«
»

Top

Giornata mondiale delle malattie rare: isolamento e disturbi psicologici, parliamone!

Pubblicata il 28 feb 2021 • Da Clémence Arnaud

In occasione della Giornata Mondiale delle Malattie Rare del 28 febbraio, abbiamo voluto concentrarci sulle conseguenze psicologiche delle malattie rare sulla vita dei pazienti. 

Come possiamo rompere l'isolamento quando siamo affetti da una malattia rara? Come vivere bene con una malattia rara? Quali sono le soluzioni per ridurre l'impatto psicologico delle malattie rare su una persona?

Giornata mondiale delle malattie rare: isolamento e disturbi psicologici, parliamone!

Malattie rare: patologie diverse e complesse

Perché una malattia appartenga al gruppo delle malattie rare, la sua prevalenza deve essere inferiore a una persona su 2.000. Queste malattie colpiranno la vita del paziente in modo brutale o molto progressivo a livello fisico, intellettuale, funzionale o sensoriale. Il piccolo numero di pazienti e l'eterogeneità dei sintomi rendono complicati i progressi terapeutici e la gestione. 

Il problema di queste patologie può arrivare a voler nascondere la malattia alla famiglia o all'entourage professionale del paziente. Si stima che poco più del 30% delle persone malate o dei genitori di bambini malati ha dovuto nascondere la malattia ai loro familiari e amici.

Impatto psicologico

L'Osservatorio delle Malattie Rare è uno studio che permette di vedere l'impatto di queste patologie sulla vita dei pazienti. Per quanto riguarda il peso psicologico della malattia, hanno osservato i seguenti fenomeni:

  • A più di 1/3 dei pazienti viene offerto un follow-up psicologico.
  • I giovani pazienti (dai 2 ai 17 anni) ricevono più spesso cure psicologiche rispetto ai pazienti adulti.

 Questi disturbi psicologici possono avere diverse manifestazioni come la depressione, la violenza eccessiva o i disturbi comportamentali.

editor_meta_bo_img_03428fd948458cc969184826ef4da976.png

Fonte: Osservatorio delle malattie rare (2015)

Secondo uno studio del Rare Barometer, il 37% degli intervistati dice di essere spesso (19%) o molto spesso (18%) infelice o depresso, rispetto all'11% della popolazione generale. La mancanza di comprensione della loro patologia, la mancanza di sostegno, lo stress legato al ritardo diagnostico e il peso della patologia sono tra i fattori che portano a disturbi psicologici. Inoltre, i cambiamenti corporei provocati dalla patologia hanno un ruolo nella salute mentale dei pazienti.

Un membro della comunità di Carenity UK ha descritto: "Sono arrabbiato e frustrato, non posso fare quello che facevo prima e a volte mi sento così debole. Voglio solo essere di nuovo me stesso".

Isolamento

Le malattie rare sono poco conosciute dalla popolazione e causano problemi reali nella vita quotidiana dei pazienti, la sensazione di isolamento è particolarmente sentita tra questi pazienti. 

Su 438 intervistati nello studio dell'osservatorio delle malattie rare, il 48% ha detto di provare un sentimento di isolamento.

Isolamento familiare ed emotivo

Questa sensazione di isolamento può essere dovuta a tensioni familiari: il 72% delle 334 persone interrogate dall'osservatorio delle malattie dice di sentire qualche tensione nella propria coppia o addirittura forti tensioni che portano al divorzio o alla separazione.

Isolamento professionale

Il mondo professionale è un mondo complicato per i pazienti che soffrono di malattie croniche rare. Infatti, l'impatto di queste patologie sul tempo di lavoro può essere significativo e può essere una barriera al lavoro.

Secondo l'indagine Europa del Rare Barometer, il 21% dei 1095 intervistati ha avuto 90 giorni o più di assenteismo dal lavoro a causa di appuntamenti medici. Questo corrisponde a un quarto di assenza dal lavoro. Molte persone si trovano quindi di fronte alla scelta di lavorare a tempo parziale: la percentuale di persone che lavorano a tempo parziale è più alta che nella popolazione generale.

Per i giovani pazienti, questo può essere dovuto all'abbandono della scuola o a minori ambizioni professionali.

 "Ho dovuto lasciare il mio lavoro a tempo pieno per prendere un lavoro part-time a casa", ha detto un membro della comunità di Carenity US

Isolamento sociale

Anche il tempo libero e ricreativo sono un problema per questi pazienti. Sia i pazienti che i caregiver hanno spesso bisogno di riorganizzare il loro tempo per adattarsi alle esigenze della malattia. In uno studio europeo condotto nel 2018, il 42% degli intervistati ha speso più di 2 ore al giorno per la cura della malattia.

Soluzioni per migliorare la qualità della vita

Per ridurre l'isolamento, esistono molte strutture come le associazioni di pazienti, strutture sportive adattate alla malattia... I social network o i forum di pazienti permettono anche scambi sulla malattia.

Migliorare i percorsi di cura e l'accesso alle informazioni sanitarie per i pazienti è anche importante per ridurre il peso mentale che la malattia può avere. Rare à l'écoute (Rari all'ascolto) è un canale podcast dedicato alle malattie rare che fornisce informazioni affidabili e comprensibili per tutti.

Questo articolo vi è stato utile?

Condividete la vostra opinione e le vostre domande nei commenti qui di seguito!

Forza a tutte e tutti!


avatar Clémence Arnaud

Autore: Clémence Arnaud, Assistente marketing digitale

Clémence ARNAUD è attualmente stagista presso il team di marketing digitale. Il suo ruolo è quello di animare e moderare la comunità in modo che gli utenti abbiano la migliore esperienza possibile sulla piattaforma.... >> Per saperne di più

Commenti

Ti piacerà anche

Testimonianza photo: la sindrome del colon irritabile impedisce di vivere

Acalasia
Atresia del duodeno
Atresia dell'intestino tenue
Colangite biliare primitiva
Malattia di Hirschsprung
Onfalocele
Poliposi iperplastica
Proctite da radiazioni
Sindrome di Lewis-Sumner
Sindrome di Peutz-Jeghers

Testimonianza photo: la sindrome del colon irritabile impedisce di vivere

Leggi l’articolo
Violenze ginecologiche: la parola delle donne si libera

Associazione MURCS
Embriopatia da citomegalovirus
Iperfenilalaninemia materna

Violenze ginecologiche: la parola delle donne si libera

Leggi l’articolo
Giornata mondiale contro il cancro: tutti interessati!

Maladie di Ollier
Neoplasia endocrina multipla
Neurofibromatosi
Pseudomixoma del peritoneo
Sarcoma di Ewing
Sarcoma di Kaposi
Sindrome di Sézary
Timoma
Tumore rabdoide

Giornata mondiale contro il cancro: tutti interessati!

Leggi l’articolo
Un quarto degli adulti nel mondo non si muovono abbastanza per la loro salute

Anorchidia congenita isolata
Assenza congenita bilaterale dei vasi deferenti

Un quarto degli adulti nel mondo non si muovono abbastanza per la loro salute

Leggi l’articolo

Schede malattie