/static/themes-v3/default/images/default/home/bg-generic.jpg?1516194360

22 risposte

476 visualizzazioni

Tema della discussione


• Membro Ambasciatore
Pubblicato il
Buon consigliere

Ciao A tutti, Qui parlero' dell' Erba Legale e di tutti i Suoi Benefici sul Corpo Umano sotto ogni aspetto, Sigle usate,  Uso, Dosi e consigli per la cura di Svariate Patologie scientificamente Provate da tutti i Laboratori Mondiali ed ammesse dalla Sanita' solo per uso Personale e Curativo. Stiamo Parlando di cio' che fino a poco tempo fa' era illegale {Cannabis ,Marijuana, Canapa } ma visto gli effetti positivi quasi immediati di milioni di Pazienti " Guariti" con le loro Testimonianze e con prove alla mano e svariati Test effettuati su tali pazienti,  an deciso di renderla Legale ed a prezzi accessibili a Tutti  per uso Terapeutico Curativo, perche'  Tutti Hanno lo stesso diritto di.... Curasi!

By Eureka ! 

Inizio della discussione - 20/11/19

Cannabis Marijuana Canapa

• Membro Ambasciatore
Pubblicato il
Buon consigliere

TUTTI GLI EFFETTI DELLA CANNABIS LEGALE (MARIJUANA LIGHT) SULL’ORGANISMO UMANO.

La legge del 2 dicembre 2016, n.242 regolamenta la produzione ed il commercio della marijuana legale, consentiti laddove la concentrazione di THC  della Cannabis sativa sia inferiore allo 0,2%

iniziamo col dire che ......

L'acquisto di marijuana legale andrebbe sempre effettuato presso negozi specializzati che vendano prodotti di qualità e, soprattutto, controllati.   il Negoziante propone cannabis light con tracciatura certificata, e coltivata in filiere italiane. I livelli di THC (tetracannabidiolo), la sostanza più pericolosa in quanto psicoattiva, sono sempre inferiori allo 0,2%, quindi ben al di sotto della soglia di sicurezza.   Ciò garantisce un prodotto naturale che apporta solo benefici al consumatore e può essere utilizzato senza timori.   Le coltivazioni, inoltre, sono biologiche, ed idroponiche per cui non vengono impiegati diserbanti o altri prodotti chimici nocivi per la salute.

Il CBD, ovvero il cannabidiolo, rappresenta la componente più versatile della marijuana legale che ha proprietà distensive e rilassanti quindi è un ottimo elemento che agisce contro ansia, insonnia e altri disturbi di tipo psicosomatico.   Da molti studi si evidenzia che intervenga direttamente sui livelli di dopamina, l'ormone che aiuta a migliorare l'umore, quindi funziona ottimamente anche come antidepressivo naturale.   Utilizzata fin dai tempi antichi da cinesi ed egizi, la canapa ha effetti anticonvulsivanti, antinfiammatori e antiossidanti.  Non solo, quindi, è un valido alleato contro i dolori di ogni tipo, ma combatte anche le infiammazioni che spesso ne sono causa diretta. L'effetto anti-invecchiamento può essere sfruttato anche nei prodotti per la pelle o per il corpo a base di CBD, quali creme o shampoo specifici. Ma quello più largamente acquistato e utilizzato è, senz'altro, l'olio CBD.

Questo olio è un estratto che può essere impiegato sia nel semplice uso quotidiano che in ricette dolci e salate Si può creare, per esempio, un ottimo burro al CBD, da usare come base in cucina: basta tritare finemente circa 5 grammi di fiori di canapa e tostarli in forno per un'ora; a parte, bisognerà incorporare 250 grammi di burro (o margarina) a mezzo litro d'acqua e creare un composto prestando attenzione a non farlo mai bollire.  Sciolto tutto il burro, bisognerà aggiungere la canapa tostata e continuare la cottura finché il composto non si sarà quasi del tutto asciugato. A questo punto, basterà filtrare il liquido in eccesso con un colino e porre il burro così ottenuto in freezer perché solidifichi bene, prima di conservarlo in frigo e impiegarlo in qualunque ricetta.

