Disturbo da stress post traumatico

https://www.carenity.it/static/themes-v3/default/images/it/header/depressione.jpg

Pazienti Depressione

21 risposte

136 visualizzazioni

Tema della discussione



Pubblicato il

Quanti di voi ne soffrono? e come affrontate le conseguenze? io ne soffro da anni ormai si è cronicizzata questa cosa e non ci si abitua mai alle conseguenze di tutto...

Inizio della discussione - 10/02/16

Disturbo da stress post traumatico


Pubblicato il

io l'ho vissuto molte volte e l'unico rimedio erano le sedute psicoterapeute e la terapia,uscire anche se non ne avevo voglia,dormire tante ore necessarie e alimentarmi regolarmente;la lettura poi mi aiuta come un alimento mentale,poi,una volta digerito il rospo,ritorno alla normalità,anche se "persone sane"ce ne sono poche.

Disturbo da stress post traumatico


Pubblicato il

io ne soffro da circa due anni, cioè da quando ho perso mia madre, tento di uscirne, di concentrarmi sul lavoro ma i flashback del mio trauma arrivano sempre all'improvviso e non riesco a controllarmi. Ci sono periodi in cui sono stata più tranquilla, ma ultimamente è come se vedessi di nuovo tutto buio e non so come fare per tornare di nuovo a galla.

Disturbo da stress post traumatico


Pubblicato il

lo stress quotidiano è una cosa,ma quello causato dalla perdita di un fratello a me carissimo,mi produce una cosa come se mi fossero cadute tegole in testa.Per fortuna col tempo si allegerisce ,ma il vuoto rimasto è incolmabile e nessuno può sostituirlo.

Disturbo da stress post traumatico


Pubblicato il

Il disturbo post traumatico da stress @Pietrina Deias  non è uguale allo stress quotidiano o allo stress che si può provare alla perdita di qualcuno caro. Lo stress post traumatico è seguito ad un forte trauma, come essere stati che so rapiti, rapinati, come di fronte alle violenze subìte, incidenti...roba del genere per capirci. E basta un niente per tornare a rivivere quello si è subito come se succedesse nel presente con tutte le sensazioni intatte nel momento in cui i ricordi ritornano. Anche la persona che ha risposto sopra a te in merito sempre alla perdita di qualcuno di caro, mi sa non aveva capito. Stavo cercando di raffrontarmi con qualcuno avesse passato o stesse passando ciò che passo io per appunto capire se c'era modo per stare un briciolo meglio.

Disturbo da stress post traumatico


Pubblicato il

chicca78, forse non mi ero espressa meglio, io l'ho subito un trauma forte, mia madre mi è morta tra le braccia dopo una lunga agonia alla quale ho dovuto assistere per circa 4 mesi perché il tumore che aveva la consumava giorno dopo giorno, non so tu cosa abbia subito ma non ti permetto di dire che la perdita di un caro non equivalga ad un forte shock almeno per quanto mi riguarda; mi corico la notte e sento ancora le sue urla che mi chiamano perché aveva i dolori forti.... 

Disturbo da stress post traumatico


Pubblicato il
Buon consigliere

Ragazze grazie per i bei contributi, continuate pure gli scambi, nel rispetto di tutti, non c'è uno choc più grande di un altro, ognuno sa quello che ha vissuto e come lo ha vissuto, grazie a presto, francesco

Disturbo da stress post traumatico


Pubblicato il
Buon consigliere

@chicca78 dopo il trauma avevo gli incubi ad occhi aperti, non dormivo (se non grazie ai tranquillanti). Da quanto stai così? Ci sono voluti un paio d'anni poi ho riacquistato fiducia nelle persone e pian piano ne sono uscita...

