Poliartrite reumatoide ed eredità

La poliartrite reumatoide rimane tuttora una malattia dalle cause poco note. Tuttavia, in base a studi recenti l’eredità avrebbe un peso relativamente importante.
/static/themes-v3/default/images/default/info/maladie/intro.jpg

Le cause della poliartrite reumatoide non sono attualmente conosciute, ma è noto che il sistema immunitario ha un ruolo determinante nella comparsa di questo tipo di infiammazione e dei danni conseguenti. Per motivi non ancora chiariti, in alcune situazioni il sistema immunitario inizia a produrre anticorpi contro le strutture articolari e altri organi. In questa reazione immunitaria sono coinvolte numerose cellule e sostanze, ma gli elementi fondamentali sono i linfociti T, la cui attivazione porta alla secrezione di sostanze infiammatorie.

La PR: una malattia multifattoriale

In base ad alcuni studi scientifici, le cause della poliartrite reumatoide potrebbero essere collegate ad alcuni fattori ambientali che contribuiscono, nell’ambito di un individuo predisposto geneticamente, a scatenare questa malattia. Si parla in questo caso di infezioni virali o batteriche, ma per il momento questo non è stato confermato con certezza. In ogni caso, la poliartrite reumatoide non è una malattia contagiosa.

La poliartrite reumatoide ha tuttavia una componente ereditaria, e alcuni studi scientifici sul sistema di istocompatibilità nell’uomo, ossia sull’insieme dei geni di un individuo, hanno permesso di dimostrare che le persone con un familiare affetto da questa malattia hanno in media un rischio 4 volte superiore di sviluppare la stessa malattia. Questo rischio varia in funzione del sesso del paziente; il rischio è del 2% nei figli maschi di una persona affetta da poliartrite reumatoide e raggiunge il 6% nelle figlie. Nei gemelli omozigoti, ossia aventi un corredo genetico identico, il rischio di sviluppare la poliartrite reumatoide quando una delle due sorelle e già affetta dalla malattia raggiunge il 12%. Questo dimostra il carattere multifattoriale dell’artrite reumatoide che non dipende solo da fattori genetici, ma anche da quelli ambientali.

In Francia ogni anno vengono diagnosticati 10 nuovi casi di artrite reumatoide per ogni 100.000 persone. Quando un familiare è colpito dall’artrite reumatoide, il rischio di sviluppare la malattia durante la vita di un altro familiare 5 volte più elevato nel caso degli uomini e 15 volte più alto nel caso delle donne. Inoltre, questi fattori di rischio genetici predispongono anche ad altre malattie autoimmuni che agiscono secondo lo stesso meccanismo.

Commenti

Registrati per commentare questa discussione