

Inoltre, i pazienti schizofrenici sono vulnerabili: hanno 7 volte più probabilità di essere vittime di aggressioni rispetto alla popolazione generale. 

Inoltre, la loro sofferenza interiore è tale che la loro aggressività è rivolta contro se stessi. Quasi il 40% dei pazienti schizofrenici tentano il suicidio nel corso della loro vita e il 10-15% di loro pone effettivamente fine alla propria vita

La schizofrenia è una malattia rara 

FALSO. Secondo l'ultimo grande barometro della schizofrenia realizzato da Opinionway, una grande maggioranza dei francesi crede che questa patologia colpisca 1 persona su 10.000. Tuttavia, si tratta di 1 persona su 100 che viene diagnosticata. 

Tuttavia, nell'immaginario collettivo, abbiamo l'impressione che sia una malattia rara perché i pazienti schizofrenici sono esclusi dalla società, ne incontriamo pochi. Inoltre, quando qualcuno vicino a noi è colpito, tendiamo a nasconderlo a chi ci circonda. 

Eppure questo è un problema di salute pubblica. È importante essere in grado di prendersi cura e accogliere questi pazienti nella società con la loro disabilità mentale.

I pazienti schizofrenici non possono lavorare 

VERO e FALSO. Molti pazienti affetti da schizofrenia, grazie al loro trattamento, sono in grado di lavorare, sia in un ambiente ordinario che protetto. 

Alcuni, a causa della gravità dei loro sintomi, non possono svolgere una professione, ma per altri, una professione adattata permette loro di essere ancorati alla realtà e può persino diventare un fattore terapeutico determinante

Tuttavia, il lavoro non dovrebbe essere visto come un'ingiunzione. I pazienti sperimenteranno fasi di astinenza, a volte anche crisi deliranti, impedendo loro di lavorare per un po'.

I pazienti schizofrenici sono mentalmente ritardati 

FALSO. La schizofrenia non colpisce le capacità intellettuali dei pazienti, ma piuttosto l'uso di queste capacità. I disturbi legati alla schizofrenia possono interferire con funzioni come l'attenzione, la memoria, l'apprendimento e la comprensione

Inoltre, il livello intellettuale delle persone affette da schizofrenia varia come nel resto della popolazione. Per esempio, il matematico John Forbes Nash, vincitore del premio Nobel per l'economia nel 1994, era schizofrenico

I pazienti schizofrenici soffrono principalmente di allucinazioni 

FALSO. Le allucinazioni sono effettivamente i sintomi più "visibili", ma non sono gli unici. Queste allucinazioni sono associate a deliri, mancanza di motivazione e pensiero disorganizzato

Queste allucinazioni, percepite dal paziente come reali, possono assumere diverse forme: visive, olfattive e soprattutto uditive. I pazienti sentono voci insultanti e autodenigratorie.

Tuttavia, ci sono forme di schizofrenia con poche o nessuna allucinazione. La malattia si manifesta in modo diverso da paziente a paziente, con vari gradi di gravità. 

Il ritiro sociale e le difficoltà cognitive sono le manifestazioni più invalidanti della malattia. L'OMS ha classificato la schizofrenia come una delle 10 malattie più invalidanti del mondo

La schizofrenia è una malattia incurabile

FALSO. Quando il paziente è trattato in modo appropriato, con un trattamento neurolettico a lungo termine, psicoterapia e supporto psicosociale, i sintomi della schizofrenia regrediscono. 

Se trattata in tempo, la schizofrenia migliora sempre di più. Tuttavia, a causa del forte stigma legato alla malattia, il tabù che genera e la mancanza di conoscenza su di essa, il trattamento è generalmente ritardato di una media di 18 mesi

Infatti, l'entourage del paziente spesso confonde le prime manifestazioni della malattia con una crisi adolescenziale. Tuttavia, è importante prestare particolare attenzione al minimo segnale allarmante: ritiro, perdita di interesse, abbandono della scuola, problemi di attenzione o insonnia, ecc. Più precoce è il trattamento, maggiori sono le possibilità di stabilizzazione e di remissione.

La schizofrenia è causata dall'uso di droghe 

VERO e FALSO. Esiste un dibattito su questa affermazione. Le persone con schizofrenia tendono a usare alcol o altre sostanze psicoattive. Tuttavia, secondo gli scienziati, sarebbe una scorciatoia pericolosa fare di questo consumo un fattore scatenante. Se l'uso di droghe causasse la schizofrenia, ben oltre l'1% della popolazione ne sarebbe colpita. 

Tuttavia, alcuni studi epidemiologici sembrano mostrare che grandi quantità di cannabis usate da persone con un background ad alto rischio potrebbero favorire l'emergere della malattia. 

Avete trovato utile questo articolo? 

Cliccate su "mi piace" o condividete i vostri sentimenti e le vostre domande con la comunità nei commenti qui sotto!  

Forza a tutte e tutti!

1
avatar Candice Salomé

Autore: Candice Salomé, Redattrice di Salute

Creatrice di contenuti presso Carenity, Candice è specializzata nella scrittura di articoli sulla salute. Ha un interesse particolare nei campi della psicologia, del benessere e dello sport. 

Candice ha... >> Per saperne di più

Commenti

Ti piacerà anche

La depressione nel 2030 sarà la malattia più diffusa nel mondo

Schizofrenia

La depressione nel 2030 sarà la malattia più diffusa nel mondo

Leggi l’articolo
Come sostenere un parente affetto da una malattia mentale ?

Schizofrenia

Come sostenere un parente affetto da una malattia mentale ?

Leggi l’articolo
Dormire solo 6 ore porta ansia e depressione

Schizofrenia

Dormire solo 6 ore porta ansia e depressione

Leggi l’articolo
Depressione: il sintomo di cui nessuno parla mai viralizzato su Twitter

Schizofrenia

Depressione: il sintomo di cui nessuno parla mai viralizzato su Twitter

Leggi l’articolo

Discussioni più commentate

Scheda malattia