Ipertiroidismo: sapere tutto

L’ipertiroidismo provoca una produzione eccessiva di ormoni tiroidei. Scoprite le complicazioni possibili, i sintomi ed i trattamenti di questa patologia.

/static/themes-v3/default/images/default/info/maladie/intro.jpg?1516194360

Ipertiroidismo: sapere tutto

Cos’è un ipertiroidismo e come diagnosticarlo? 

L'ipertiroidismo è una patologia che porta ad una produzione eccessiva di ormoni tiroidei. Questi ormoni aumentano allora l’attività della maggior parte degli organi e tessuti dell’organismo: ritmo cardiaco, consumo di grassi, produzione di calore… La causa più frequente (90%) d’ipertiroidismo è una malattia autoimmune chiamata “morbo di Graves” o “morbo di Basedow”. Degli anticorpi guidati contro la tiroide la stimolano con eccesso: la ghiandola produce allora un eccesso di ormoni, che provoca un ipertiroidismo. 

Si contano 8 donne affette da ipertiroidismo per 1 uomo, e di 3 a 10 donne affette da ipotiroidismo per 1 uomo. La malattia colpisce più spesso delle persone di 20 a 40 anni ma può comparire ad ogni età. 

Quali sono i sintomi della malattia? 

Tra i sintomi di un eccesso di ormoni tiroidei, troviamo: 

- Sonno difficile

- Sudorazione eccessiva, vampate di calore,

- Perdita di peso nonostante appetito mantenuto o aumentato,

- Aumento della frequenza cardiaca,

- Nervosismo, sbalzi d’umore,

- Debolezza muscolare,

- Diarrea, feci frequenti,

- Pelle rossa, lucida e calda.

Come fare la diagnosi?

Per individuare un ipertiroidismo, il medico si basa sui sintomi del paziente ed una palpazione della ghiandola tiroidea situata alla base del collo. 

Si può anche fare il dosaggio di un ormone chiamato TSH (Thyroid Stimulating Hormone). Il suo ruolo consiste nel stimolare la tiroide affinché essa produca gli ormoni tiroidei. Nel caso generale dell’ipertiroidismo, l’eccesso di questi ormoni fa diminuire il livello di TSH perché non è necessario produrne di più. Le disfunzioni della tiroide sono spesso delle malattie autoimmuni. Per questa ragione, degli anticorpi sono a volte ricercati per conoscere la causa della patologia. 

I trattamenti dell’ipertiroidismo

Lo stile di vita

Il riposo fisico e psichico è un primo passo per stare meglio perché l’organismo si stanca più presto. La caffeina è anche da vietare. Per limitare la perdita di peso, è necessario di fare più pranzi durante la giornata. La dieta può essere arricchita in calorie quando questa perdita di peso è troppo importante. Viene sconsigliato di avere un'attività fisica intensa  per riposare l’organismo. Poi, quando il paziente è sotto trattamento, la pratica sportiva è consigliata perché limita la demineralizzazione ossea, che è una complicazione dell’ipertiroidismo. 

Nel caso del morbo di Basedow, gli occhi possono essere irritati, gonfiati e secchi. È quindi consigliato di evitare alcuno fattori come il vento, il sole, il fumo. La secchezza oculare può essere calmata con collirio. Infine, alzare la testa la notte permette di limitare la pressione a livello oculare. 

I trattamenti farmacologici

Nel caso del morbo di Graves-Basedow, il trattamento si basa sull’assunzione di farmaci chiamati antitiroidei di sintesi (ATS). Al contrario dell’ipotiroidismo, il trattamento si comincia con alte dosi durante uno a due mesi, poi la posologia è ridotta progressivamente fino ad ottenere una funzione tiroidea normale. È consigliato di prendere il trattamento durante i pasti. 

Gli ATS (carbimazole, thiamazole…) sono molto efficaci ma possono provocare degli effetti secondari rari e potenzialmente gravi. Per questa ragione, bisogna essere molto attento quando compare la febbre, un’angina o un’infezione sotto ATS. In caso di recidiva o intolleranza agli ATS, i trattamenti possibili sono la chirurgia, preferita nella giovane donne, e l’iodio 131 radioattivo, preferibile nella persona anziana.

Fonti: Articolo scritto sotto la supervisione del Professore Philippe Touraine, capo del dipartimento di Endocrinologia e Medicina della Riproduzione presso la Pitié Salpêtrière in Parigi.

Ultimo aggiornamento: 08/10/18

avatar Team editoriale di Carenity

Autore: Team editoriale di Carenity, Team editoriale

Il team editoriale di Carenity è composto da redattori esperti e specialisti del settore sanitario, il cui obiettivo è quello di offrire informazioni imparziali e di qualità. I nostri contenuti... >> Per saperne di più

Chi ha riveduto: Philippe Touraine, Endocrinologo

Il professore Philippe Touraine è Responsabile del Dipartimento di Endocrinologia e medicina della riproduzione presso l'ospedale Pitié Salpêtrière di Parigi. È uno specialista del... >> Per saperne di più

La community Ipertiroidismo

Ripartizione dei 34 membri su Carenity

Età media dei nostri pazienti

Ipertiroidismo sul forum

Vedi il forum Ipertiroidismo