«
»

Top

L'asma notturna: cos'è ?

Pubblicata il 5 mag 2021 • Da Courtney Johnson

L'asma è una condizione delle vie respiratorie che rende difficile la respirazione. Quando questo si verifica di notte, in una condizione chiamata asma notturna, può avere un impatto significativo sia sul vostro sonno che sulla vostra salute generale.

Cos'è l'asma notturna e come si manifesta? Quali sono le complicazioni? Come viene trattata?

Vi diciamo tutto nel nostro articolo!

L'asma notturna: cos'è ?

Cos'è l'asma notturna?

Come suggerisce il nome, l'asma notturna (chiamata anche asma di notte) è il peggioramento dei sintomi dell'asma durante la notte. Questi sintomi, che spesso includono tosse, respiro affannoso, mancanza di respiro e oppressione al petto, possono disturbare il sonno.

L'asma notturna è relativamente comune e si verifica in tutti i tipi di asma, soprattutto nell'asma allergica, occupazionale e indotta dall'esercizio. Uno studio pubblicato nel Journal of Asthma su 14.000 pazienti asmatici ha stimato che il 60% dei pazienti con asma in corso hanno asma notturna ad un certo punto.

Cosa causa l'asma notturna?

I medici e la comunità medica non sono sicuri di cosa causi l'asma notturna, ma alcuni dei seguenti fattori possono essere coinvolti:

  • Ormoni: molti degli ormoni del corpo - compresi melatonina, cortisolo ed epinefrina, gli ormoni legati al ciclo del sonno - seguono un ritmo circadiano, un ciclo di 24 ore legato all'orologio interno del corpo. I cambiamenti di questi ormoni la sera e durante il sonno possono influenzare la profondità e il ritmo della respirazione, il che può contribuire ai sintomi dell'asma.
  • Infiammazione: come per gli ormoni, i livelli di steroidi nel corpo diminuiscono naturalmente di notte, portando a un'infiammazione elevata e alla risposta immunitaria, che può peggiorare i sintomi dell'asma.
  • Resistenza delle vie aeree: quando dormiamo, le nostre vie aeree si restringono (chiamata broncocostrizione). Nei pazienti asmatici, il restringimento delle vie aeree è già un problema, quindi questo leggero cambiamento durante il sonno può esacerbare il problema.
  • Controllo muscolare: durante il sonno, i nostri muscoli si rilassano, con conseguente diminuzione della forza e del controllo muscolare. Naturalmente, la respirazione continua durante il sonno, ma la riduzione del movimento muscolare può portare a una respirazione superficiale e a una diminuzione del volume polmonare (la quantità di aria inalata). Questo può essere problematico per i pazienti asmatici con funzione polmonare compromessa.
  • Apnea nel sonno: l'apnea nel sonno (o apnea notturna) è una condizione in cui la respirazione è interrotta durante il sonno. Quando l'asma e l'apnea del sonno coincidono, possono esacerbarsi a vicenda.
  • Allergeni e risposta in fase tardiva: l'esposizione agli allergeni può scatenare un attacco d'asma o esacerbare i sintomi, quando la risposta del corpo è ritardata e avviene durante il sonno, può portare all'asma notturna.
  • Malattia da reflusso gastroesofageo (GERD): GERD, conosciuta anche come reflusso acido, è una condizione spesso collegata all'asma notturna. Il reflusso degli acidi dello stomaco dall'esofago alla laringe può scatenare spasmi bronchiali o causare la costrizione delle vie aeree. Gli studi hanno dimostrato che fino all'80% delle persone con asma hanno anche sintomi di GERD, come bruciore di stomaco e rigurgito.

Quali sono le complicazioni dell'asma notturna?

Oltre alla sonnolenza diurna che può derivare dal sonno interrotto a causa dell'asma notturna, l'asma notturna può anche avere effetti a lungo termine sulla salute.

Nel tempo, l'asma notturna continua può peggiorare la funzione polmonare generale e far progredire l'asma. Si è anche scoperto che aumenta il rischio di problemi di salute come le malattie cardiache ed è collegato a un maggior rischio di morte. Infatti, l'80% degli arresti respiratori (quando la respirazione si ferma) e il 70% dei decessi legati all'asma avvengono di notte.

Anche se questo può sembrare preoccupante, con l'aiuto del vostro medico, il vostro piano di prevenzione e trattamento dell'asma può essere raffinato per gestire meglio i sintomi dell'asma notturna.

Come viene diagnosticata l'asma notturna?

Se i vostri sintomi dell'asma peggiorano significativamente di notte, il vostro medico può darvi una diagnosi separata di asma notturna in aggiunta alla vostra diagnosi principale (per esempio, asma professionale). 

Inoltre, un certo numero di test diagnostici può aiutare a identificare l'asma notturna. La difficoltà nel diagnosticare l'asma notturna è che i sintomi possono non essere identificabili durante il giorno. Per questo motivo, possiamo chiedervi di fare un test a domicilio o uno studio del sonno:

Test a domicilio

Questo test dovrebbe essere fatto prima di andare a dormire e al mattino appena svegli per misurare l'impatto dell'asma notturna sulla funzione polmonare.

Vi sarà chiesto di misurare:

  • Volume espiratorio forzato (FEV1): è la quantità di aria che puotete espirare in un secondo con il massimo sforzo. Questa misurazione può essere fatta a casa con uno spirometro. Nell'asma notturna, il valore di FEV1 può diminuire di almeno il 15% tra l'ora di andare a letto e il risveglio.
  • Il picco di flusso: è la quantità totale di aria che si può espirare che non è cronometrata. Il picco di flusso può essere misurato con un misuratore di flusso di picco. Nell'asma notturna, questo valore di solito diminuisce del 15% o più tra l'ora di andare a letto e il risveglio. 

