«
»

Top

La prima colazione è il pasto più importante della giornata?

Pubblicata il 8 mag 2021 • Da Candice Salomé

Chi non ha sentito dire in molte occasioni che la colazione è il pasto più importante della giornata? Questa idea che questo primo pasto garantisca una buona energia per tutta la giornata è ben radicata nelle nostre abitudini. 

Ma perché la colazione è il pasto più importante? Cos'è una buona colazione? Cosa dice la scienza al riguardo? Quando è nato il concetto di colazione?

Vi diciamo tutto nel nostro articolo!

La prima colazione è il pasto più importante della giornata?

Quando è nato il concetto di prima colazione?

Il concetto di prima colazione come lo conosciamo oggi è nato con un cambiamento nelle abitudini alimentari all'inizio del XX secolo, quando i paesi occidentali erano nel mezzo della rivoluzione industriale.

Prima di questo periodo, la gente mangiava anche al mattino per rompere il digiuno notturno, ma questo non era ritualizzato. Infatti, gli alimenti che oggi sono associati alla colazione non erano molto diffusi. A quel tempo, gli avanzi del giorno precedente venivano mangiati al risveglio. 

Allo stesso tempo, sempre più persone lasciavano le campagne e i campi per andare in città a fare lavori sedentari (nelle fabbriche o negli uffici) e i lavoratori cominciarono a lamentarsi dell'indigestione. Il loro pasto mattutino era inadeguato.

Da quel momento in poi, il dottor John H. Kellogg investì nella ricerca sul "miglior modo di vivere possibile". Ha fornito a persone facoltose trattamenti che vanno dall'idroterapia alla terapia della luce secondo i principi di salute della Chiesa avventista del settimo giorno. Ha prescritto ai suoi pazienti diete basate su cibi insipidi, a basso contenuto di grassi e di carne. Nel 1898, il dottor John H. Kellogg creò i cornflakes, petali a base di farina di mais, un mezzo, secondo lui, per combattere l'indigestione.

Suo fratello, Will Keith Kellogg, vide un grande potenziale commerciale e decise di commercializzare i cereali al grande pubblico nel 1907. Così nacque la colazione - sostenuta dalle tesi di nutrizionisti come John H. Kellogg - e i cereali cominciarono a invadere il mercato.

Cos'è una buona colazione?

Molte persone non trovano il tempo di fare colazione al mattino. Tuttavia, è importante prendersi il tempo di sedersi a tavola e concedersi 20 minuti per mangiare come si farebbe a pranzo o a cena.

Infatti, questo primo pasto fornirà al corpo l'energia necessaria per avere una buona mattinata.

Una colazione equilibrata è composta da alimenti di stagione e può essere composta da prodotti di diverse categorie. È possibile variare i piaceri da un giorno all'altro. Può essere composto da una bevanda senza zucchero (caffè, tè, rooibos, mate...), un alimento ricco di proteine (formaggio bianco, formaggio, yogurt di soia, uova...), un frutto di stagione (kiwi, albicocca, banana, arancia, frutti secchi...) e un prodotto contenente carboidrati (fette biscottate, pane per tramezzini, baguette, fiocchi di cereali, ecc.) su cui si può spalmare un po' di burro, marmellata o margarina (ricca di omega 3).

Se preferite i cereali per questo primo pasto della giornata, assicuratevi di controllare la loro composizione, perché spesso contengono molto zucchero e quindi hanno un alto indice glicemico.

Quali sono i benefici della colazione?

Fornisce l'energia necessaria per la prima parte della giornata:

Dopo un periodo di digiuno di 8-12 ore, il corpo ha bisogno di recuperare un po' di energia per affrontare la prima parte della giornata e avere così la forza di resistere fino al pranzo.

Favorisce la memoria e la concentrazione:

Durante la notte, il livello di glucosio nel sangue tende a scendere e alcuni dei nostri organi, come il cervello (che è alimentato dal glucosio), non funzionano bene quando ci svegliamo. Una buona colazione ci permette di essere più produttivi al mattino.

