«
»

Top

Testimonianza - Disturbo bipolare: "A cosa serve il dolore? Ad avere consapevolezza dei limiti e dei talenti"

Pubblicata il 21 giu 2022 • Da Baptiste Eudes

Pamy43, membro della comunità italiana di Carenity, soffre di disturbo bipolare. Su Carenity racconta la diagnosi e la vita quotidiana con questa malattia!

Leggete subito la sua storia!

Testimonianza - Disturbo bipolare:

Buongiorno Pamy43, grazie mille di aver accettato di testimoniare.

Inanzitutto, potresti presentarti?

Salve, sono Pam ho 43 anni soffro di disturbo bipolare con sindrome schizoaffettiva da oltre 20 anni. Ho studiato giurisprudenza per amore di mio padre e ho conseguito il titolo a pieni voti nonostante le interruzioni tra deliri e depressione.

Quando sono comparsi i primi sintomi della malattia?

Ho avuto dopo 2 anni la diagnosi a Pisa dal professore Cassano e ho iniziato diverse terapie con effetti collaterali terribili che mi portavano a interromperne l'assunzione con gravi ricadute.

Come hai reagito di fronte all’annuncio della diagnosi?

Non è stato semplice accettare la diagnosi, proprio "io che ho sempre amato studiare e usare la ragione, cosa avrei mai potuto fare senza più credere nel mio potere razionale?"

Hai avuto qualche calo di tanto in tanto, dopo questo annuncio? Come hai trovato di nuovo l’energia e l’ottimismo?

Mi sono lanciata nella vita che non conoscevo, essendo stata una "vera secchiona". Ho praticato sport di tutti i tipi dalle arti marziali al ballo, sviluppando una grande dipendenza anche dall'attività fisica e dai cd "piaceri della carne". Non ero più diversa ma avevo spento i miei sogni vivevo una vita inutile per chi ha sete di conoscenza interiore.

Hai modificato le tue abitudini per gestire meglio la tua malattia?

Ho affrontato le ombre: psicoterapia e conseguimento titolo, ma forse troppa ambizione mi ha portato a Strasburgo dove ho studiato tanto per raggiungere, al solito, il top. Ho vinto borsa di studio e assistito alle udienze alla Corte dei Diritti Umani. Purtroppo "la paura di riuscire" mi ha portato alla depressione maggiore. Sono capitolata, come Sisifo ai piedi della montagna e con la consapevolezza che nonostante tutti gli sforzi sarei, come lui, stata condannata alla caduta. Tra Master in Filosofia (una delle mie più grandi passioni) e docenze nella formazione sembrava essersi equilibrata la mia vita.

I tuoi cari ti aiutano nella gestione della tua malattia?

Purtroppo per amore mi sono ritrovata dalla mia prima convivenza con un uomo ad un letto di ospedale tra sconosciuti. Si era ripresentata l'ombra, delirio nichilistico cioè ero convinta di esser morta e agivo in modo assolutamente imprevedibile e irrazionale. Superata anche questa, ho ereditato l'impresa di famiglia in crisi, con destrezza e tantissima determinazione ho risollevato un azienda data per morta.

Ero all'apice del successo economico, ma le ali mi hanno distaccato di nuovo dalla realtà, e ho perso tutto per truffa del mio ipotetico uomo che ha approfittato astutamente della mia condizione.

Quali trattamenti assumi? Come si trova la tua patologia oggi? Si è migliorata? 

A nulla serviva litio, lamictal, depakin, aripripazolo, non rientravo... Ma con tanta pazienza sono di nuovo coi piedi per terra, soltanto povera ma lucida e questo mi permetterà di continuare a vivere. Ho cavalcato onde altissime, non ho respirato negli abissi ma sono sopravvissuta.

Hai un consiglio per aiutare i pazienti ad avere speranza di fronte alla malattia?

A cosa serve il dolore? Ad avere consapevolezza dei limiti e dei talenti. Conoscete Persefone/Proserpina? Ecco è il mio archetipo . Sono una persona iper sensibile, amo l'umanità e lo studio (l'etimologia deriva dal latino, studio vuol dire cura, dedizione e amore), divisa tra il profondo degli inferi e la superficie. Il mio Daimon è imparare ad Amare/Amarsi.

Una parola per finire? 

Il disturbo è un "super potere" se non hai paura del buio e accetti l'ombra in te senza rinunciare a vivere. Consapevole del dolore non smetto di credere nella possibilità di gioire.

Grazie a Pamy43 per aver condiviso la sua storia con Carenity! 

La storia di questo paziente vi è stata utile?  

Fate clic su Mi piace o condividete i vostri pensieri e le vostre domande con la comunità nei commenti qui sotto!   

Forza a tutte e tutti!


5
avatar Baptiste Eudes

Autore: Baptiste Eudes, Redattore di Salute

Baptiste è specializzato nella gestione delle comunità di pazienti online. Ha un interesse particolare nei campi della salute, dello sport e del digitale. Ha 7 anni di esperienza in questi campi. 

Baptiste ha... >> Per saperne di più

1 commento


Vincenzo16
il 28/06/22

innanzi tutto Cassano sapeva che gli serviva qualcosa e sulla pelle della rifugianda ha guadagnato terreno

Ti piacerà anche

Convivere con il disturbo bipolare dall'età di 17 anni

Disturbo bipolare

Convivere con il disturbo bipolare dall'età di 17 anni

Vedi la testimonianza
Come sostenere un parente affetto da una malattia mentale ?

Disturbo bipolare

Come sostenere un parente affetto da una malattia mentale ?

Leggi l’articolo
Dormire solo 6 ore porta ansia e depressione

Disturbo bipolare

Dormire solo 6 ore porta ansia e depressione

Leggi l’articolo
La depressione nel 2030 sarà la malattia più diffusa nel mondo

Disturbo bipolare

La depressione nel 2030 sarà la malattia più diffusa nel mondo

Leggi l’articolo

Discussioni più commentate