Gli appassionati di cucina, però, utilizzano l'olio CBD in una moltitudine di modi diversi del tipo >>>  può essere aggiunto a gocce come condimento a crudo su pasta, insalate, secondi piatti di carne o pesce, oppure costituire l'impasto della pasta stessa, di un dolce più o meno elaborato (torta o biscotti) e persino trovarsi in una buona tisana rilassante. Molti chef, o aspiranti tali, scatenano la fantasia per creare ricette sempre originali e innovative.

Il gusto della canapa sativa, inoltre, non è sempre lo stesso  è possibile orientarsi su una scelta davvero variegata: vi è quella al gusto di bubble gum, davvero dolce e peculiare che ha origine nello Stato dell'Indiana,  oppure le varietà di colore viola, belle anche da vedere, tra cui la Bubblegum o la Mango Haze,   la sua crescita è determinata dall'escursione termica importante tra il giorno (caldo) e la notte (fresca).   Vi sono anche gusti fruttati che ricordano il melone, la fragola e il limone o altri più forti e decisi.  Nei negozi specializzati  è possibile trovare questo e molto altro senza mai rinunciare alla qualità e alla sicurezza del prodotto.

Ebbene, pacchetti o barattoli di marijuana light sono liberamente acquistabili nei negozi che hanno deciso di dedicarsi a questo tipo di mercato.

La legge, tuttavia, presenta dei vuoti normativi,  essendo per lo più indirizzata al settore agricolo, ovvero alla coltura della canapa industriale, viene sancita la legalità della compravendita della cannabis light, ma non il suo uso a scopo ricreativo.

Pertanto è opportuno che il consumo avvenga in discrezione, in quanto, pur essendo tollerato, potrebbe ancora costituire un reato amministrativo.

Perché consumare cannabis legale: gli effetti positivi
La popolarità del consumo di cannabis legale è legata ai due principali metaboliti contenuti nei semi, nelle foglie e nelle inflorescenze: il THC e il CBD.

Il THC (tetraidrocannabinolo) è il metabolita psicoattivo, motivo per cui la marijuana è stata bandita per decenni (la cannabis è stata dichiarata illegale a partire dal 1937, con il Marijuana Tax Act, firmato da Franklin D. Roosevelt).

Nella marijuana legale in Italia le concentrazioni di THC non devono superare il limite tollerato dello 0,6%, motivo per cui essa è nota anche come “erba che non sballa”.

Il CBD (cannabidiolo) è, invece, un metabolita non psicoattivo, con accertati effetti ansiolitici, antiossidanti, antinfiammatori, anticonvulsionanti, antidistonici e antipsicotici.

I cultori della cannabis solitamente apprezzano maggiormente concentrazioni di THC superiori a quelle consentite dalla legge per via degli effetti psicotropi. Il THC, infatti, determina il rilascio della dopamina, provocando spesso sensazioni di:

euforia
aumento dell’appetito
prostrazione
rilassamento
percezioni uditive alterate
disorientamento nello spazio e nel tempo.
Il THC presenta anche effetti collaterali quali ansia, paranoia e stanchezza.

Nella marijuana con alti contenuti di THC, l’altro metabolita, il CBD, agisce parallelamente al primo, prolungandone l’azione analgesica e attenuandone, invece, alcuni effetti collaterali come l’accelerazione del battito cardiaco, della respirazione e l’aumento della temperatura corporea.

L’erba legale, con quantità di THC irrisorie, comporta unicamente gli effetti derivati dall’assunzione di CBD: rilassamento e scomparsa dei segni della stanchezza, dolori , Artrite ed altre patologir che man mano andremo ad esaminare .

By Eureka !

