Mamma di una ragazza con schizofrenia

/static/themes-v3/default/images/default/home/bg-generic.jpg?1516194360

Pazienti Schizofrenia

17 risposte

172 visualizzazioni

Tema della discussione



Pubblicato il

Sono la mamma di una ragazza che soffre di schizofrenia.Chi vuole parlare con me,mi puo' contattare.Grazie!Ciao!

Inizio della discussione - 21/08/15

Mamma di una ragazza con schizofrenia


Pubblicato il
Buon consigliere

Ciao Patti1;

mi sono iscritto in questo sito a meta luglio, negli stessi giorni del tuo messaggio. Ho iniziato la discussione "depressione", dove ho descritto, e descrivo tutt'ora, i miei problemi e le mie piccole conquiste. Come puoi ben capire dal nome della mia discussione su questo portale, ho iniziato a scrivere perché convinto di soffrire di un forte stato confusionale emotivo, che non ho saputo descrivere se non con la parola depressione. Nel corso di questo mese sono entrato in contatto con diverse persone che soffrono di questo male. Leggendo i loro post ho iniziato a sviluppare un'idea ben precisa di depressione, come un idea più accurata dei miei problemi, e sono giunto ad una cosa: non sto vivendo uno stato depressivo. Il mio umore è troppo ballerino, concedendomi nel corso della giornata esaltazioni e forti scoramenti, e la mia fantasia sfrenata e incredibilmente viva. E proprio di questa fantasia ti voglio parlare. La mia immaginazioni mi gioca brutti scherzi: è indomita, irruenta e colpisce sotto la cintola. Mi distrae facilmente, alcune volte mi tiene lontano dagli altri, e interviene con troppa frequenza e troppa forza. Fa di più: mi fa parlare da solo. Trattengo discorsi con amici e parenti, o anche solo con conoscenti, oppure con persone che non ho mai incontrato, come personaggi famosi.  So e vedo che non sono con me, infatti non perdo mai completamente coscienza quando trattengo discorsi con loro, ma è come se li vedessi. Sembra una sciocca contraddizione quello che ho scritto, ma è la verità: i miei personaggi sono dentro di me, parlando amabilmente con me, mi lasciano tutto lo spazio che voglio, non sono tiranni ne mi obbligano a fare qualcosa, insomma la situazione è sempre sotto il mio controllo. Ma quando parlo con loro, cerco il contatto visivo, anche se davanti a me vedo coscientemente un muro bianco. Credo che siano una forma di pre allucinazione. Perdonami il neologismo ma non so proprio come definire tutto questo. Ti chiedo la tua opinione: forse non sei medico, ma leggo che hai una esperienza. 

Ti ringrazio

Mamma di una ragazza con schizofrenia


Pubblicato il

Ciao patti  non so se questo messaggio ti potrà essere utile ... la schizofrenia è una delle malattie che mi ha sempre ""incuriosito"", credo che le malattie mentali abbiano molto a che fare con l'animo e con il nostro aspetto umano e per tanto penso che uno dei modi per aiutare chi soffre di queste patologie è dare loro umanità, compresione  ed anche  nella scelta dell'eventuale  esperto o terapeuta  è importante secondo me la scelta della persona giusta, di quella con quella scintilla in più che oltre il suo lato professionale riesca ad amalgamarsi ed armonizzarsi con il nostro essere.

Qualsiasi domanda tu voglia fare,o qualsiasi sfogo tu voglia pubblicare fa pure xd

Mamma di una ragazza con schizofrenia


Pubblicato il

Ciao,Alessandro 14. Hai ragione: non sono un medico.Pero' capisco quello che mi scrivi e descrivi. Se posso,vorrei fare delle considerazioni con te e tu sei assolutamente libero di accettarle o meno. Non mi dici se ti sei rivolto ad un medico o se stai cercando di uscirne da solo,cercando su internet,leggendo,parlando.Ti vorrei chiedere: se ti fa male la schiena,vai dall' ortopedico,vero?! Se stai male dentro e' uguale: serve una persona che sappia quello che bisogna fare.Vedo che soffri e non sai cosa ti sta succedendo,ma la mia seconda considerazione e' che ti stai un po' crogiolando li' dentro.SCUSA. Penso che devi fare qualcosa,ma non ti conosco e non so cosa hai gia' fatto finora.Facciamo una cosa: se ti va di parlare ancora con me, scrivimi di te e spiegami meglio.Io sono qui quando vorrai.

