Sintomi della poliartrite reumatoide

I sintomi più frequenti comprendono dolori articolari che, a lungo termine, possono provocare deformazioni delle estremità.
/static/themes-v3/default/images/default/info/maladie/intro.jpg

La comparsa dei primi sintomi avviene a livello di mani, polsi, ginocchia e articolazioni dei piedi con dolori infiammatori. I dolori sono percepiti anche a riposo e possono interessare collo, mandibola e gomiti. A lungo termine in alcuni pazienti è possibile osservare una deformazione delle dita.

I dolori che compaiono la notte continuano fino al mattino. La malattia fa sentire come se si fosse arrugginiti. Questo «arrugginimento articolare mattutino» può durare diverse ore. Il paziente può anche avere la febbre e sentirsi affaticato.

Altre manifestazioni della poliartrite

A volte compaiono alcuni noduli reumatoidi (tumefazioni para-articolare) sotto la pelle a livello delle articolazioni di gomiti e dita.

In seguito, compaiono altre manifestazioni a volte più gravi, mentre altri sintomi molto raramente possono interessare occhi, polmoni, vasi sanguigni, nervi e cuore.

Tutti i reumatologi sono d’accordo sull’importanza del riconoscimento dei primi sintomi per definire una diagnostica precoce. Se la malattia viene diagnosticata abbastanza precocemente, i trattamenti, sebbene non siano curativi, permettono di controllare l’evoluzione della malattia e, nei migliori dei casi, di stabilizzarla.

Tenuto conto della complessità delle forme di questa malattia, la diagnosi è spesso difficile da raggiungere. In effetti possono esistere forme benigne che non hanno alcuna conseguenza per il paziente. Alcune persone possono non avere nessun sintomo né soffrire di deformazioni articolari e conducono una vita del tutto normale.

Articolo redatto con la supervisione del Professor Pierre BOURGEOIS, Professore di reumatologia presso l’Université Pierre et Marie Curie di Parigi, ex Direttore dei servizi di reumatologia presso il Centro universitario ospedaliero dell’Ospedale Pitié-Salpêtrière di Parigi, ex vicepresidente della Société Française de Rhumatologie.

http://www.ior.it/curarsi-al-rizzoli/artrite-reumatoide

Commenti

Registrati per commentare questa discussione