«
»

Top

La diagnosi del diabete tipo 2 raccontata dai membri Carenity

19 set 2019 • 3 commenti

L'annuncio della diagnosi di una malattia cronica cambia tutta la vita. Ecco la storia dei membri Carenity affetti dal diabete di tipo 2.

La diagnosi del diabete tipo 2 raccontata dai membri Carenity

Indagine realizzata in Italia, Spagna, Germania, Regno Unito e Stati Uniti presso 298 membri Carenity

epi larmes 2,7 anni e medico consultato in media prima che la diagnosi del diabete tipo 2 sia fatta.

Anche se il diabete è una malattia comune, i membri Carenity affetti dal diabete tipo 2 hanno aspettato quasi tre anni per ottenere una diagnosi! I sintomi che li hanno avvertiti sono principalmente sette anormalestanchezza cronica e variazioni di peso:

Sete anormale | Stanchezza | Obesità | Perdita o aumento di peso | Minzione frequente | Ansia | Vertigini

Tutti questi sintomi hanno influenzato sulla vita quotidiana dei pazienti. Sono soprattutto la stanchezza che ha indebolito i pazienti e turbato la loro vita quotidiana.

fatigue Stanchezza cronica  - 54%

coeur Vita personale - 45%

temps libre Tempo libero ed attività fisiche - 38%

famille Vita familiare - 38%

sociale Vita sociale - 37%

boulot Vita professionale - 29%

douleur Dolori fisici importanti - 21%

 

Il diabete è una malattia ben conosciuta dai medici generici e specialisti: 89% dei nostri rispondenti non hanno conosciuto una diagnosi errata prima di sapere di essere affetto da questa patologia. Però alcuni si lamentano di non essere stati presi sul serio durante la prima visita.

Prima della diagnosi, il 27% dei pazienti ha fatto delle ricerche su Internet per cercare di porre una diagnosi sul loro stato e soltanto il 7% ha utilizzato delle medicine alternative per attenuare i sintomi.

écriture

La diagnosi di una malattia cronica turba la vita dei pazienti. Sapere che si soffre di una malattia cronica può essere vissuto diversamente dai pazienti: a volte sollevati di avere una diagnosi e di poter cominciare i trattamenti, possono anche vivere questo momento in modo spaventoso e brutale. Nel caso dei pazienti affetti da diabete di tipo 2, va osservato che il 32% dei pazienti si aspettava a questa diagnosi.

attente Non è stato uno shock, me l’aspettavo - 32%

rien Non ho avuto una reazione particolare - 26%

brutale È stato brutale - 20%

horrible È stato orribile - 16%

soulagement È stato un sollievo - 11%

souvenir Non mi ricordo - 11%

Il ruolo dell’operatore sanitario che fa la diagnosi è fondamentale. A volte, i pazienti non si sentono abbastanza ascoltati o informati; altri al contrario sono grati al loro medico di averli accompagnati in questo momento. Per i membri Carenity affetti dal diabete di tipo 2, l’operatore sanitario è stato veramente un alleato, calmo e disponibile.

pouce haut

48% - Ha preso del tempo per spiegarmi tutto

40% -  Era molto tranquillo

29% - Era empatico

11% - Mi ha offerto un sostegno psicologico

pouce bas

14% - È stato freddo e distante

13% - Non sembrava interessato

11% - È stato precipitoso

6% - Ha utilizzato soltanto parole scientifiche

"Da un esame del sangue effettuato per un controllo è risultata una glicemia a 170 e allorail medico mi ha detto che ero affetta dal diabete 2 e di recarmi da un diabetologo"

"All'esito degli esami ematici e della prova da carico mi ha semplicemente comunicato la diagnosi descrivendo la terapia e l'impatto sulla vita quotidiana"

"Sei affetto da diabete, senza specificare 1,2,3..."

"Molto francamente che ero affetto di diabete tipo 2 e che dovevo cambiare radicalmente lo stile di vita"

Dopo la diagnosi, 40% dei pazienti si sono sentiti pronti a combattere la malattia, 26% si sono sentiti sollevati di avere infine una diagnosi e 12% avevano fiducia nel futuro.

34% si sono sentiti angosciati, 23% scoraggiati, 17% da soli, 16% persi, 15% arrabbiati. E 18% incompreso dai loro parenti. 

 

merci Grazie mille a tutti i partecipanti di questa indagine! I nostri membri Carenity hanno preso del tempo per condividere la loro esperienza per aiutare altri pazienti ad ottenere più velocemente la buona diagnosi.

 

"Il medico dovrebbe fornire dettagliati elementi sulle cure possibili, sugli sviluppi della malattia e sugli stili di vita da tenere per il futuro"

"Avrei preferito avere maggiori informazioni sulle conseguenze della malattia e sul suo possibile sviluppo e sui possibili effetti collaterali causati dalla metformina che mi è stata prescritta insieme ad una dieta molto vaga"

"Avere medici più collaborativi e farti sentire fiducioso nell'affrontare la malattia"

"Penso che sia importante fare una diagnosi precoce, soprattutto se c'è familiarità e qui il medico di base ha un ruolo importante, accompagnando, senza colpevolizzare chi ne è affetto, in un percorso terapeutico mirato"

"Nel mio caso i sanitari e infermieri sono stati molto gentili e comprensivi riguardo al mio stato d'animo"

 

I risultati di questa indagine riflettono la vostra storia?

