https://www.carenity.it/static/themes-v3/default/images/it/header/epilessia.jpg

Pazienti Epilessia

14 risposte

158 visualizzazioni

Tema della discussione



Pubblicato il
Buon consigliere

Ciao a tutti. L’aura è la fase iniziale di una crisi epilettica. Ci sono “aure sensitive”, che interessano i sensi, per esempio l’olfatto (si percepiscono odori sgradevoli), la vista, l’udito; “aure psichiche” con stati di allucinazione, ansia, paura, terrore; “aure vegetative”, con contrazioni gastriche, sudorazione; “aure cognitive”, con fenomeni di già visto (déjà vu) e già vissuto. Questi diversi tipi di aure e quindi di sintomi dipendono da quale area della corteccia cerebrale (la sostanza grigia che forma lo strato superficiale degli emisferi cerebrali) è interessata, o meglio “attivata”. Voi avete già vissuto questo tipo di esperienza prima di una crisi? Potreste parlarcene? Grazie

Inizio della discussione - 11/05/16

Aura prima di una crisi


Pubblicato il

Ciao Francesco.

Soffro di epilessia (grande male) fin da piccola. Dal 2005 al 2012 non ho avuto più crisi. Dal 2012 ad oggi le crisi sono state molte, due volte ne ho avute anche due al giorno. Ora sto facendo progressi, da Maggio ne ho avute due a distanza di quasi cinque mesi. Solo due volte mi è capitato di accorgermene, grazie all'aura. La prima volta mi girava la testa e sono riuscita a dire alla mia compagna di banco: << sto male!>>, lei: << che hai'>>  e io le risposi proprio "boh". Ero tranquillissima. Dopo il "boh" tempo qualche secondo e ho avuto la crisi. La mia seconda aura l'ho avuta una mezzora prima della crisi. Mi sembrava un poco di camminare nel vuoto. Tutti questi sintomi però, sono gli stessi che provo quando sono stanca. Quindi li confondo. La neurologa mi ha prescritto 9 gocce di Tranquilit sotto la lingua, qualora avvertissi queste sensazioni. Le ho usate pochissime volte ma per tutte quelle volte, dopo non ho avuto crisi.

Aura prima di una crisi

• Animatore della community
Pubblicato il

Cari membri, avete già vissuto l'aura? Questa fase iniziale prima di una crisi epilettica? Ringrazio chiunque vorrà condividere la sua esperienza con noi e aiutare gli altri membri. Un caro saluto emoticon cloveremoticon bye

@Veronica86‍ @Lilibaba‍ @AryaStark‍ @Andrea21‍ ‍

Aura prima di una crisi


Pubblicato il

Salve a tutti.

Ho sofferto di epilessia (senza saperlo) da quando avevo 13 anni fino ai 36, a causa di una MAV in zona temporale mediale. Ho avuto sensazioni strane molto spesso, specie se non dormivo abbastanza o bevevo alcolici. Da adolescente a volte sentivo un odore dolciastro subito seguito da una sensazione indescrivibile... Come se fossi in un sogno. A volte invece quell'odore (una specie di vaniglia e cannella, talmente dolce da essere nauseante) era seguito da dei déjà vu.

Con gli anni i sintomi cambiavano lievemente, le ultime auree prima di aver cominciato a soffrire di crisi generalizzate con convulsioni, intorno ai 35 anni, erano una sensazione di ansia immotivata, lieve giramento di testa e oppressione al petto, mentre l'odore era sparito già da un po'.

In seguito all'operazione ogni tanto (due o tre volte l'anno) mi capita di sentire ansia improvvisa seguita da brevissimo capogiro, e penso "Ecco una crisi", ma dopo venti o trenta secondi l'ansia sparisce da sola.

Aura prima di una crisi

• Animatore della community
Pubblicato il

Grazie mille del tuo contributo @Jethro‍ molto interessante. Cari membri @Marta1981@annamarinelli@LuciaL@Leti99‍ avete visto questa discussione? Avete già vissuto questo tipo di esperienza prima di una crisi? Grazie tanto in anticipo emoticon bye

Aura prima di una crisi

• Animatore della community
Pubblicato il

Cari membri @Krissalbe@Davide.Manzi@Marghe12@peonia45@Robertello@Robys1991‍ mi permetto di rilanciare questa discussione. Come state oggi? Avete visto questo argomento? Qual è la vostra esperienza a riguardo? Grazie mille in anticipo per i vostri contributi che aiuteranno la comunità emoticon occhiolino

Aura prima di una crisi


Pubblicato il

Esistono 50 tipi di epilessia. I più sfortunati hanno addirittura decine di attacchi al giorno (e sono difficilmente controllabili con i farmaci). Alcuni tipi guariscono con il tempo...altri peggiorano (io non posso guarire completamente perché l'ematoma, riassorbendorsi, mi ha lasciato una lesione di 6 cm. che tengo sotto controllo al Neuromed di Pozzilli. Le prime crisi sono arrivate dopo un anno e mezzo dall'incidente (all'inizio sembrava di provare un distacco verso l'esterno...non riuscivo a parlare e non riuscivo a capire). Un anno dopo sono arrivati gli svenimenti (per poco mi staccavo la lingua a morsi). Di lì le visite, una valanga di risonanze e zonisamidi. Ovviamente non ho dormito per tre anni e ho avuto attacchi di laringospasmo (apnee notturne). Fortunatamente adesso è tutto sotto controllo ma i farmaci sono pesanti. Mi fanno sentire un rimbambito e mi sballano l'emocromo (anche quello da tenere sotto controllo). Spero per te che l'operazione sia andata bene (quelli sono fastidi temporanei che dovrebbero sparire con il tempo...e spero che non sia costretto a prendere farmaci. Io un giorno voglio togliermi tutto.

Aura prima di una crisi

• Animatore della community
Pubblicato il

Grazie mille @Davide.Manzi‍ per il tuo contributo. Molto gentile e molto interessante. Possiamo chiederti quali farmaci assumi? @Marghe12‍ @peonia45‍ @Robertello‍ @Robys1991‍ avete visto questa discussione e il contributo del nostro membro? Non esitate a condividere anche voi esperienze e consigli. Grazie tanto in anticipo emoticon occhiolino

Aura prima di una crisi


Pubblicato il

Ciao. Io assumo il Zonegran 300 mg (mattina e sera), 50 mg di Sertralina alla mattina, e una capsula di Prazene con 10 gocce di Cinnazyn prima di dormire.

Aura prima di una crisi


Pubblicato il

@Davide.Manzi 

L'operazione è andata benissimo, ma per ora prendo ancora dei farmaci, oltre a quelli per la depressione, secondo lo psichiatra legata anch'essa alla mav nel mio cervello e a tutto quello che ha causato sia a livello fisico che psicologico. Comunque pian piano sto diminuendo le dosi di entrambi i farmaci: Trittico e Gabapentin.


Dopo l'operazione per almeno 5 o 6 anni mi capitava (molto raramente) un lievissimo capogiro, così pensavo "Ecco che arriva una crisi", ma in meno di 5 secondi spariva all'istante ogni sintomo.

Ora non ho più crisi, ma mi trovo spesso a ricordare le stranissime sensazioni che mi causavano.

Grazie per aver condiviso la tua storia, spero che anche tu possa presto eliminare i farmaci

Discussioni più commentate