                                                                                                                                                         >>>>  Continua >>>>>

Cannabis Marijuana Canapa


Pubblicato il

Molto interessante. Grazie di 

Cannabis Marijuana Canapa

• Membro Ambasciatore
Pubblicato il
Buon consigliere

Grazie a Te ! e Buona parte dei 565 Amici che mi .... Seguite !

https://member.carenity.ithttps://www.carenity.it/forum/autre-discussioni/buono-a-sapersi/eureka-le-mie-rubriche-1724

By |Eureka ! 

Cannabis Marijuana Canapa


Pubblicato il

@EUREKA grazie!!!

Cannabis Marijuana Canapa

• Membro Ambasciatore
Pubblicato il
Buon consigliere

Allora Continuando per riprendere il discorso magari leggermente ripetitivo giusto per far comprendere L° ENORME importanza che Migliaia di Pazienti an trovato la Loro Soluzione in svariati campi di molte Patologie anche immuni,.  Si  Sembra strano che una pianta faccia Quasi dei " Miracoli " anche sé  stata usata da millenni dai nostri Avi " Tempi A.C  e D.C °  per poi essere stata  vietata perché Funzionava troppo e le case Farmaceutiche ed il colossi non potevano Guadagnare vendendo i loro Farmaci che .... guarda caso ..... contenevano e contengono tale  sostanza ancora oggi. 

Ora vediamo come viene  venduta :   Come Olio, Semi, Cerotti, Creme , Spray, Gocce, Fiori, Steli, Radici, Foglie , Erba, Decotti , estratti, Creme,Cristalli,  Gel, Unguenti, E-Liquidi, Balsami, Lozioni etc...etc... 

Quali Patologie si possono Curare 

ictus,

Varie disfunzioni ,

demenza, emicranie ,

disturbi dell'umore,

disturbi psichiatrici,

Schizzofrenia,

depressione,

apatia,

disturbi della personalità,

cefalea,

confusione ,

convulsioni,

epilessia ,

Artrite e Osteoporosi,

Lupus,

Fibromialgia ,

Varie Fratture,  Varie infezioni,  varie Infiammazioni,

Isonnia,

Emicrania,

Orticaria,

Dolori e spasmi delle Mestruazioni,

Dolori muscolari,

Difese Immunitarie,

Dolori articolazioni ,

Salute della Pelle e dei Capelli,

Matabolismo,

Funzioni degli Organi,

Funzioni Cardiovascolari,

Circolazione,

Convulsioni,

Spasmi,

Ansia, 

Nausee,

HIV,

Psoriasi,

Acne,

Malattie Neurodegenerative, 

Radicali Liberi,

Diabete 1 , Diabete 2 ,

Colon Irritato,

Appetito,

Stress.

Patologie Neurogenerative, 

Patologie Autoimmuni,

Morbo di Cron, etc..etc...  

Attualmente sperimentato su Oltre 638 casi tra Tumori, Metastasi, con risultati eccellenti  e potrei continuare ma mi fermo qui per ora .

Ovviamente come tutte le cose bisogna sapere..... il  Come , Cosa , Quanto e Quando assumere chiedendo al Negoziante o al vostro Medico anche sè ne dubito , ci sono pochissimi medici aggiornati ma  visto che.. ne Parlano Giornali, TG, Web, Riviste speciali tutto da quando non e piu° Vietata .

Entriamo nello Specifico delle Sostanze e Sigle 

By Eureka !

>>>>>  continua >>>>>  

Cannabis Marijuana Canapa

• Membro Ambasciatore
Pubblicato il
Buon consigliere

Il CBD: che cos'è e quali sono le sue proprietà curative

il CBD, o cannabidiolo, è la seconda sostanza più abbondante presente nella Cannabis: non è psicoattivo, non crea assuefazione e ha una vasta gamma di applicazioni terapeutiche.

Molte persone iniziano ad apprezzare il CBD e i suoi benefici, e diversi studi scientifici stanno portando avanti ricerche sugli effetti e sulle possibili applicazioni. L'interesse da parte della comunità scientifica per il potenziale terapeutico del CBD è sempre maggiore, è già stato utilizzato in diversi studi per il trattamento di numerose problematiche di salute ed è oggi riconosciuto tra gli elementi principali della "Cannabis Terapeutica".

