Giornata mondiale contro l'osteoporosi: lottiamo contro il dolore!

/static/themes-v3/default/images/default/home/bg-generic.jpg?1516194360

Pazienti Osteoporosi

1 risposta

38 visualizzazioni

Tema della discussione


• Membro Ambasciatore
Pubblicato il
Buon consigliere

Seguo questa discussione con vivo interesse perchè so che l'osteoporosi è una malattia che interessa in particolare tutte le donne, dopo la menopausa. 

Un bravo medico, un caro amico mi ha consigliato di prevenire per tempo con gli esami specifici e appropriati: 

Per individuare tale patologia è necessario sottoporsi ad esami specifici che ci consentano di controllare la salute delle nostre ossa. L'esame adatto è la densitometria ossea che ci permette di tenere sotto controllo la densità ossea allo stato attuale e nel corso dei trattamenti, quindi consente una previsione sulla condizione delle ossa prima di eventuali fratture.

Poiché le ossa maggiormente soggette a traumi sono il radio e l'ulna nell'avambraccio, le ossa del collo, il femore e infine, le vertebre, l'attenzione clinica è rivolta soprattutto a queste zone. Accanto alla densitometria ossea vengono attualmente utilizzate altre tre tecniche che rientrano nell'ambito della Mineralometria ossea computerizzata (Moc):

ISPA: questo esame valuta con esattezza la massa ossea calcolando la quantità di calcio, l'elasticità e la resistenza dell'osso esaminato in riferimento a valori medi stabiliti. Tuttavia, questo tipo di analisi, per le modalità tecniche di cui si serve, risulta inadeguata per le ossa del collo, il femore e le vertebre;
DPA: è un esame specifico per la colonna vertebrale, il femore e lo scheletro. Consente di ottenere risultati migliori rispetto all'ISPA;
DEXA: quest'esame, infine, pur essendo tecnicamente più simile alla DPA, garantisce una maggiore precisione e ha il notevole vantaggio di essere meno invasivo. Vanno inoltre menzionati altri esami tuttora in uso: la TAC (Tomografia Assiale Computerizzata) che, utilizzata per l'analisi della colonna vertebrale, comporta lo svantaggio di sottoporre il paziente ad alte dosi di raggi X; le ecografie, il cui uso clinico è tuttora discriminato da una possibile inadeguatezza rispetto alle suddette tecniche Moc.

Fonte: Web

Inizio della discussione - 20/10/18

Giornata mondiale contro l'osteoporosi: lottiamo contro il dolore!

• Animatore della community
Pubblicato il

Il 20 ottobre, è la Giornata mondiale dell’osteoporosi! Una malattia non sempre diagnosticata ma che può provocare dei dolori importanti ed anche fratture patologiche.
 
Nel quadro della nostra Settimana contro i dolori, raccontateci la vostra vita quotidiana e condividete i vostri consigli contro i dolori cronici legati all’osteoporosi. Siete 75 pazienti sul nostro sito, è ora di aiutarsi e sostenersi a vicenda!
 
Buona discussione! 

Baptiste 

Discussioni più commentate