/static/themes-v3/default/images/default/home/bg-generic.jpg?1516194360

8 risposte

99 visualizzazioni

Tema della discussione



Pubblicato il

Ciao a tutti, scrivo per raccontarvi la mia brutta esperienza.
Quattro giorni fa sono stata vittima di molestie a sfondo sessuale da parte del pittore che stava lavorando a casa.
Si è approcciato a me durante il terzo e ultimo giorno di lavoro con la scusa di un caffè. Io ho accettato, anche perchè mi sembrava gentile tenere compagnia ad un signore che aveva lavorato tanto.
Lui però è entrato nella mia camera senza essere stato invitato, e quando mi sono rialzata per buttare i bicchieri di plastica del caffè lui mi ha trattenuta e mi ha fatta sedere sulle sue gambe. Gli ho detto che ero a disagio e mi sono rialzata subito, lui però mi ha abbracciata e teneva la testa poggiata sul mio seno e le mani sui miei fianchi, troppo vicini al sedere.
Mi diceva che non mi avrebbe mai fatto nulla di male, e che io sarei dovuta essere più affettuosa. Mi diceva cose come "si vede che sei molto matura" oppure "sei una bimba bellissima".
Mi baciava le guance, il naso e il collo, e i miei tentativi di spingerlo via non sono andati a segno come avrei voluto, ero paralizzata dalla paura.
Mi ha detto che avrebbe voluto baciarmi sulla bocca ma che lui per primo non lo avrebbe fatto.
Io cercavo disperatamente una via d'uscita, e quando ho visto una bolletta che era rimasta sul mobiletto l'ho afferrata e sono uscita di corsa con la scusa di doverla pagare immediatamente.
Non sono tornata a casa finchè non ho saputo che se ne era andato, ma ho trovato un suo biglietto sotto la porta della mia camera dove mi dava appuntamento per quel pomeriggio e per il giorno dopo per vedermi e parlarmi.
La cosa che mi fa male oltre al gesto subìto, è che le persone con cui ho parlato mi hanno accusata di non aver reagito subito con la violenza, mi hanno accusata di essere stata troppo gentile.
Ma cosa avrei dovuto fare? Era un uomo più grande e forte di me, e temevo una sua reazione violenta.
Non mi sento capita o aiutata, anche mio padre ha minimizzato la cosa dicendo che tanto non mi aveva stuprata.
Mi sento tradita e delusa dalle persone che mi stanno intorno..non so come reagire, e ho paura.

Inizio della discussione - 23/10/17

MOLESTIE E ABUSI

• Membro Ambasciatore
Pubblicato il
Buon consigliere

Cara Fiore,
Scusami se sarò sincero e diretto. Io credo che il soprannome che ti sei scelta: "Fiorediniente" ti calzi a meraviglia. O tu sei una bambina, o sei di una ingenuità sconcertante.
Ma in che mondo vivi?
Questo è un mondo di assassini, di violentatori, di stupratori, di corrotti e corruttori, di venditori di armi e droga. E' insomma un mondo infernale, dove chi ha i soldi può fare le peggiori porcherie e la passa liscia, perché c'è sempre qualcuno che fa le leggi in suo favore (oppure è lui stesso che se le fa tramite i suoi avvocati nominati senatori o deputati).
E in un mondo così schifoso tu ti lamenti perché un uomo, sicuramente cafone e ignorante, ti fa degli approcci sgarbati?
Ma tu, se non ti va, mandalo a quel paese al primo tentativo!
Non aspettare che vada avanti per vedere come va a finire...
Cara Fiore, mi sa che non ce la racconti giusta 

MOLESTIE E ABUSI


Pubblicato il

@giupipino preciso solo  che non sono una femminista

sono solo una DONNA e mi e' venuto spontaneo pensare

dopo aver letto sia lei che te che forse le donne non denunciano 

proprio perche' c'e' ancora la radicata mentalita' che bhe' ! pero'!

insomma qui lo posso scrivere siamo tutti adulti e quindi oso

io credo che se anche l'uomo per mille motivi anche consensuali

lo abbia gia' dentro se la donna non vuole .NON VUOLE 

l'uomo deve solo riarmare il proprio arnese e farsi una doccia

questo e' il mio pensiero di DONNA ma anche di MAMMA di MOGLIE

di SORELLA e oggi anche di NONNA DI FIGLI FRATELLI NIPOTI MASCHI 

la donna va' rispettata la sua volonta' a PRESCINDERE

per il resto sono parzialmente daccordo con te

una parte del mondo e' marcio e meglio non dargli la possibilita' di farti del male

MOLESTIE E ABUSI


Pubblicato il

@FioreDiNiente che bisogna reagire subito son daccordo anchio 

ormai quello che e' fatto e fatto pero' come donna e mamma 

quando la cosa non ti va giu' mettici il punto subito 

la miglior arma e' sempre la stessa DIRE NO'

e chiunque va' oltre il tuo no URLA

se capisce ,capisce e si ferma 

per il resto usa il buonsenso 

MOLESTIE E ABUSI

• Membro Ambasciatore
Pubblicato il
Buon consigliere

Gentilissima Virgui,
Non capisco proprio il punto in cui noi due non si sarebbe d'accordo. Tu credi veramente che io, padre affettuosissimo di due meravigliose figliole, non sia d'accordo che occorre RISPETTARE COMPLETAMENTE e TOTALMENTE le donne?
Dato ovviamente per assodato che io sono per tale ASSOLUTO rispetto, dico che devono essere LE DONNE a rispettare anzitutto loro stesse.
Le donne NON DEBBONO mettersi in situazioni in cui possono non essere rispettate e addirittura violentate o uccise.

