Cause che portano ad un trapianto

Quando un trattamento medico non è più sufficiente a mantenere il funzionamento adeguato di un organo, può essere necessario effettuare un trapianto. Le cause possono variare in base all’organo interessato.

/static/themes-v3/default/images/default/info/maladie/intro.jpg?1516194360

Per il trapianto di cuore si distinguono principalmente due casi:
- I pazienti affetti da una malattia cardiaca, da un’insufficienza cardiaca grave e irreversibile che mette a rischio la loro vita sono considerati candidati prioritari per il trapianto di cuore. Per questi pazienti si tratta spesso dell’unica soluzione possibile. 
- Nei pazienti con tumore e che effettuano chemioterapie periodiche, frequentemente il cuore risulta indebolito e non riesce più a garantire correttamente la sua funzione di pompa. In questo caso viene raccomandato un trapianto di cuore In Francia, il 5% dei pazienti affetti da cancro è soggetto ad un trapianto di cuore.

In questo secondo caso, alcune condizioni devono tuttavia essere presenti contemporaneamente, come ad esempio una remissione di 5 anni dopo un tumore comparso di recente. In caso di tumori di vecchia data viene eseguito un profilo dettagliato prima di raccomandare il trapianto di cuore. Questo è dovuto principalmente al rischio di recidiva associato ai tumori più vecchi e permette di ottenere un tasso di successo del trapianto simile a quello dei pazienti non affetti in passato da tumore.

I DIVERSI MOTIVI PER UN TRAPIANTO

Vi sono diversi motivi che portano alla necessità di un trapianto di polmone. Tra le cause principali di sono le malattie che portano all’ostruzione delle vie respiratorie frequentemente associate all’uso di tabacco, la fibrosi polmonare o la mucoviscidosi. È importante notare che, in caso di malattie da mucoviscidosi, il trapianto polmonare rappresenta l’unica possibilità di sopravvivenza per il paziente quando la malattia raggiunge un livello critico.

Il trapianto di fegato è destinato ai malati che soffrono di insufficienza epatica in fase terminale. Questo trapianto viene effettuato nelle persone affette da una malattia cronica come la cirrosi oppure da una condizione acuta come l’epatite fulminante.

Il tumore del fegato è anch’esso una condizione che richiede il trapianto in un terzo dei casi.

Il trapianto di rene è necessario in caso di insufficienza renale o quando il rene smette completamente di funzionare (fase terminale dell’insufficienza renale).

Vuoi saperne di più su questa malattia?

Raggiungi i 69 000 pazienti iscritti sulla piattaforma, ottieni informazioni sulla tua malattia
o quella del tuo parente e condividi con la comunità

Unisciti

È gratis e anonimo