«
»

Top

Dormire solo 6 ore porta ansia e depressione

Pubblicata il 24 mag 2018

Dormire solo 6 ore porta ansia e depressione

Uno studio della Georgia Southern University ha dimostrato la connessione tra salute mentale e sonno e l'importanza di una corretta idratazione

Un'ora extra di sonno potrebbe migliorare la salute mentale, offrendo quasi un giorno in più trascorso in buone condizioni di umore e al riparo da depressione e ansia; viceversa perdere anche una sola ora di sonno a notte aumenta di molto (quasi il doppio) il rischio di ansia e sintomi depressivi, senso di irrequietezza e disperazione.

La ricerca

Lo rivela uno studio che ha coinvolto quasi 21 mila individui condotto da Collins Ordiah della Georgia Southern University (USA). Gli esperti hanno sottoposto al campione dei questionari per studiarne l'umore e le abitudinial sonno; in più hanno chiesto loro di compilare un diario in modo da saper dire quanti giorni al mese si sono sentiti di cattivo umore, afflitti da un senso di disperazione, da irrequietezza, sintomi di ansia e depressione.

Salute mentale e sonno

Ebbene è emersa una stretta correlazione tra qualità della salute mentale e sonno. Un'ora extra di sonno rispetto alla durata raccomandata regala quasi un intero giorno in più di buon umore e riduce il rischio di soffrire di sintomi depressivi e ansiosi, di irrequietezza. Viceversa perdere anche solo un'ora di sonno a notte rispetto al tempo raccomandato aumenta del 60-80% il rischio di manifestare sintomi depressivi e ansiosi.

Sonno e idratazione

In un articolo precedente avevamo parlato dell’importanza dell’idratazione sulla qualità del sonno. Un valido aiuto per dormire meglio può arrivare anche dall’acqua. La relazione tra idratazione e sonno viene spesso sottovalutata: in realtà bere la giusta quantità di acqua durante tutto il corso della giornata può facilitare la digestione, contribuendo ad agevolare il riposo notturno. In particolare le acque bicarbonato-solfate, grazie alla presenza di questi due sali minerali, stimolano l’attività del fegato e del pancreas, riducendo l’acidità gastrica e favorendo l’azione degli enzimi digestivi.

2

In a bottle - Alessandro Conte

25 commenti


lisailcognome • Membro Ambasciatore
il 07/06/18

Mi permetto di consigliare un rimedio utile e naturale: la valeriana. E' l'unica che mi induce il sonno in breve tempo. 


Mano70
il 07/06/18

Provata anche questa !!! Ma senza risultati !!! Come ho già detto a me personalmente niente di tutto quello che è in commercio per l insonnia mi ha aiutato ne deduco a questo punto che sia sintomo della menopausa .....


lisailcognome • Membro Ambasciatore
il 09/06/18

Ciao @Mano70‍ , io mi riferisco alla valeriana vera e propria, non quella che è in commercio sotto forma di pillole, tisane, capsule ecc.

Vai dal fruttivendolo o al supermercato, dove vendono tutti i tipi di insalata. Prendi la valeriana, la condisci come vuoi (io uso il limone) e il gioco è fatto.

A me da un effetto soporifero. Quando mi è addormento facilmente è perchè ne ho mangiata una bella porzione. A mezzogiorno evito, (anche al ristorante) perchè non voglio dormire 


Mano70
il 09/06/18

Il mio problema se leggi bene non è addormentarmi ma i risvegli notturni !! Magari mi sveglio alle 4 o alle 5...... quindi l effetto di qualsiasi cosa sarebbe svanito .....non so se mi spiego


titty71
il 10/06/18

Ciao a tutti,

anche io da qualche tempo soffro d'insonnia che è comparsa a causa di preoccupazioni legate al mio ultimo lavoro.

