«
»

Top

Giornata mondiale della salute: screening e vaccinazione, le chiavi per restare in buona salute!

Pubblicata il 7 apr 2021 • Da Clémence Arnaud

In occasione della Giornata Mondiale della Salute, abbiamo voluto mettere in evidenza lo screening e la vaccinazione. Aiutano a prevenire e a ridurre la frequenza e/o la mortalità di molte malattie. C'è un gran numero di screening che vengono effettuati in base al paziente e ai suoi problemi.

Come rimanere in salute grazie a screening e vaccini? Quali sono i diversi metodi di screening? Quando e per quali patologie esistono metodi di screening e vaccinazione? 

Vi diciamo tutto nel nostro articolo!


Giornata mondiale della salute: screening e vaccinazione, le chiavi per restare in buona salute!

Calendario vaccinale

La vaccinazione è un mezzo per prevenire certe malattie o addirittura eliminarle. In Italia, ci sono 10 vaccini obbligatori.

Ci sono alcune controindicazioni ai vaccini come l'allergia a uno dei componenti del vaccino o una reazione allergica durante la prima o precedente iniezione del vaccino. 

Alcuni vaccini appartengono alla categoria dei vaccini vivi attenuati, cioè sono fatti di agenti patogeni attenuati (virus, batteri) e quindi creano un'infezione minima. Sono controindicati nelle persone immunocompromesse. Esempi sono il vaccino contro il morbillo-parotite-rosolia (MPR), il vaccino contro la tubercolosi, il vaccino contro la varicella e l'herpes zoster, e il vaccino contro la febbre gialla (vaccino del viaggiatore).

I vaccini ridurranno il rischio di contaminazione contro il papillomavirus umano (HPV) responsabile del 90% dei cancri cervicali. 

Le raccomandazioni di vaccinazione per i viaggi all'estero non fanno parte di questo calendario. 

editor_meta_bo_img_4688fb6547476ed171e5f1281d84c3d2.png

Fonte: Vaccinarsi in Puglia - Calendario Vaccinale per la Vita

Analisi biologiche

Le analisi di materiali biologici come il sangue, le urine o le feci vengono eseguite più o meno frequentemente. Può essere un mezzo di orientamento diagnostico, un follow-up medico ma anche un esame di routine.

Analisi del sangue

L'esame del sangue è un modo molto comune per analizzare la salute generale degli individui. I risultati delle analisi del sangue sono composti da molti parametri. Può essere utilizzato di routine e può rilevare, tra le altre cose, anemia o carenze che possono avere un impatto sulla qualità della vita dei pazienti con uno stato di affaticamento.

Può essere usato per diagnosticare alcune patologie. Per esempio, il livello di TSH (ormone stimolante la tiroide) rivelerà un problema legato alla tiroide.

Un esame del sangue è anche importante per monitorare il trattamento. Per esempio, il livello di zucchero (glicemia) e l'HbA1c (emoglobina glicata) permetteranno di vedere se il diabete del paziente è ben equilibrato dai trattamenti.

Altri esami

I test possono essere eseguiti su escrezioni come feci, espettorato o sperma. L'analisi delle urine può essere utilizzata per identificare patologie come la cistite e per analizzare la funzione renale. I test di gravidanza e i test per certe droghe si basano anche sull'analisi delle urine.

Anche i campioni di membrane mucose e di pelle (vaginale, gola, ecc.) fanno parte di queste analisi, così come i campioni nasofaringei prelevati nell'ambito dello screening di COVID-19.

Le punture di liquidi come le punture lombari sono eseguite in anestesia locale o generale e rientrano anch'esse in questa categoria di analisi.

Screening per molti tumori

Tumore colorettale

Il programma di screening è offerto alle persone dai 50 ai 74 anni senza storia familiare, predisposizione o sintomi che potrebbero suggerire il cancro colorettale. Consiste nel verificare la presenza di sangue nelle feci ogni 2 anni attraverso un test immunologico. 

Questo screening può essere effettuato nelle persone sotto i 50 anni quando c'è il rischio di sviluppare un cancro colorettale. 

>>> Potete leggere un articolo sul tumore colorettale <<<

Tumore del seno

Il tumore del seno è il cancro più comune e la prima causa di morte per cancro tra le donne in Italia. 