Il rischio di carenze è inferiore:

La colazione permette di dare al corpo tutti i nutrienti essenziali di cui ha bisogno per funzionare correttamente. Così, le persone che saltano questo pasto hanno maggiori probabilità di soffrire di carenze a lungo termine.

Previene lo spuntino:

Le persone che non fanno colazione tendono a sentirsi affamate a metà mattina. Dato che spesso non sono a casa, tendono a fare spuntini con cibi meno equilibrati come pasticcini e biscotti, che sono ricchi di zuccheri e grassi.

Cosa dice la scienza sulla prima colazione?

Come abbiamo visto prima, la convinzione che la colazione sia il pasto più importante della giornata è ben radicata nella società occidentale. Tuttavia, ci sono poche prove scientifiche per questo.

In generale, le persone che fanno colazione tendono ad essere più snelle e più sane. Tuttavia, questi individui spesso mangiano una dieta più equilibrata e fanno più esercizio.

Due studi pubblicati nel 2014 in un'importante rivista, l'American Journal of Clinical Nutrition, hanno riacceso il dibattito sul reale valore della colazione.

Questi studi mettono in dubbio il fatto che mangiare la colazione impedirebbe il sovrappeso. Gli scienziati sottolineano l'importanza di molti fattori che non sono stati sufficientemente presi in considerazione negli studi precedenti, come l'attività fisica o il background socio-economico, di cui la colazione è un marcatore.

Infatti, a partire dagli anni '50, i prodotti dell'industria alimentare (come i cereali, spesso ricchi di zucchero) sono diventati parte della nostra dieta.

Così, secondo il professor Bernard Guy-Grand, nei quaderni della nutrizione: "Non siamo ovviamente ostili alla colazione, che ha dei vantaggi per la maggior parte dei consumatori di tutte le età, ma da lì a farne un obbligo ardente per tutti nella speranza di combattere l'obesità..."

L'unica certezza, secondo lui: la prima colazione permette di fornire l'energia per un buon inizio di giornata.

Questo articolo vi è stato utile? Fate la prima colazione?

Condividete le vostre domande e la vostra opinione con la comunità nei commenti qui di seguito!

Forza a tutte e tutti!


avatar Candice Salomé

Autore: Candice Salomé, Redattrice di Salute

Creatrice di contenuti presso Carenity, Candice è specializzata nella scrittura di articoli sulla salute. Ha un interesse particolare nei campi della psicologia, del benessere e dello sport. 

Candice ha... >> Per saperne di più

2 commenti


fabiohellas
il 08/05/21

Buongiorno, 

da qualche settimana sto seguendo l'alimentazione circadiana e la colazione è senza dubbio un pasto fondamentale è ricco... . soffro di artrosi diffusa con stress ossidativo elevato ed il mio medico medicina interna mi ha consigliato soprattutto farine integrali e parecchia frutta e verdura . Ancora ho parecchi dolori diffusi... ci vorrà un po di tempo


Miledy
il 08/05/21

A me invece x problemi di infiammazioni diffuse hanno tolto tutte le farine con il glutine , latticini, carni rosse e di maiale..pomodori peperoni, patate e melanzane! In effetti sono migliorata.. ma dopo 2 anni mi sono un pò stancata e qualche volta sgarro mangiando un pò  di tutto e mi ritorna un pò di infiammazione! Quindi il dott.or Mozzi ha ragione sulla sua dieta dei gruppi sanguigni!!

Ti piacerà anche

L’alimentazione per guarire?

L’alimentazione per guarire?

Leggi l’articolo
Verso un benessere generale, Weight Watchers diventa « WW »

Verso un benessere generale, Weight Watchers diventa « WW »

Leggi l’articolo
Vitamine, minerali e integratori alimentari

Vitamine, minerali e integratori alimentari

Leggi l’articolo
Cozze e vongole in tavola? I consigli per consumarle senza correre rischi

Cozze e vongole in tavola? I consigli per consumarle senza correre rischi

Leggi l’articolo