Inizialmente ho iniziato ad avere solo risvegli precoci, nel senso che mi addormentavo senza difficoltà per poi svegliarmi alle 4 del mattino. Poi con l'aumentare dell'ansia, il malessere è peggiorato: non riuscivo più ad addormentarmi, dormivo al massimo 1 ora per notte! Allora mi sono decisa di prendere qualcosa in farmacia, come la valeriana in gocce e pasticche. Qualche beneficio l'ho avuto. Ma quando l'ansia è forte, questi rimedi non hanno effetto.

Per il momento ho trovato una soluzione, sempre "light", che a me al momento aiuta, ovvero:

nel tardo pomeriggio tipo alle 18,00 prendo 1 pasticca di valeriana, poi all'ora di cena mi preparo una "supercamomilla" concentrata (in una tazza media metto 3 bustine) che mi rilassa tanto e per finire intorno alle 22,30/23,00 prendo la 2a pasticca di valeriana. 

Diciamo che dormo, che il circolo vizioso dell'insonnia si è interrotto. Che per me, ripeto, è legato alle difficoltà impreviste nel nuovo lavoro. Infatti ho osservato che quando la giornata lavorativa procede in modo spedito, con poche difficoltà e mi sento sicura, l'insonnia non compare.

Ti piacerà anche

Come sostenere un parente affetto da una malattia mentale ?

Agorafobia
Alessitimia
Ansia cronica - Stress
Attacco di panico
Ciclotimia
Claustrofobia
Demenza fronto-temporale
Demenza fronto-temporale con inclusioni tau
Depressione
Dismorfofobia
Distimia
Disturbi del comportamento / Malattie mentali
Disturbi dell'apprendimento
Disturbi dello Spettro Autistico
Disturbi psicotici
Disturbo affettivo stagionale
Disturbo bipolare
Disturbo borderline di personalità
Disturbo d'ansia generalizzato
Disturbo d'ansia sociale
Disturbo della conduzione cardiaca
Disturbo della valvola mitrale
Disturbo disintegrativo dell'infanzia
Disturbo dissociativo dell'identità
Disturbo ossessivo-compulsivo
Disturbo psicotico breve
Fobie
Iperattività
Ipomania
Malattia di Gilles de la Tourette
Malinconia
Mania
Nevrosi
Paranoia
Psicosi
Schizofrenia
Sindrome di Asperger
Sindrome di Coffin-Lowry
Stress
Stress post-traumatico
Talassemia beta
Tic
Tricotillomania

Come sostenere un parente affetto da una malattia mentale ?

Leggi l’articolo
Convivere con il disturbo bipolare dall'età di 17 anni

Depressione
Disturbo bipolare

Convivere con il disturbo bipolare dall'età di 17 anni

Vedi la testimonianza
La depressione nel 2030 sarà la malattia più diffusa nel mondo

Agorafobia
Alessitimia
Ansia cronica - Stress
Attacco di panico
Ciclotimia
Claustrofobia
Demenza fronto-temporale
Demenza fronto-temporale con inclusioni tau
Depressione
Dismorfofobia
Distimia
Disturbi del comportamento / Malattie mentali
Disturbi dell'apprendimento
Disturbi dello Spettro Autistico
Disturbi psicotici
Disturbo affettivo stagionale
Disturbo bipolare
Disturbo borderline di personalità
Disturbo d'ansia generalizzato
Disturbo d'ansia sociale
Disturbo della conduzione cardiaca
Disturbo della valvola mitrale
Disturbo disintegrativo dell'infanzia
Disturbo dissociativo dell'identità
Disturbo ossessivo-compulsivo
Disturbo psicotico breve
Fobie
Iperattività
Ipomania
Malattia di Gilles de la Tourette
Malinconia
Mania
Nevrosi
Paranoia
Psicosi
Schizofrenia
Sindrome di Asperger
Sindrome di Coffin-Lowry
Stress
Stress post-traumatico
Talassemia beta
Tic
Tricotillomania

La depressione nel 2030 sarà la malattia più diffusa nel mondo

Leggi l’articolo
VITAMINA D E DEPRESSIONE

Depressione

VITAMINA D E DEPRESSIONE

Leggi l’articolo

Discussioni più commentate

Schede malattie