CBD vs. THC: le differenze
La Cannabis, o canapa, è una pianta angiosperma appartenente alla famiglia delle Cannabaceae ed è costituita da diversi elementi, tra cui spiccano le cosiddette sostanze cannabinoidi ovvero il THC (tetraidrocannabinolo) e il CBD (cannabidiolo).

Il THC è l’elemento psicoattivo che provoca nel consumatore sensazioni di euforia, rilassamento, percezione spazio-temporale, e, all’interno del corpo, si lega ai recettori CB1, la cui stimolazione rende conto degli effetti euforizzanti dei cannabinoidi ma anche della loro azione antiemetica, antiossidante, ipotensiva, immunosoppressiva, antinfiammatoria, analgesica, antispastica e stimolante dell'appetito.

Il CBD, invece, è un cannabinoide non psicoattivo e agisce in modo diametralmente opposto: si lega ai recettori CB2, che si trovano sulle cellule T del sistema immunitario e a livello del sistema nervoso centrale. La stimolazione dei recettori CB2 sembra essere responsabile principalmente della azione anti-infiammatoria e immunomodulatrice dei cannabinoidi.

In parole povere quindi, il THC altera le mente, mentre il CBD stimola la guarigione, consentendo di trattare l’ansia, la psicosi, i vuoti di memoria e disturbi come l’epilessia e la schizofrenia. Non producendo effetti psicotropi il CBD è legale nella maggior parte dei paesi del mondo.

Qual è il modo migliore di assumere CBD?
In commercio si possono trovare diverse tipologie di prodotti a base di olio di Canapa e CBD, ottenuti a seconda della tecnica di estrazione usata. È importante sottolineare che la materia vegetale di partenza utilizzata per produrre gli estratti di CBD appartiene alle varietà di cannabis iscritte al registro comunitario europeo e ammesse alle coltivazioni a uso industriale. Questi estratti, da cui viene rimosso il THC, vengono poi monitorati per valutarne sia gli aspetti qualitativi e quantitativi dei cannabinoidi che le loro caratteristiche microbiologiche.

Olio di CBD
L’olio di CBD è disponibile in varie concentrazioni e il suo punto forte è rappresentato dalla versatilità di utilizzo. Per ottenere l’olio di CBD, l'estratto viene diluito con olio di semi di canapa: questa soluzione permetterà di ottenere, quindi, le varie tipologie di oli presenti in commercio. Può essere assunto per via sublinguale, essere aggiunto agli alimenti e alle bevande che consumiamo quotidianamente, ungendosi il corpo o ingerito sotto forma di capsule. Gli effetti dell'olio di CBD vengono percepiti più rapidamente quando viene assunto per via sublinguale. Questa tecnica d'assunzione garantisce dosaggi molto precisi e costanti e consente di ottenere gli effetti desiderati in tempi estremamente ridotti (dai 5 ai 20 minuti), in quanto il CBD viene direttamente assorbito dal flusso sanguigno del tessuto sublinguale.

Le capsule gel sono l’alternativa all’olio che permette di evitare il  sapore e gli sprechi o i sovradosaggi, avendo ogni capsula un contenuto di CBD standard. Rispetto alla tecnica sublinguale, l'ingestione di capsule richiede qualche minuto in più per fare effetto, ma rimane un metodo molto usato dalle persone dal palato più delicato. 

Cristalli di CBD
I cristalli sono la forma più pura del cannabidiolo (CBD): per ottenerli, gli estratti di CBD subiscono varie fasi di trasformazione e raffinazione, che conducono man mano a ottenere una sempre maggiore purezza nel prodotto finale.    Una volta superata la soglia dell'80% di purezza del CBD all'interno dell'estratto, questo inizia a solidificare o, usando il termine specifico, a cristallizzare. Il processo di raffinazione prosegue fino a eliminare tutto ciò che non sia cannabidiolo puro e ottenere un estratto finale puro al 99% e oltre.