Mamma di una ragazza con schizofrenia


Pubblicato il

Ciao Manu 6595.Ti assicuro che ogni parola che mi viene rivolta e' come l'acqua quando hai sete.Non e' mai facile vivere con un parente malato,ma se la malattia e' mentale e'peggio.Non riconosci piu' il tuo caro,e' come se non avesse sentimenti,non sai mai cosa pensa perche' non te lo dice e se te lo dice non sai se crederci.Come sarebbe piu' facile se si trattasse di una lesione fisica!E' giusto quello che dici,che le malattie mentali coinvolgono il nostro animo e i malati vanno trattati con umanita' e comprensione.Il fatto e' che non sai mai se quello che fai va bene o se fai peggio o se e' stato recepito.Non puoi fare niente per essergli piu' vicina.Ti ringrazio di avermi ascoltata e se ti va scrivimi ancora.Ciao!

Mamma di una ragazza con schizofrenia


Pubblicato il
Buon consigliere

Ciao Patti1;

Attualmente sono in cura da uno psicoterapeuta e ho prenotato una visita dallo psichiatra. Ho voglia di curarmi e sto iniziando a prendermi cura di me stesso. Ma torno a chiederti: cosa pensi di ciò che ho descritto nel commento precedente? Ti ho descritto dei sintomi: che ne pensi?

Mamma di una ragazza con schizofrenia


Pubblicato il

Credo che essere dei "malati mentali" sia un po' come essere degli ammalati di serie B, delle volte. C'è tanta compassione per molte malattie come il cancro ad esempio, ma per quelle mentali ce n'è sempre troppo poca, e questo penso abbia a che fare col pensiero comune che patologie come la depressione siano "autoindotte", per non parlare poi dello stigma che accompagna questo tipo di malati. La societòà decide cos'è la norma, e qual è un comportamento anormale, e lo etichetta fortemente.

La cosa pià giusta da fare in questi casi, forse, é partire da sé; perché prima di tutto va scardinato quel senso di colpa/impotenza/inadeguatezza che ci si trova a provare. Un malato ha già perso in partenza quando si sente come tale, secondo me. Il grande "valore" che aggiungono le malattie mentali, é quello di farci capire quanto dietro la definizione di malato, ci siano delle persone. Allora non ci serve più sapere che antibiotico prendere  o quale intervento fare, ci serve prima di tutto recuperare quelle parti di noi che ci hanno fatto ammalare. Gli studi sono molto contraddittori sotto questo punto di vista, si contendono l'origine delle malattie mentali tra cause genetiche e fattori ambientali. Una persona affetta da schizofrenia ha un mondo dentro che é difficile da comprendere ... La sua vita si caratterizza di eventi, come le allucinazioni, che agli occhi degli altri sono pura follia, eppure per quel "malato" é realtà quotidiana.

Questa é una patologia per la quale ancora non si conosce cura, però ci sono casi in cui intervenendo in tempo, tra medicine e psicoterapia, si possono controllare molto i sintomi; ma come ho detto già altre volte, la cosa più importante é trovare la persona giusta, di questo sono  fermamente convinto.

Mamma di una ragazza con schizofrenia


Pubblicato il

Ciao,Alessandro 14.Ribadisco che non sono medico,ma se il mio parere ti puo' incuriosire ti diro' che secondo me il tuo e' bipolarismo.L'alternarsi degli stati d'animoQuello che tu chiami pre-allucinazioni non sono allucinazioni,in quanto hai sempre il controllo mentale su di essi.La schizofrenia ha tanti aspetti,ma le allucinazioni sono vere.Se vuoi, cerca su un motore di ricerca il test per il bipolarismo.Potrai cosi' verificare o escludere la malattia.Spero che il medico che hai trovato sia di tua fiducia,e' molto importante.Ti faccio tanti auguri.Ciao!

Mamma di una ragazza con schizofrenia


Pubblicato il
Buon consigliere

Volevo farti una domanda in merito ai test. Non credo che in internet si possano trovare test attendibili o simili a quanto poi viene fatto in presenza di uno psichiatra; proprio per questo vorrei sapere di che natura sono questi test da te, come si svolgono e quanto siano affidabili. Grazie mille patti1.

Mamma di una ragazza con schizofrenia


Pubblicato il

Ciao Alessandro 14.I test di cui ti parlavo sono simili a quelli fatti dal medico.Simili,non uguali.Vengono elencati uno alla volta i sintomi piu' eclatanti del bipolarismo e ci sono le varie risposte che si possono dare.Esempio:noti un aumento dell'aggressivita'?si',no,poco.In pratica vai a escludere o confermare il disturbo, se noti di avere i principali sintomi.Ovvio che i risultati andrebbero valutati da uno specialista,anche per capire se c'e' un certo grado di gravita' o si tratta di sintomi riconducibili ad altre malattie.E' un po' come quando vai su un sito a leggere l'elenco dei sintomi di una malattia che ti interessa e ti dici:ce l'ho anch'io oppure no.Tutto qui.

Discussioni più commentate