Una palpazione dei seni è raccomandata ogni anno per le donne a partire dai 25 anni.

Tra i 50 e i 74 anni, si raccomanda una mammografia ogni due anni e può essere completata da un'ecografia. I risultati della mammografia saranno analizzati da un secondo radiologo come parte del processo di screening. 

Per le donne con fattori di rischio, sarà proposto un follow-up speciale e rinforzato.

Tumore della pelle

Per limitare il rischio di sviluppare un melanoma, si raccomanda un monitoraggio dermatologico. I segni durante il monitoraggio dei nevi possono anche allertare gli individui e portare a una consultazione dermatologica. Questi segni sono chiamati ABCDE :

  • A: asimmetria
  • B: bordo irregolare
  • C: colore disomogeneo
  • D: diametro maggiore di 6 mm 
  • E: evoluzione (cambiamenti nella lesione)

L'autodiagnosi può rilevare il melanoma nel 40-47% dei casi e i segni ABCDE hanno migliorato e facilitato l'autodiagnosi dei pazienti. 

>>> Un articolo sul melanoma è disponibile <<<

Tumore del collo dell'utero

Come menzionato prima, è disponibile un vaccino per ridurre il rischio di cancro cervicale legato all'HPV. Questo vaccino è raccomandato per tutte le ragazze e i ragazzi dagli 11 ai 14 anni. Una vaccinazione di recupero sarà disponibile per i ragazzi dai 14 ai 19 anni. 

Lo screening cervicale, o Pap test, è raccomandato per tutte le donne tra i 25 e i 65 anni a intervalli regolari per rilevare lesioni precancerose e tumori precoci. 

Controllo oftalmico

Un follow-up oftalmologico permetterà di individuare diverse patologie che hanno un impatto sulla visione e sulla qualità della vita dei pazienti. Nei bambini piccoli, può essere necessario rilevare patologie come la miopia (scarsa visione da lontano), l'ipermetropia (scarsa visione da vicino) o l'astigmatismo (visione sfocata da vicino e da lontano). Questi esami dovrebbero essere eseguiti regolarmente per i pazienti che soffrono di questi disturbi, ma anche quando le persone sentono un cambiamento nella loro visione, stanchezza o mal di testa potenzialmente legati a un problema agli occhi. 

Esami più approfonditi possono essere eseguiti in pazienti di età superiore ai 60 anni, come i test per la degenerazione maculare legata all'età (DMLE o AMD) o il glaucoma.

>>> Potete scoprire un articolo dedicato al glaucoma <<<

Per i pazienti che soffrono di alcune patologie croniche come il diabete o l'ipertensione o una malattia autoimmune come il lupus, per esempio, è necessario effettuare un monitoraggio oftalmico regolare e adattato.

Conclusione

Gli screening sono parte integrante della salute di ogni individuo. Aiutano a ridurre il rischio di contrarre certe malattie o di veder peggiorare le condizioni di salute di una persona. 

Non tutti i metodi di screening sono menzionati in questo articolo. La strategia di screening dovrebbe essere adattata in base ai bisogni e ai problemi di salute di ogni persona. 

Non esitate a consultare un professionista della salute che sarà in grado di rispondere a tutte le vostre domande sullo screening esistente. 

Questo articolo vi è stato utile?

Condividete la vostra opinione e le vostre domande nei commenti qui di seguito!

Forza a tutte e tutti!

avatar Clémence Arnaud

Autore: Clémence Arnaud, Assistente marketing digitale

Clémence ARNAUD è attualmente stagista presso il team di marketing digitale. Il suo ruolo è quello di animare e moderare la comunità in modo che gli utenti abbiano la migliore esperienza possibile sulla piattaforma.... >> Per saperne di più

Commenti

Ti piacerà anche

Covid-19 e influenza, quali sono le differenze?

Covid-19 e influenza, quali sono le differenze?

Leggi l’articolo
Il distanziamento sociale: come funziona?

Il distanziamento sociale: come funziona?

Leggi l’articolo
Coronavirus e malattie croniche

Coronavirus e malattie croniche

Leggi l’articolo
Coronavirus: cosa c'è da sapere?

Coronavirus: cosa c'è da sapere?

Leggi l’articolo