Condividiamo la nostra esperienza e discutiamo insieme per far progredire le cose!

 

Indagine realizzata in Italia, Spagna, Germania, Regno Unito e Stati Uniti presso 298 membri Carenity

avatar Baptiste Eudes

Autore: Baptiste Eudes, Community Manager Italia

Specialista nel campo dello sport-salute e digitale, Baptiste ha raggiunto Carenity nel 2016 in quanto Community Manager Italia. Il suo obiettivo è di aiutare al meglio i membri Carenity ad utilizzare la piattaforma e portare loro sostegno e consigli per gestire meglio la loro vita quotidiana.

Commenti

il 17/10/19

Si infatti anche a me il diabete è stato diagnosticato in maniera informale, infatti, il mio medico mi ha dirottato a un centro di diabetologia, il quale mi ha preso in considerazione a livello medico, ma di buone parole nulla, ho, abbiamo io e mia moglie consultato internet e ci siamo resi conto che ci poteva andare peggio, quindi ci siamo rimboccati le maniche e siamo andati oltre la malattia 🤒, è stato così che ho reincontrato mio fratello in un centro diabetologico, anche lui affetto dal diabete, ci siamo scambiati le nostre opinioni e ci siamo di nuovo persi di vista, mentre io ho cambiato vari centri, per la totale assenza di buona professionalità e competenza, e io sono sempre attento a quello che mi dicono, ma tutti si lamentano perché sono polemico e così via fino a oggi..........👌🙁 tantissimi auguri a tutti Davide 

il 21/10/19

diabete 2 ...grande business per case farmaceutiche e quant’altro !! 

il 14/11/19

Nella mia città il reparto diabetologico c'è,ma per avere una visita bisogna aspettare almeno 1 anno se va bene.per fortuna che con internet noi pazienti siamo più  informati dei dottori,e siamo noi che diamo suggerimenti ai medici.io ho il diabete 2,e l'ospedale mi serve solo per avere il piano teraupetico,perché per essere visitato non c'è posto,ma mi sta bene,non mi lamento dell'inefficienza degli ospedali anche se in Italia abbiamo la migliore sanità, e gestita male.

Ti piacerà anche

Diabete: sapere leggere le sue analisi del sangue

Diabete tipo 2

Diabete: sapere leggere le sue analisi del sangue

Leggi l’articolo
Avete sentito parlare della pillola che cura il diabete di tipo 2?

Diabete tipo 2

Avete sentito parlare della pillola che cura il diabete di tipo 2?

Leggi l’articolo
Diabete di tipo 2: il pesce tetra messicano è la chiave per la cura definitiva?

Diabete tipo 2

Diabete di tipo 2: il pesce tetra messicano è la chiave per la cura definitiva?

Leggi l’articolo
Cos’è una bioterapia? Speciale tumori

Adamantinoma
Astrocitoma
Carcinoma basocellulare
Carcinoma epidermoide della testa e del collo
Condrosarcoma mixoide extrascheletrico
Cordoma
Coriocarcinoma
Dermatofibrosarcoma di Darier-Ferrand
Feocromocitoma
Glioblastoma
Leucemia linfatica acuta
Leucemia linfatica cronica
Leucemia mieloide acuta
Leucemia mieloide cronica
Linfoma di Hodgkin
Linfoma non-Hodgkin
Macroglobulinemia di Waldenstrom
Mesiotelioma
Mielofibrosi
Mieloma multiplo
Nefroblastoma
Neoplasia endocrina multipla
Neuroblastoma
Retinoblastoma
Sarcoma di Ewing
Sarcoma di Kaposi
Sindrome di Sézary
Sindromi mielodisplastiche
Tumore al cervello
Tumore al timo
Tumore del collo dell'utero
Tumore del colon-retto
Tumore del fegato
Tumore del nasofaringe
Tumore del palato
Tumore del pancreas
Tumore del polmone
Tumore del rene
Tumore del seno
Tumore del testicolo
Tumore dell'ano
Tumore dell'endometrio
Tumore dell'esofago
Tumore dell'ovaio
Tumore della bocca
Tumore della gola
Tumore della laringe
Tumore della lingua
Tumore della parotide
Tumore della pelle
Tumore della pleura
Tumore della prostata
Tumore della tiroide
Tumore della vagina
Tumore della vescica
Tumore della vulva
Tumore delle vie biliari
Tumore dello stomaco
Tumore di Merkel
Tumore endocrino entero-pancreatico
Tumore gliale
Tumore maligno delle tube
Tumore neuroendocrino
Tumore osseo
Tumore peritoneale primario
Tumore rabdoide
Tumore stromale gastrointestinale
Tumore tonsillare

Cos’è una bioterapia? Speciale tumori

Leggi l’articolo