«
»

Top

Quali sono i benefici della fitoterapia in caso di sclerosi multipla?

Pubblicata il 30 mag 2024 • Da Candice Salomé

Molti pazienti affetti da malattie croniche come la sclerosi multipla si rivolgono alle cure alternative. La fitoterapia è una di queste. Si basa sul principio dell'utilizzo delle piante per il trattamento delle malattie, sia a livello preventivo che curativo.

Quali piante possono essere utili nel trattamento della sclerosi multipla? Quali sono i consigli e le precauzioni da prendere quando si ricorre alla fitoterapia?

Ve ne parliamo nel nostro articolo!

 Quali sono i benefici della fitoterapia in caso di sclerosi multipla?

Avvertenze

I pazienti che desiderano utilizzare le piante medicinali devono farlo con cautela. Le piante medicinali non devono aggravare la malattia, né causare ricadute o complicazioni, né interagire con i farmaci prescritti. Prima di utilizzare qualsiasi pianta medicinale, è importante consultare il medico e/o il farmacista per evitare l’insorgere di complicazioni che potrebbero essere anche gravi.

Che cos'è la fitoterapia?

Il termine deriva dal greco "phytos" che significa pianta e "therapeuo" che significa curare. La fitoterapia è definita come l'uso di piante o di medicinali a base vegetale (polveri, fiale, infusi, ecc.) per trattare in modo naturale vari disturbi del corpo umano.

Le piante forniscono all'organismo le sostanze di cui ha bisogno per mantenere il suo equilibrio vitale.

È impossibile sapere con esattezza quando le piante medicinali sono state utilizzate per la prima volta, ma è probabile che l'uomo preistorico le usasse già per curarsi, nutrirsi o addirittura per togliersi la vita.

La fitoterapia ha un ruolo complementare rispetto ai trattamenti medici tradizionali e sta avendo sempre più successo. La sua efficacia è via via più riconosciuta dalla comunità scientifica. La maggior parte delle piante contiene i cosiddetti principi attivi (fitochimici). Di conseguenza, ciascuna di queste piante medicinali ha effetti biologici diversi sul nostro organismo.  

Tuttavia, è importante notare che è sempre necessario parlare con il proprio medico prima di includere trattamenti complementari nel proprio trattamento standard. La fitoterapia può interagire con i trattamenti convenzionali.

Inoltre, il fatto che sia naturale non significa che se ne debba abusare. È importante attenersi rigorosamente alle dosi consigliate.

Che cos'è la sclerosi multipla?

La sclerosi multipla è una malattia infiammatoria cronica autoimmune del sistema nervoso.

La SM si manifesta con disturbi motori, sensoriali, visivi e dell'equilibrio, che possono portare a disabilità a lungo termine. Di solito progredisce con attacchi, la cui intensità e il cui numero variano da paziente a paziente.

È ad oggi la principale causa di grave disabilità non traumatica nei giovani adulti.

>> Per saperne di più sulla sclerosi multipla, scoprite la nostra scheda dedicata alla malattia <<

Quali piante possono essere utili nel trattamento della sclerosi multipla?

La fitoterapia può aiutare a ridurre alcuni sintomi della sclerosi multipla e quindi a migliorare la qualità di vita dei pazienti.

Ridurre il dolore associato alla sclerosi multipla

Per i dolori infiammatori o articolari, la corteccia di salice bianco può essere utilizzata come decotto. È sufficiente far bollire l'acqua per qualche minuto e lasciare che la pianta rilasci i suoi benefici.

Anche l'olmaria è consigliata come infuso. Una volta che l'acqua ha raggiunto l'ebollizione, interrompere l'ebollizione e lasciare in infusione per un massimo di 3/4 minuti.

Queste due piante hanno notevoli effetti antinfiammatori e quindi antidolorifici.

Riduce l'ansia e i disturbi del sonno

Secondo un articolo pubblicato sulla rivista Planta Medicina, la valeriana ha un effetto ansiolitico e favorisce il sonno. Secondo l'Agenzia Europea dei Medicinali, agisce anche sulla tensione nervosa moderata e sull’insonnia. Anche la passiflora, secondo l'Agenzia Europea dei Medicinali, ha effetti sia sul sonno che sull'ansia.

Attenuare i problemi digestivi

La melissa, un antispastico, è indicata in caso di problemi funzionali dell'apparato digerente. Inoltre, in caso di stitichezza, si consiglia una pianta leggera come lo psyllum (noto anche come ispagolla). La sua efficacia è limitata, ma gli effetti collaterali sono scarsi.

Riduzione della spasticità

Secondo una meta-analisi del 2019 che ha esaminato la fitoterapia nella sclerosi multipla, la cannabis sativa potrebbe essere efficace contro la spasticità, mentre il THC combinato con il cannabidiolo potrebbe agire sugli spasmi muscolari, su alcuni sintomi che coinvolgono l’apparato urinario e sul miglioramento della qualità del sonno.


Vi è piaciuto questo articolo?  

Cliccate su "mi piace" o condividete i vostri sentimenti e le vostre domande con la community nei commenti qui sotto!  

Forza a tutte e tutti!



6
avatar Candice Salomé

Autore: Candice Salomé, Redattrice di Salute

Creatrice di contenuti presso Carenity, Candice è specializzata nella scrittura di articoli sulla salute. Ha un interesse particolare nei campi della psicologia, del benessere e dello sport. 

Candice ha... >> Per saperne di più

Commenti

Ti piacerà anche

L’effetto della cannabis terapeutica sui sintomi di spasticità nella Sla e altre malattie del motoneurone

Sclerosi Multipla

L’effetto della cannabis terapeutica sui sintomi di spasticità nella Sla e altre malattie del motoneurone

Leggi l’articolo
Salute, Italia sempre più anziana: aumentano ictus e sclerosi multipla

Sclerosi Multipla

Salute, Italia sempre più anziana: aumentano ictus e sclerosi multipla

Leggi l’articolo
Sclerosi multipla, Roche punta alla rimielinizzazione delle fibre nervose per invertire la progressione della malattia

Sclerosi Multipla

Sclerosi multipla, Roche punta alla rimielinizzazione delle fibre nervose per invertire la progressione della malattia

Leggi l’articolo
Azienda Ospedaliera: intervento innovativo per la cura della spasticità

Sclerosi Multipla

Azienda Ospedaliera: intervento innovativo per la cura della spasticità

Leggi l’articolo

Discussioni più commentate

Scheda malattia