Sei motivi per cui fa bene andare in bicicletta

/static/themes-v3/default/images/default/home/bg-generic.jpg?1516194360

1 risposta

42 visualizzazioni

Tema della discussione



Pubblicato il
Buon consigliere

Andare in bicicletta è un’attività salutare, divertente, accessibile a tutte le età e in qualsiasi stagione dell’anno. Abbiamo chiesto al dottor Michele Albano, fisiatra, responsabile del servizio Riabilitazione ortopedica e sportiva di un ospedale di Bergamo, di delineare i vantaggi di questa attività sportiva completa.

«Pedalare è un esercizio aerobico che, quando eseguito in modo moderato e costante, allena il sistema cardiovascolare, tonifica la muscolatura e migliora la capacità respiratoria – spiega il dottor Albano –. A lavorare sono soprattutto i muscoli inferiori del corpo, con un minore impatto sulle articolazioni rispetto al camminare e correre. Il cuore, con un’attività regolare e costante, aumenta la propria massa e quindi migliora la sua funzione di pompa, ottimizzando il consumo di ossigeno. Inoltre pedalando si perde peso, si migliora il metabolismo di zuccheri e grassi, si riducono i valori della pressione arteriosa e il colesterolo cattivo (LDL) in favore di quello buono (HDL), si agevola la circolazione periferica prevenendo gonfiori e trombosi venose».

I vantaggi della bicicletta

1. Articolazioni

La bicicletta è ottima per la prevenzione primaria delle articolazioni. Il movimento rotatorio ha un effetto protettivo sulle cartilagini, non c’è sovraccarico per la colonna vertebrale e per le ginocchia perché buona parte del peso viene scaricato attraverso il mezzo.

2. Metabolismo

L’attività aerobica regolare, a bassa intensità, eseguita mentre si va in bicicletta permette di ridurre progressivamente l’adipe e di controllare la glicemia, il colesterolo e i trigliceridi. L’’impegno metabolico richiesto è pari o superiore al nuoto. L’allenamento costante migliora quindi le capacità di consumare grassi e risparmiare zuccheri.

3. Apparato cardiocircolatorio

L’andare in bicicletta è un’attività di prevenzione cardio vascolare quando si procede regolarmente e con moderazione. Il ciclismo permette un aumento armonico delle dimensioni del cuore a livello della cavità e dello spessore della parete. Allo stesso tempo contribuisce ad abbassare la pressione arteriosa diastolica. Pedalare regolarmente aiuta anche a tonificare i muscoli respiratori.

4. Calorie e grassi

Pedalando a ritmo medio, si bruciano da 300 a 600 calorie all’ora. Pedalando a ritmo sostenuto (20 km/h circa), se ne possono bruciare fino a 500/600 Kcal/h. Inoltre, dopo mezz’ora circa di pratica, si cominciano a buttar giù le riserve di grassi.

5. Silhouette

Pedalando si rafforzano le cosce, i polpacci e i glutei. E si sollecitano anche il torso, le braccia, la parte bassa della schiena e, quando si pedala senza stare seduti, gli addominali, soprattutto quelli laterali. È inoltre un’attività consigliata alle persone in sovrappeso e con articolazioni fragili. È importante regolare la seduta e il manubrio in base alle proprie esigenze o problematiche, per garantire un’armonicità del movimento senza esporre le articolazione a un sovraccarico funzionale, spesso alla base dello sviluppo di patologie.

6. Umore

In bicicletta si evitano gli ingorghi, si sta all’aria aperta, si guadagna tempo e ci si rilassa perché si producono le endorfine, sostanze all’origine del buonumore.

HumanitaSalute.it

Inizio della discussione - 22/08/16

Sei motivi per cui fa bene andare in bicicletta


Pubblicato il

Mi piace pedalare, ma con queste infiammazioni ricorrenti al nervo sciatico, ho timore di non fare la cosa giusta.

Chi mi da un consiglio?