https://www.carenity.it/static/themes-v3/default/images/it/header/spondilite-anchilosante.jpg

Spondilite anchilosante

La spondilite anchilosante, cos’è?

Le spondilartriti sono un gruppo di malattie che presentano delle caratteristiche comuni. Ad esempio, la spondilite anchilosante può anche essere associata ad altre malattia come l’artrite psoriasica, l’artrite reattiva, le malattie infiammatorie croniche dell’intestino...

>> Condividete sulla vita quotidiana nel nosto forum dedicato

I pazienti affetti da una spondilite hanno spesso paura dell’anchilosi cioè l’immobilità dell’articolazione colpita.

Le cause della spondilite anchilosante

Più del 90% dei pazienti affetti hanno l’antigene HLA-B27 contro il 10% nella popolazione sana. Però, la maggior parte delle persone con HLA-B27 non svilupperà la spondilite. Quindi non possiamo dire che rappresenta in senso stretto una causa.

>> Testimonianza: vincere i dolori cronici della spondilite grazie alla cannabis terapeutica

Il ruolo di alcuni agenti infettivi e di certi geni è sempre più conosciuto. La spondilite sembra verificarsi dopo combinazione di diversi fattori infettivi, genetici ed immunologici.

I trattamenti della spondilite anchilosante

I farmaci

Il ricorso a antidolorifici è sistematico e si fa per ogni stadio della malattia. Si può trattare di paracetamolo o di oppioidi deboli come la codeina o il tramadol.

>> Delle domande, un parere? Ci vediamo nel forum dedicato

Oltre a questo trattamento medicato, il medico prescrive il più spesso antinfiammatori non steroidei (AINS) con dosaggio minimo efficace e durante un periodo il più breve possibile: viene limitato soltanto per i periodi dolorosi. Gli AINS sono molto efficaci e sono anche diventati un criterio nella diagnosi della spondilite anchilosante.

In caso di fallimento dopo 3 tentativi con 3 AINS diversi usati con il dosaggio più forte durante 3 mesi, si consiglia un trattamento di fondo con metotrexato oppure anti-TNF alfa nei casi più gravi, trattamenti simili a quelli della poliartrite reumatoide. Si parla allora di bioterapia, vuol dire l’uso di farmaci di origine immunologica, fabbricati con biologia molecolare.

La fisioterapia

Il paziente deve essere sostenuto da un fisioterapista per mantenere una buona mobilità e conservare la buona condizione delle sue articolazioni.

Lo sport

Un’attività fisica adeguata (bicicletta, nuoto...) permette di conservare la mobilità della spina dorsale e delle articolazioni, di preservare la capacità di espansione della cassa toracica e di ridurre la rigidità della spina dorsale. Permette di rafforzare la muscolatura per migliorare il ruolo di sostegno e di protezione dei muscoli verso le articolazioni. Parlatene con il vostro medico per definire un’attività fisica adeguata e acquisire una maggiore qualità di vita!

Gli altri trattamenti

L’ergoterapista ha come obiettivo di permettere al paziente di acquisire un’autonomia e di conservare le sue attività: gli insegna diverse regole di protezione articolare intervenendo a livello dell’educazione gestuale e lo aiuta ad adeguare la sua casa e il suo ambiente di lavoro.

In caso di lesioni articolari molto importanti, la chirurgia può essere proposta.

La community Spondilite anchilosante

Ripartizione dei 481 membri Spondilite anchilosante su Carenity

Età media dei nostri pazienti con Spondilite anchilosante

Spondilite anchilosante sul forum

Forum
20/05/19 a 23:28

silviacorucvi è intervenuto nella discussione Spondilite anchilosante e dieta, c'è un legame?

Forum
12/05/19 a 10:39

bambariders è intervenuto nella discussione Enbrel

Vedi il forum Spondilite anchilosante

News Spondilite anchilosante

Vedi più news Spondilite anchilosante

Testimonianze Spondilite anchilosante

Vedi più testimonianze