E-liquid
Il CBD può essere assunto come liquido all’interno di una sigaretta elettronica.   L’inalazione di vapori consente di evitare i pericoli legati al fumo e ai processi di combustione ed è un modo efficace per assorbire velocemente i cannabinoidi,   i cui effetti sono quasi istantanei: si potrà quasi immediatamente ottenere maggior rilassatezza e i sintomi legati al dolore vengono drasticamente ridotti.

Prodotti topici e cosmetici
L’uso di prodotti topici a base di CBD è indicato per le persone che soffrono di condizioni dolorose e/o croniche come l’artrite: si possono trovare sotto forma di unguenti, balsami o lozioni e vengono direttamente applicati nelle zone interessate per dare sollievo al dolore e ridurre le infiammazioni. Il CBD viene sempre più utilizzato anche in cosmetica: creme, balsami e pomate dopo sole diventano così ancora più efficaci, grazie al potere coadiuvante del CBD nell'azione delle altre sostanze nutritive presenti nel prodotto. 

I benefici
Sempre più studi stanno confermando l'efficacia del CBD nel trattamento di diversi problemi di salute. Questo cannabinoide si sta dimostrando efficace come farmaco di prima scelta per una vasta gamma di condizioni e patologie.  Risulta un potente alleato nel combattere i disturbi più diversi, come convulsioni, spasmi muscolari, ansia, nausea, dolore cronico, infiammazioni, insonnia e molto altro ancora. Le sue proprietà principali sono:

Antiepilettico e antispasmodico
L’olio di CBD sta diventando la prima scelta per chi soffre di Varie  patologie che provocano convulsioni, in particolare per le persone che assumono medicinali antiepilettici non più efficaci nel controllarne i sintomi.          Il CBD, grazie alla sua azione anticonvulsivante, fornisce un valido supporto nelle terapie per l’epilessia infantile, come quella causata dalla sindrome di Dravet.

Ansiolitico e antipsicotico
Il CBD riduce significativamente due importanti forme di ansia, ovvero il disturbo ossessivo compulsivo e quello post traumatico. È particolarmente efficace come antipsicotico e come rimedio contro ansia e stress e viene sempre più usato per combattere insonnia e depressione.

Analgesico 
I prodotti a base di CBD riescono a ridurre rapidamente il senso di nausea e hanno un alto grado di digeribilità, stimolano l’appetito e alleviano i dolori,  per questo vengono efficacemente utilizzati come coadiuvante nelle terapie antitumorali e come sostegno nel trattamento dell’HIV. Hanno un effetto rilassante e sedativo, riducono infiammazioni e tensioni, riuscendo ad alleviare la sintomatologia dolorosa associata a diverse patologie; inoltre sono ottimi alleati nel contrastare l’asma e controllare diabete e glicemia. 

Antinfiammatorio e antiossidante
Il CBD, grazie alle sue proprietà antinfiammatorie, costituisce un valido aiuto nel trattamento di patologie della pelle come la psoriasi, aiuta a curare l’acne, idrata e ammorbidisce la cute grazie agli acidi grassi essenziali. Inoltre, grazie agli antiossidanti che combattono i radicali liberi, svolge un’importante funzione anti-age e protegge il cervello da possibili patologie neurodegenerative.

Dove acquistarlo
L’olio di CBD è assolutamente legale in Italia, come anche in quasi tutto il resto d’Europa, e può essere, perciò, acquistato senza bisogno di presentare alcuna ricetta medica. Può essere facilmente reperito sul web o nei negozi specializzati, in concentrazioni comprese tra il 3 e il 30%, sotto forma di olio, creme a utilizzo topico e in molti altri formati. Prima di acquistare un qualsiasi prodotto contenente cannabinoidi, assicuratevi che sia di ottima qualità e che i principi attivi vengano estratti dalle infiorescenze senza ricorrere a solventi potenzialmente dannosi per la salute.

