«
»

Top

Qual è l'impatto dell'alcol sul diabete?

Pubblicata il 5 set 2022 • Da Candice Salomé

Per tutte le persone con diabete, tenere sotto controllo la dieta è un problema quotidiano. Ma che dire dell'alcol? 

Oltre agli effetti negativi sulla salute in generale, ci sono ulteriori rischi per le persone affette da diabete. 

Ma qual è l'impatto dell'alcol sul diabete? Quali sono le raccomandazioni? E quali le controindicazioni? 

Vi raccontiamo tutto nel nostro articolo! 




Qual è l'impatto dell'alcol sul diabete?

Qual è l'impatto dell'alcol sul diabete?

Rischi a breve termine 

Il consumo di alcol nelle persone affette da diabete di tipo 1 e da diabete di tipo 2 è associato a due rischi principali: 

  • In primo luogo, l'alcol aumenta il rischio di ipoglicemia perché ha un potente effetto di blocco sulla produzione di zucchero da parte del fegato (gluconeogenesi). È un importante induttore di ipoglicemia, soprattutto nei soggetti che assumono insulina o sulfamidici ipoglicemizzanti. 
  • D'altra parte, l'alcol può aumentare i livelli di zucchero nel sangue e quindi dare luogo a iperglicemia se la bevanda consumata contiene molti zuccheri. 

Inoltre, bisogna fare attenzione dato che l'ipoglicemia può verificarsi fino a 24 ore dopo aver bevuto alcolici e il glucagone non riesce a correggere l'ipoglicemia legata all'alcol. Va detto anche che i sintomi dell'ipoglicemia possono assomigliare a quelli dell'ubriachezza

Rischi a lungo termine 

Poiché l'alcol è molto calorico (circa 7 calorie per grammo), quando arriva al fegato attraverso il flusso sanguigno, viene trasformato da vari enzimi. L'alcol viene metabolizzato in trigliceridi. Ciò significa che si trasforma in grasso

Per questo, le persone che bevono in modo cronico ingrassano progressivamente. Questo aumento di peso è pericoloso per i diabetici. Il grasso che si accumula intorno al girovita altera il metabolismo e favorisce la resistenza all'insulina. Le conseguenze possono essere gravi: a lungo andare, l'aumento di peso incrementa il rischio di sviluppare malattie cardiovascolari e danni ai reni

I rischi associati all'alcol variano per i soggetti affetti da diabete di tipo 1 e di tipo 2.

Nel diabete di tipo 1, i pazienti hanno bisogno di iniezioni quotidiane di insulina perché le cellule del pancreas hanno smesso di produrla. Per queste persone, quindi, il rischio principale di un consumo eccessivo di alcol è il collasso ipoglicemico o addirittura il coma. Va detto che la tolleranza all'alcol varia notevolmente da una persona all'altra. Si consiglia quindi di monitorare più spesso i livelli di glicemia durante una serata in cui si beve e anche nelle ore successive

Nel diabete di tipo 2, ma anche nella fase di pre-diabete, è proprio l'aumento di peso a essere pericoloso. Il consumo di alcol va infatti contro le raccomandazioni sanitarie previste per questi pazienti: controllo del peso, dieta sana ed equilibrata, attività fisica regolare...Se queste indicazioni sono ben rispettate, molti pazienti possono fare a meno dei trattamenti ipoglicemizzanti ed evitare le iniezioni di insulina.

Diabete e alcol: che cosa si consiglia?

I rischi associati al consumo di alcol aumentano all'aumentare della quantità consumata. Per cui, per limitare tali rischi, bisogna tenere conto di alcune raccomandazioni: 

  • Non bere più di 10 bicchieri di alcol a settimana e non più di 2 bicchieri al giorno
  • È fondamentale non bere tutti i giorni e lasciare che il corpo si riposi per diversi giorni alla settimana, 
  • È meglio scegliere alcolici forti poco zuccherati o senza zucchero, come cognac, gin, vodka o whisky. Attenzione però: se gli alcolici nella loro forma pura non contengono zuccheri, non bisogna dimenticare che i cocktail li contengono eccome, date le bevande e gli ingredienti aggiunti (zucchero, sciroppi, frutta, soda, ecc.), 
  • Evitare la birra (anche analcolica), i digestivi e i vini cotti, che contengono più zucchero. 

Ecco il contenuto di zuccheri e le calorie di alcune bevande: 

editor_meta_bo_img_75ed68433d89ee44318ad5c4a858e13a.PNG

Fonte: http://www.dietabit.it/alimenti/alcolici/

Inoltre, per evitare l'ipoglicemia, si consiglia di: 

  • Bere lentamente, 
  • Non bere mai senza aver prima mangiato e portare sempre con sè dello zucchero, 
  • Informare le persone che vi circondano dei sintomi dell'ipoglicemia, che possono assomigliare a quelli dell'ubriachezza. Informateli su cosa fare in caso di problemi, 
  • Monitorare più spesso i livelli di zucchero nel sangue e ricordarsi di farlo al momento di andare letto, 
  • Fare uno spuntino al momento di andare a letto. Fare uno spuntino in più al momento di andare a letto, per evitare una potenziale ipoglicemia notturna, 
  • Assicurarsi di alzarsi alla solita ora il giorno dopo per fare colazione, 
  • Per finire, evitare l'alcol prima, durante e dopo l'attività fisica.

Quali sono le controindicazioni all'alcol nei pazienti diabetici? 

Per i pazienti diabetici è fortemente consigliato limitare l'assunzione di bevande alcoliche in caso di :  


  • Ipertensione arteriosa
  • Neuropatia accertata, 
  • Difficoltà a tenere sotto controllo la glicemia, 
  • Trigliceridi alti (molecole appartenenti alla categoria dei lipidi), 
  • Problemi al fegato. 

In generale, e questo vale per tutti, bisogna bere moderatamente. Le raccomandazioni delle autorità sanitarie indicano di non superare l'equivalente di 2 bicchieri di vino al giorno per le donne e di 3 bicchieri di vino al giorno per gli uomini. 


Vi è piaciuto questo articolo?  

Cliccate su "mi piace" o condividete i vostri sentimenti e le vostre domande con la comunità nei commenti qui sotto! 

Forza a tutte e tutti!

   


2
avatar Candice Salomé

Autore: Candice Salomé, Redattrice di Salute

Creatrice di contenuti presso Carenity, Candice è specializzata nella scrittura di articoli sulla salute. Ha un interesse particolare nei campi della psicologia, del benessere e dello sport. 

Candice ha... >> Per saperne di più

Commenti

Ti piacerà anche

La diagnosi del diabete tipo 2 raccontata dai membri Carenity

Diabete tipo 2

La diagnosi del diabete tipo 2 raccontata dai membri Carenity

Leggi l’articolo
Diabete: sapere leggere le sue analisi del sangue

Diabete tipo 1
Diabete tipo 2

Diabete: sapere leggere le sue analisi del sangue

Leggi l’articolo
Diabete di tipo 2: conoscere meglio la Metformina

Diabete tipo 2

Diabete di tipo 2: conoscere meglio la Metformina

Leggi l’articolo
Vedi la testimonianza

Discussioni più commentate

Schede malattie