È importante tenere un registro dei risultati e condividerli con il medico. Il vostro medico può chiedervi di ripetere ogni misurazione più volte per evitare eventuali errori.

Studio del sonno

Se la vostra respirazione notturna è particolarmente compromessa o se siete molto stanchi durante il giorno, il vostro medico può raccomandare una polisonnografia, chiamata anche studio del sonno.

Uno studio diagnostico del sonno si svolge durante la notte e traccia i vostri schemi di respirazione, i livelli di ossigeno, il tono muscolare, le fasi del sonno, e nota qualsiasi deviazione che può verificarsi nella vostra respirazione durante la notte.

Lo studio può essere fatto a casa con l'attrezzatura che portate con voi, o in un laboratorio del sonno.

Come viene trattata l'asma notturna?

Come per l'asma normale, non esiste una cura per l'asma notturna. Il trattamento si concentra in particolare sulla corretta tempistica dei trattamenti diurni dell'asma per aiutare ad alleviare i sintomi notturni.

Uno dei principali metodi di trattamento dell'asma è attraverso l'uso di farmaci di controllo come i broncodilatatori beta agonisti a lunga durata d'azione per via inalatoria (LABA), glucocorticoidi per via inalatoria, leucotrieni e immunomodulatori. Questi farmaci di controllo funzionano prevenendo i sintomi, quindi non vengono presi in caso di emergenza o quando i sintomi sono già presenti. 

Il vostro medico vi prescriverà dei farmaci di controllo in modo che abbiate un buon controllo dell'asma nei momenti in cui i vostri sintomi sono naturalmente più gravi - nel caso dell'asma notturna, quel momento è la notte. È importante seguire le istruzioni del medico e prendere i farmaci quando prescritti.

L'asma notturna può anche essere gestita trattando qualsiasi potenziale fattore contribuente. Alcune tecniche possono includere:

  • editor_meta_bo_img_e5c399abb894256d4803e7df52028d00.png Cambiamenti nella dieta e nello stile di vita: essere in sovrappeso o obesi è un fattore di rischio sia per l'asma notturna che per la GERD. Cambiare la dieta e fare abbastanza esercizio fisico può aiutare ad alleviare entrambe le condizioni e migliorare il sonno.
  • editor_meta_bo_img_86b1281568c17e2b218c7ea492dc734f.png Trattare la GERD: come detto prima, la GERD può contribuire all'asma notturna. Un trattamento specifico per la GERD può aiutare, tra cui evitare cibi ricchi di grassi saturi o acidi (carni grasse, cibi fritti, caffè, tè, cibi piccanti, succhi di agrumi) e/o usare farmaci da banco come Prilosec o Tums. Assicuratevi di consultare il vostro medico prima di iniziare qualsiasi nuovo farmaco o dieta.
  • editor_meta_bo_img_8bc54d36f4fea5b4b56e04141cde4db9.png Smettere di fumare: È noto da tempo che il fumo irrita le vie respiratorie e peggiora l'asma. Ci sono diversi prodotti disponibili per aiutarla a smettere di fumare, come gomme alla nicotina, cerotti o pastiglie, molti dei quali sono coperti dall'assicurazione sanitaria.
  • editor_meta_bo_img_16a44daaa3ccbe88d11e1c9ecf92f7ec.png Eliminare gli allergeni: gli acari della polvere nei cuscini o nel materasso possono scatenare un attacco d'asma. Assicuratevi di lavare regolarmente la vostra biancheria da letto e tenete i vostri animali domestici fuori dalla vostra stanza se siete allergici.
  • editor_meta_bo_img_3ab14b02909b6b1930415f3c321ff15f.png Regolare la temperatura dell'ambiente in cui si dorme: a seconda di dove si vive e del periodo dell'anno, la temperatura può scendere significativamente durante la notte. Per regolare la temperatura, assicuratevi che l'ambiente in cui dormite sia ben isolato, che le finestre ed eventuali correnti d'aria siano chiuse, e provate ad usare un umidificatore per aumentare l'umidità se l'aria è secca.
  • editor_meta_bo_img_c89367d107cb5a87f975649ce24d18c8.png Ridurre lo stress psicologico: lo stress può contribuire agli attacchi d'asma. Per ridurlo, lavorate con un professionista della salute mentale e/o usate tecniche di rilassamento come la meditazione, la respirazione profonda, lo yoga o anche la redazione di un giornale. Se avete un disturbo clinico come la depressione o l'ansia, ci sono farmaci che possono aiutarvi.


Avete trovato utile questo articolo? Siete preoccupati per l'asma notturna?

Condividete i vostri pensieri e le vostre domande con la comunità nei commenti qui sotto!

Forza a tutte e tutti!


avatar Courtney Johnson

Autore: Courtney Johnson, Community Manager UK / US

Courtney è Community Manager per le piattaforme di Carenity nel Regno Unito e negli Stati Uniti. Il suo ruolo è quello di facilitare la discussione e rispondere alle domande dei membri anglofoni di... >> Per saperne di più

Commenti

Ti piacerà anche

Asma e BPCO, a maggio le consulenze gratuite

Asma

Asma e BPCO, a maggio le consulenze gratuite

Leggi l’articolo
Coronavirus e asma: l'esperienza di un paziente

Asma

Coronavirus e asma: l'esperienza di un paziente

Vedi la testimonianza
Asma e BPCO: come smettere di fumare

Asma

Asma e BPCO: come smettere di fumare

Vedi la testimonianza

Scheda malattia