«
»

Top

Fibromialgia: quali sono i trattamenti medici e non medici?

Pubblicata il 16 nov 2021 • Da Claudia Lima

In Italia sono circa 2 milioni le persone affette da fibromialgia. Questa patologia cronica ha un forte impatto sulla qualità della vita e sulle attività sociali e professionali. Circa l'80% dei malati sono donne. La sua diagnosi è delicata e i pazienti interessati devono spesso affrontare una lunga peregrinazione medica. 

Ma quali sono i trattamenti per la fibromialgia? È necessariamente trattato con farmaci? 

Se volete saperne di più, leggete il nostro articolo! 

Fibromialgia: quali sono i trattamenti medici e non medici?

La fibromialgia è una malattia cronica riconosciuta dall'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) dal 1992. È essenzialmente caratterizzata da un dolore muscolare diffuso e persistente associato a un'intensa stanchezza e a disturbi del sonno. La sua diagnosi ha suscitato molte controversie nella comunità scientifica a causa della notevole variabilità dei sintomi, la riluttanza della professione medica e anche l'impossibilità di rilevare anomalie fisiche con le attuali tecniche di esplorazione. 

Quali sono i sintomi e le cause della fibromialgia? 

Le persone con questa condizione si lamentano del dolore ovunque, e il dolore è il sintomo principale. L'intensità varia a seconda dell'ora del giorno, del livello di stress, delle emozioni e dell'attività fisica. 

I sintomi più comuni: 

  • Dolore muscolare cronico, 
  • Fatica intensa, 
  • Disturbi del sonno, 
  • Problemi di attenzione e memoria, 
  • Ipersensibilità al tatto, al rumore, alla luce, all'odore, al freddo, al caldo, 
  • Disturbi emotivi (ansia, depressione), 
  • Emicranie, 
  • Disturbi intestinali e urinari

Le cause dell'insorgenza della fibromialgia non sono ancora veramente note. Non ci sono lesioni visibili nei muscoli per spiegare il dolore provato. I criteri diagnostici si basano quindi sui sintomi e sono basati su una classificazione a 18 punti. Tuttavia, diversi fattori psicologici e fisici sono spesso considerati come fattori scatenanti, come stress, lutti, incidenti, sforzi ripetuti, ecc. 

Una causa della sensibilità al dolore è che i "centri del dolore" nel cervello di chi soffre di fibromialgia funzionano male e interpretano le sensazioni dolorose come più intense di quanto non siano in realtà

Mentre la fibromialgia non è una malattia grave o pericolosa per la vita, il suo impatto sulla vita quotidiana è significativo. Le persone con la malattia sono gravemente limitate socialmente e professionalmente, si isolano e sviluppano disturbi depressivi. 

Il dolore associato è spesso difficile da affrontare a causa della mancanza di una diagnosi o di un trattamento appropriato, ma come si può gestire questa condizione? Come può essere trattata? 

Quali sono i trattamenti per la fibromialgia? 

Gli obiettivi del trattamento della fibromialgia sono di ridurre la sindrome del dolore, di ridurre la fatica provata, di migliorare il sonno e di ridurre l'impatto della malattia sulla vita quotidiana. Il consiglio di un medico specialista, un reumatologo, è necessario. 

A causa dell'eterogeneità dei sintomi, ogni paziente beneficerà di un trattamento adattato. 

Approccio non farmacologico 

I trattamenti non farmacologici sono favoriti e un approccio è particolarmente raccomandato. Si tratta di AFA, attività fisica adattata, che consiste in esercizi adattati alle capacità di ogni paziente. Questi sono efficaci contro il dolore, aumentano il benessere e non hanno effetti collaterali. Esempi: stretching, nuoto, ciclismo, ..., 

Si raccomandano anche altre pratiche, come quelle di movimento meditativo (yoga, tai chi, qi gong, ecc.), meditazione, agopuntura e cure termali. Si dice che abbiano un effetto positivo sul sonno e sulla qualità della vita. 

Si raccomanda anche, come seconda linea di trattamento, di usare la terapia cognitivo-comportamentale (TCC) per ridurre i sintomi dolorosi, la disabilità e i disturbi dell'umore a lungo termine. 

Poi, se l'approccio non farmacologico non è efficace, vengono proposti trattamenti farmacologici. 

Approccio farmacologico

Ad oggi, non ci sono farmaci per trattare la fibromialgia

I farmaci sono quindi prescritti per ridurre i sintomi del dolore e dei disturbi depressivi. Tuttavia, il loro uso deve rimanere occasionale e la loro efficacia non è osservata in tutti i pazienti. Inoltre, alcuni di loro hanno numerosi effetti collaterali come nausea, vomito, vertigini, aumento di peso e, nei casi più gravi, sanguinamento nello stomaco e ulcere. 