Il CBD non ha particolari effetti collaterali, tuttavia non deve essere considerato un'alternativa alla medicina tradizionale e si dovrebbe sempre richiedere il parere di un medico prima di usarlo come integratore. L'effetto secondario più comune quando si assume CBD è la sonnolenza: evitate di mettervi al volante o di usare macchinari pesanti nel periodo iniziale di assunzione.

>>>>  Continua >>>>

Cannabis Marijuana Canapa


Pubblicato il

@EUREKA‍ vorrei sapere se assumendo solo CBD, senza THC  quindi senza la sostanza psicoattiva, si incorre in sanzioni in caso di guida di veicoli. 

Cannabis Marijuana Canapa

• Membro Ambasciatore
Pubblicato il
Buon consigliere

Assolutamente No ! @MILETTA‍  eliminando  THC non corri rischi !!!  é innocuo 

il CBD  é Legale sotto tutti i punti della Legge e serve Solo per le Patologie descritte + Altre 

By Eureka ! 

Cannabis Marijuana Canapa

• Membro Ambasciatore
Pubblicato il
Buon consigliere

Gli Effetti del CBD 

Ormai sono molte migliaia le persone che usano prodotti derivati dalla cosiddetta Cannabis "light", cioè quella con un livello di THC inferiore, stando alla legge italiana, allo 0,2%. Questo perché nonostante la mancanza dell'effetto psicoattivo del THC, nell'"erba legale" è comunque presente il cannabidiolo, più comunemente detto CBD .

Negli ultimi anni, in nome della sua legalità, il CBD è finito in commercio sotto forma di oli essenziali, campioni di germogli di marijuana da collezionare, creme per la pelle, tisane, gocce da assumere mettendole sotto la lingua, farine e così via all'infinito.     Se l'impennata dei consumi di CBD è stata piuttosto decisa per la sua efficacia.   Dal CBD preso in maniera corretta ci si cura da  nausea, insonnia, emicrania, dolori mestruali, disturbi del sonno in fase rem, ansia e dolori cronici etc..etc...  per citare solo alcuni dei disturbi che verrebbero risolti in modo più o meno definitivo attraverso l’assunzione di CBD.

Il CBD è legale in Italia - aggiornamento al 31 maggio 2019: La Corte di Cassazione si è così pronunciata sul tema Cannabis light: " l'olio, le foglie, le inflorescenze e la resina". Sarà quindi davvero la fine di un'onda verde iniziata due anni fa? - e in quasi tutto il resto d’Europa, ma il grande boom dei consumi viene essenzialmente dalla diffusione dei suoi benefici.   Negli Stati Uniti, per esempio, del CBD si è parlato molto a partire dal 2013 quando una bambina epilettica di soli cinque anni, Charlotte Figi, avrebbe migliorato sensibilmente il suo stato di salute proprio grazie all’olio al CBD. Sono stati come il Colorado ad essersi distinti per primi per le loro politiche di legalizzazione della cannabis, e con grandi conseguenze sul dibattito pubblico in fatto di salute e trattamento di disturbi cronici.

Certo, oli e pillole sono in vendita un po’ dappertutto e la crescita di questo mercato ha permesso la diffusione di negozi specializzati in cui si ottengono informazioni e suggerimenti, ma nonostante il trend sia in atto ormai da anni la situazione non è chiarissima: la marijuana, almeno in Italia, rimane illegale mentre una sostanza in essa contenuta, il CBD, no.    La logica che ha mosso il legislatore sembra essere ferrea: il principio attivo del THC (il tetraidrocannabinolo) è illegale perché incarna l’essenza “ludica” della marijuana, mentre il CBD quella Medica NO !  Ma le cose, in realtà, non sono così semplici (al netto del fatto che non si capisce perché l'aspetto ludico sia in qualche modo immorale, visto che non è così nel caso degli alcolici).

>>>>  Continua  >>>>