Disturbo da stress post traumatico


Pubblicato il

Non ho detto che un trauma è peggiore dell'altro non fraintendete le mie parole, ma mi sembra molto diverso nei sintomi come nelle conseguenze. Cerco qualcuno con cui raffrontarmi che stia passando le stesse cose che sto passando io per capire nel bene o nel male se c'è qualcosa che può essere di aiuto, se ha le mie stesse problematiche o difficoltà. Quindi appunto ho precisato che è diversa la cosa perchè la perdita di qualcuno di caro l'ho passata anche di qualcuno si è spento piano piano come dici sopra te e so cosa vuol dire, ma è ben diverso dal resto, almeno per me c'è un abisso non so se riesco a spiegarmi @Francesco_R ...magari se puoi essermi di aiuto a farmi capire ti ho taggato leggendo sei un animatore della community. Quello di cui soffro io è ben diverso non si parla di incubi notturni è una cosa ben diversa. Ho subito violenze intrafamiliari a 360° per oltre 25 anni, sì ho voluto credere nella giustizia umana diciamo così, ma per legge poteva rispondere solo quello aveva fatto negli ultimi dieci anni calcolati a partire dalla data della denuncia a ritroso, il resto prescritto cancellato come non fosse mai esistito a livello di responsabilità penale. L'unico reato non conosce prescrizione è l'omicidio. Così indagini, visite mediche contro visite, interrogatori durati per ore e ore, l'esilio poi dalla famiglia, tre anni in case famiglia tra estranei sbalzata da una parte all'altra come una pallina da ping pong, il lavoro perso per ben 4 volte da uno spostamento all'altro obbligatorio...e il resto...per arrivare ad una condanna in primo grado, corte d'appello e cassazione di quanto? nove anni che con il rito abbreviato sono scesi a sei, è entrato in carcere nel 2011 e chissà come è già a giro da giugno e l'ho scoperto mentre camminavo tranquilla e all'improvviso me lo sono trovata davanti. Le conseguenze di quanto ho passato mi hanno lasciata oltre che sola, con un invalidità del 75%. Tra i problemi che sono conseguenze di quanto ho passato non sono le cicatrici che so di tagli o bruciature o il resto e dato quando tutto è cominciato ero non ancora alle elementari per capirci vi lascio immaginare le conseguenze. A me basta un rumore, un odore, un gesto per paralizzarmi fisicamente per quanto riguarda il presente diciamo, perdo il contatto con quello accade nel presente, ma torno a rivivere letteralmente dico letteralmente per cercare di farmi capire perchè in un ricordo non si sentono in quel modo gli odori, non si sente il dolore, non si sente ogni cosa come accadesse nel presente....Torno a rivivere quello succedeva e ci vogliono ore a volte per riprendermi e tornare diciamo alla pseudo normalità. Quando tutto finisce ho altri problemi oltre alla difficoltà a muovermi inizialmente, si aggiunge quella a parlare in modo normale e mal di testa forti da una parte sola della testa. Tremo come una foglia. Il sonno...sì è un problema dormo tipo tre ore e mezza  a notte sonniferi o meno, e credetemi ne ho cambiati così tanti da iniziare a pensare dato mi fanno solo prendere peso di smettere di provare a usarli. @promises sto così da anni oramai...sarà che ora sono in corso diciamo gli accertamenti per i processi civili quindi visite contro visite, che fanno per quantificare i danni, ma nessuno di questi mi ha visto è riuscito a farmi stare un briciolo meglio. Parlano di primo "caso" del genere studiato a oggi (sopra ho molto semplificato sono stata molto sul leggero, volutamente perchè poi non è certo facile dire così più di tanto la situazione è un pò diciamo, molto più complicata di così), vanno per tentativi diversi e sono un pò scoraggiata perchè a volte mi sembra che non ne uscirò davvero più. Una delle cose difficili è che è come se mi trovassi a oggi senza avere avuto un prima chi mi vede vede per prima cosa la mia età anagrafica (37 anni), ma non sono come nessun altro abbia la mia età perchè non ho avuto ne modo di essere prima bambina poi adolescente per arrivare a ora. Creo imbarazzo perchè vedo le persone per come sono dentro al di là della maschera che possono indossare le sento a pelle, così come non ho perso la spontaneità che i bambini hanno nel dire le cose. Cercavo qualcuno non dico uguale, ma con cui poter capire se appunto con il passare del tempo era stato poi meglio oppure dato si parla di anni devo soltanto trovare il modo per imparare a convivere con questa cosa. Spero di essermi fatta capire meglio...

Disturbo da stress post traumatico


Pubblicato il
Buon consigliere

Ciao @chicca78 tranquilla io credo di aver capito cosa intendi. Innanzitutto mi dispiace leggere tutto questo. Forse la differenza che stai cercando di esprimere consiste in questo: ci sono dei traumi che ci piombano addosso diciamo per casualità (malattia, perdita, incidenti...) e altri traumi che sono invece frutto di... violenza. Qyuesto ti pone in una posizione di "vittima", che effettivamente forse non si puo' applicare agli altri casi. A livello personale, non vissuto niente del genere quindi non posso esprimermi. Innanzitutto vorrei sapere se hai già consultato degli specialisti. credo tu abbia bisogno di evacuare atraverso la parola i soprusi subiti e devie ssere accompagnata da qualcuno di competente e specializzato in questo tipo di situazioni. Qui potrai trovare conforto e ascolto, ma non abbiamo la pretesa di sostituirci al tuo medico. Invito i partecipanti a intervenire e a farsi avanti, se lo desiderano, se hanno vissuto qualcosa di simile. Grazie a tutti. Francesco

Discussioni più commentate