Da sapere, i farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) non sono raccomandati a causa della loro inefficacia nel trattamento dei sintomi della fibromialgia

Analgesici, come il paracetamolo combinato con codeina o caffeina, o analgesici di livello II come il Tramadol® per ridurre il dolore. Da usare solo come ultima risorsa e con monitoraggio del rischio di dipendenza. 

I farmaci antiepilettici per alleviare il dolore (pregabalin o gabapentin) come Neurontin®, Lyrica® o Topamax® possono essere prescritti per il dolore neuropatico come bruciore, formicolio, scosse elettriche, ecc. 

Antidepressivi a basso dosaggio o a doppia azione (duloxetina o amitriptilina) come Cymbalta® o Laroxyl® possono essere prescritti. Si tratta di inibitori della ricaptazione di serotonina, dopamina e noradrenalina. Migliorano il sonno, riducono l'ansia, l'emicrania e alcuni disturbi digestivi. Altri tipi di antidepressivi non sono raccomandati perché sono inefficaci. 

Rilassanti muscolari come Flexeril®, utili per alleviare il dolore muscolare 

Anestetici locali come la lidocaina sono talvolta iniettati in una zona particolarmente sensibile per ridurre il dolore. 

La neurostimolazione non invasiva (stimolazione magnetica transcranica) si sta sviluppando in alcuni centri di trattamento del dolore. È necessario condurre studi per valutare la loro efficacia a causa della disparità dei risultati ottenuti. 

Come si può migliorare la cura e l'assistenza? 

Il trattamento della fibromialgia deve basarsi su un approccio multidisciplinare, cioè con l'intervento di più persone di diverse discipline professionali il cui obiettivo è quello di ottimizzare il sostegno del paziente. Un rapporto di fiducia tra assistenti e pazienti deve essere stabilito al fine di placare le preoccupazioni e i dubbi, soprattutto per coloro che sono affetti da erratismo diagnostico

Le associazioni di pazienti offrono ascolto, condivisione e sostegno reciproco ai malati e naturalmente anche Carenity

La ricerca sulla fibromialgia ha portato a molti progressi in questa malattia tutt'altro che rara e molti studi sono in corso per trovare rimedi efficaci. 

Un programma di ricerca francese chiamato Fibromy'activ guidato dalla dottoressa Stéphanie Ranque-Garnier dimostra che "l'attività fisica, se ben adattata, nel migliore dei casi migliora i sintomi dolorosi e nel peggiore non li aggrava, ma allevia quasi sistematicamente e istantaneamente l'umore, la concentrazione e la fatica alla fine della sessione. Questo ha un impatto sulla riduzione del consumo di droga, l'uso del sistema sanitario e un migliore ritorno al lavoro. 

Gli studi continuano e i profili genetici cominciano ad emergere. Per i ricercatori che lavorano su questo tema, uno degli obiettivi è anche quello di avere un vero biomarcatore della malattia, in modo da poter giudicare obiettivamente l'efficacia di qualsiasi nuova terapia prevista. 


Avete trovato utile questo articolo? 

Cliccate su "mi piace" o condividete i vostri sentimenti e le vostre domande con la comunità nei commenti qui sotto! 

Forza a tutte e tutti!

avatar Claudia Lima

Autore: Claudia Lima, Redattrice di Salute

Claudia Lima è una creatrice di contenuti presso Carenity, specializzata nella redazione di articoli sulla salute.

Claudia ha un MBA in Direzione Commerciale e Marketing e sta continuando a svilupparsi nel... >> Per saperne di più

Chi ha riveduto: Charlotte Avril, Farmacista, Data Scientist

Charlotte è Dottore in Farmacia e laureata del Master specializzato in Gestione Farmaceutica e Biotecnologica dell'ESCP. Ha un forte interesse per l'e-health, la tecnologia sanitaria, le malattie rare e le... >> Per saperne di più

Commenti

Ti piacerà anche

Lady Gaga: lo stupro, la battaglia contro la depressione e la fibromialgia

Fibromialgia

Lady Gaga: lo stupro, la battaglia contro la depressione e la fibromialgia

Leggi l’articolo
La diagnosi della fibromialgia raccontata dai membri Carenity

Fibromialgia

La diagnosi della fibromialgia raccontata dai membri Carenity

Leggi l’articolo

Discussioni più commentate