«
»

Top

L'autoesame: un mezzo per la diagnosi precoce del cancro al seno

Pubblicata il 20 dic 2021 • Da Claudia Lima

Il cancro al seno è il cancro più comune e più letale nelle donne. 1 donna su 8 rischia di svilupparlo nel corso della sua vita. Tuttavia, il tasso di mortalità sta diminuendo di anno in anno, grazie al miglioramento dei trattamenti, ma anche grazie allo screening del cancro al seno che si adatta sempre più al livello di rischio di ogni donna. Uno dei modi per rilevare questa malattia in una fase iniziale è attraverso l'auto-esame. 

Come si fa? Quando farlo? 

Se volete delle risposte, leggete il nostro articolo! 

L'autoesame: un mezzo per la diagnosi precoce del cancro al seno

Il cancro al seno deriva da un disordine di cellule che si moltiplicano e di solito formano una massa chiamata tumore. Questo tumore maligno colpisce la ghiandola mammaria e può diffondersi in tutto il corpo. Questo si chiama metastasi. 

Come donna, è importante tenere d'occhio i cambiamenti nel tuo seno e fare uno screening regolare

Secondo l'Istituto Nazionale del Cancro, un esame clinico del seno da parte di un professionista è raccomandato ogni anno a partire dai 20 anni. Questo si chiama palpazione. Poi, se non ci sono sintomi o fattori di rischio per lo sviluppo del cancro al seno, si raccomanda anche una mammografia di screening ogni 2 anni per le donne dai 50 ai 74 anni. 

Per le donne con una storia medica e familiare o una predisposizione genetica, ci sono procedure di follow-up specifiche

Se ci sono dei cambiamenti nel seno, bisogna consultare subito un medico. Questo può includere la comparsa di un nodulo, un grumo nel seno o nell'ascella, o un cambiamento nella pelle. Tutti questi possono essere i primi segni del cancro al seno

In Francia, il cancro al seno è responsabile del 14% dei decessi per tumori femminili nel 2018 con più di 58.000 casi. L'età mediana della diagnosi è di 63 anni. Se individuato precocemente, il cancro al seno ha una buona prognosi, con un tasso di sopravvivenza di circa l'87%. Ogni anno in Italia vengono diagnosticati 55.500 nuovi casi di tumore del seno.

Per questo motivo, e per completare gli esami eseguiti come parte dello screening del cancro al seno, i medici incoraggiano fortemente tutte le donne a eseguire regolarmente l'autoesame del seno

La diagnosi precoce permette un trattamento meno aggressivo e più conservativo per quelli con tumori maligni, quindi la diagnosi precoce ha un impatto importante sul trattamento del cancro al seno.   

Cos'è l'autoesame del seno? 

L'autoesame mammario, noto anche come autoesame del seno, è un insieme di azioni che permettono a una donna di rilevare qualsiasi anomalia nel suo seno. Si tratta di un esame indolore che consiste nel premere il seno e la zona sotto l'ascella in diversi punti per cercare eventuali grumi o arrossamenti anomali, e quindi tumori. 

Questo autoesame del seno rende facile notare qualsiasi cambiamento anormale nel seno e segnalarlo al medico. 

Le protesi mammarie non impediscono l'autoesame del seno. 

Cosa si deve fare e quando?

L'autoesame del seno si effettua in due fasi. La prima è una fase di osservazione visiva, la seconda è una fase di palpazione

Ecco come procedere: 

  • Scoprite i vostri seni e mettetevi davanti a uno specchio, come segue: 

editor_meta_bo_img_b8f648779b87d86402de7c73e0773e84.svg

  • Ispezionate visivamente entrambi i seni, prestando attenzione a quanto segue: scarico del capezzolo, crepe, fossette, pieghe, pelle spellata, forma del seno,
  • Alzate il braccio destro e preparate le tre dita della mano sinistra come mostrato nell'immagine qui sotto: 

editor_meta_bo_img_86a057ebe1f0e4bc5a6a97f9bd1e08fd.pngeditor_meta_bo_img_83c8bf818d3b50adb7aa208543870d40.pngeditor_meta_bo_img_7bf948a70fd7b3d95d7716de5503ca0a.png

  • Esaminate il vostrot seno con tre dita. Toccate il seno destro con fermezza, attenzione e completamente. Iniziando dall'esterno, muovete la mano sul vostro seno in piccoli cerchi con la punta delle dita, alcune persone esaminano il loro seno in linee. L'ascella e la zona tra l'ascella e il seno dovrebbero ricevere un'attenzione speciale,
  • Esaminate il vostro capezzolo. Questo include pizzicarlo delicatamente per controllare se ci sono perdite o altre anomalie,


editor_meta_bo_img_350105630e63dc2a539fc56fbf29100b.png

  • Ripetete l'autocontrollo sul seno sinistro 

 editor_meta_bo_img_5e0d157a8e1226296828ec9863f75191.png
Fonte: 
Sante.bd, l’autopalpation, je me fais un examen des seins (Sante.bd, autoesame, faccio un esame del seno)

Alcuni specialisti raccomandano un autoesame almeno una volta al mese, lo stesso giorno, qualche giorno dopo le mestruazioni quando i tessuti sono più morbidi, appena la donna ha vent'anni. Si raccomanda di effettuare questo esame sempre nello stesso momento, in modo che il confronto sia pertinente. 

Se siete in menopausa, esaminate i vostri seni lo stesso giorno di ogni mese. 

Come reagire in caso di anomalia? 

Durante l'autoesame del seno, si possono notare delle anomalie. Queste anomalie possono essere: grumi sospetti, pieghe anomale nella pelle, la comparsa di una piccola cavità o ferite, la presenza di sangue o liquido nel capezzolo... 

Questi devono essere portati all'attenzione del medico o del ginecologo che a sua volta palperà il seno e, se necessario, prescriverà ulteriori esami (esami del sangue, ecografia, risonanza magnetica, mammografia, ecc.) 

Contrariamente ad alcune idee preconcette sul cancro e sull'autoesame del seno, la comparsa di grumi o altri cambiamenti nel seno non indica necessariamente la presenza di un tumore o di un cancro al seno. Può essere una condizione benigna. Tuttavia, si raccomanda che qualsiasi anomalia sia controllata da un professionista della salute

L'autoesame del seno per la diagnosi precoce del cancro al seno non sostituisce le visite regolari dal medico o dal ginecologo. 

Secondo l'Istituto Nazionale del Cancro, la diagnosi precoce del cancro al seno porta a un tasso di guarigione del 90%. Inoltre, riduce il tasso di mortalità del cancro al seno. 

Vi è piaciuto questo articolo?  

Cliccate su "mi piace" o condividete i vostri sentimenti e le vostre domande con la comunità nei commenti qui sotto! 

Forza a tutte e tutti!

3

Commenti

Ti piacerà anche

Violenze ginecologiche: la parola delle donne si libera

Tumore del seno

Violenze ginecologiche: la parola delle donne si libera

Leggi l’articolo
Giornata mondiale contro il cancro: tutti interessati!

Tumore del seno

Giornata mondiale contro il cancro: tutti interessati!

Leggi l’articolo
Stanchezza e dolore, problemi persistenti dopo la fine del cancro

Tumore del seno

Stanchezza e dolore, problemi persistenti dopo la fine del cancro

Leggi l’articolo
Tumore al seno, il test per decidere a chi serve la chemioterapia

Tumore del seno

Tumore al seno, il test per decidere a chi serve la chemioterapia

Leggi l’articolo

Discussioni più commentate

Scheda malattia