Io, da padre, metto in guardia le mie figlie dall'accettare un alcolico da uno sconosciuto perché so che tale sconosciuto potrebbe essere un FETENTE che mette della droga nell'alcool per approfittare della caduta di difese che tale droga provoca.
Il fatto di mettere in guardia le mie figlie da tali pericoli non significa che io accetti minimamente che un uomo faccia del male ad una donna.
Anzi io sarei dell'idea che se un uomo ( e soprattutto un GRUPPO di uomini) violenta una donna contro la sua volontà, e se tale fatto è accertato da testimoni e perizie mediche, a tale uomo (o gruppo di uomini) occorrerebbe AMPUTARGLI L'UCCELLO.

Ciò detto non sono d'accordo con te che una donna possa giocare con l'uomo come il gatto col topo. Ovvero stuzzicarlo. Fare finta di dire di no e intanto accettare di farsi togliere il reggiseno, le mutandine, farlo arrapare all'inverosimile e poi dire di no pretendendo che l'uomo le creda.
Purtroppo succede anche questo.

MOLESTIE E ABUSI


Pubblicato il

@giupipino e quel parzialmente che e' di piu' sono d'accordo e me ne scuso

io credo che la maggioranza di uomini siano UOMINI  che rispettano la donna

PER LA PARTE piu' forte del discorso no certo che non e' corretto che la donna giochi

con l'uomo assolutamente ho figlia femmina a cui ho detto le stesse cose

che hai detto tu alle tue alle tue figlie ma ho anche figli maschi 

il mio discorso era messo all'estremo nessuno deve obbligare nessuno 

questo era il senso del mio dire .questo e' il rispetto verso l'altro 

purtroppo oggi si sta' facendo un gran casino tra i sessi e questo destabilizza tutti

la donna e l'uomo lascio per ragioni di tempo gli stupri quelli a prescindere vanno

assolutamente sia denunciati che severamente puniti 

MOLESTIE E ABUSI


Pubblicato il

@giupipino perdonami, non capisco cosa intendi quando dici che non la "racconto giusta".
Non sono una bambina, non sono nemmeno una donna navigata se è per questo. Sono una ragazza che si è trovata in un momento sbagliatissimo in un posto che sarebbe dovuto essere sicuro. I rimproveri col senno di poi servono a poco, anzi, fanno crescere quel senso di colpa che già sale di per sè dopo un'esperienza del genere. Se avessi reagito con la violenza, non credi che anche lui avrebbe risposto allo stesso modo? E a quel punto cosa avrei potuto/dovuto fare? Ho scelto tra l'ipotesi di lasciarmi massacrare o cercare di uscire dalla situazione nel modo più "pulito" possibile. 
Per favore, puoi spiegarmi in che senso non la racconto giusta?

MOLESTIE E ABUSI

• Membro Ambasciatore
Pubblicato il
Buon consigliere

Cara Fiore,

Quello che appare evidente dal tuo racconto è che il signore in questione, anche se sprovvisto di quel minimo di tatto che si richiede quando si tenta un approccio sessuale, non ha rivelato la benché minima intenzione di esercitarti violenza. Ovvero la tua paura che potesse eventualmente esercitarla è solo presunta. Frutto solo delle tue paure e non basata su fatti obiettivi.

Dal tuo racconto non traspare che tu, in un solo momento, gli abbia fatto capire chiaramente che non gradivi i suoi approcci. Tu non solo non ti metti a gridare per spaventarlo, ma non fai nulla. Praticamente rimani immobile mentre lui ti palpeggia, ti abbraccia e ti bacia.
Non puoi giustificare tutto ciò dicendo che avevi paura, perché lui NON AVEVA FATTO NULLA che portasse a farti credere che intendeva farti violenza.

Sarebbe bastato dirgli un NO deciso, seguito da un "Come si permette? Stia attento, testa di ca.. che la DENUNCIO e le faccio passare i guai!" e lui avrebbe sicuramente capito l'antifona.

Nel futuro, se dovessero capitarti fatti del genere è questo l'UNICO modo per reagire a un uomo che ci faccia delle avance sgradite.

Se non lo si fa significa che tali avance non sono poi tanto sgradite.

Non c'è nulla di male, ma non si giustifichi tale desiderio inconscio con la paura!

MOLESTIE E ABUSI


Pubblicato il

Gli uomini danno sempre la colpa alle donne, non li ascoltare. "Non devono mettersi on questa situazione" " devono ribellarsi". Come far capire loro che la situazione è creata dall'uomo, in questo caso l'operaio? E che assale la paura e si cerca di uscire dalla situazione al meglio? Siccome non capita  a loro non lo capiscono. E non lo vogliono capire perché date la colpa alle donne li fa sentire meglio. Ma il coperchio è stato tolto e la comprensione del fenomeno sarà imposta anche a loro.