«
»

Top

5 consigli per tornare a fare sport in modo efficace (anche con una malattia cronica)!

Pubblicata il 10 set 2020 • Aggiornato il 11 set 2020 • Da Candice Salomé

Con le vacanze estive finite e la testa piena di ricordi felici, è arrivatoil momento di tornare a fare sport. Perché? Il ritorno a scuola, come il nuovo anno, è un buon momento per prendere dei buoni propositi. Ci sono molte ragioni per prendere queste decisioni: per eliminare gli eccessi delle vacanze, per combattere lo stress del ritorno a scuola, per preservare la vostra salute e per fare del bene a voi stessi...
Lo sport è un alleato favoloso anche nel caso di molte malattie croniche.
Ad esempio, è stato chiaramente dimostrato che l'attività fisica può contribuire a ridurre il rischio di malattie cardiovascolari (riduzione del 35% della mortalità cardiovascolare) e riduce il rischio di sviluppare un'ipertensione arteriosa in media del 15%. Lo sport è fondamentale anche nel trattamento della depressione da lieve a moderata.

Molte persone non hanno praticato alcuna attività fisica per un certo periodo di tempo. E' quindi necessario riprendere con delicatezza lo sport per non farsi male, e vi daremo le chiavi per farlo in sicurezza.

Leggete la nostra guida!

5 consigli per tornare a fare sport in modo efficace (anche con una malattia cronica)!

Tutti sanno che lo sport fa bene alla salute in tutti i sensi: ti mantiene in forma, riduce lo stress e l'ansia, ti aiuta a fissare gli obiettivi, ti rende orgoglioso quando li raggiungi, ma non sempre è facile tornare a praticarlo dopo un lungo periodo di astinenza.

Inoltre, nella sua competenza collettiva "Attività fisica - Prevenzione e trattamento delle malattie croniche" pubblicata nel febbraio 209, l'INSERM (Istituto Nazionale della Salute e della Ricerca Medica) sottolinea che l'attività fisica come trattamento non farmacologico è una terapia convalidata dall'Alta Autorità Francese per la Salute dal 2015.

A seconda della malattia cronica, l'attività sportiva può essere prescritta non appena viene fatta la diagnosi e permette di ridurre il rischio di co-morbilità, il rischio di mortalità complessiva e la mortalità legata alla patologia. Lo sport può anche aiutare a ridurre il dolore associato alla patologia.

Secondo la Dottoressa Béatrice Fervers, oncologa, l'attività fisica può ridurre la fatica fino al 40%, il che è molto meglio di qualsiasi altro trattamento farmacologico. Aggiunge "nel cancro al seno, ad esempio, ha un effetto positivo sul miglioramento delle possibilità di sopravvivenza e sulla riduzione del rischio di recidiva". 

Ma la mancanza di tempo, di motivazione, di condizioni fisiche... può essere un ostacolo per un buon ritorno allo sport. Bisogna sapere come prendersela comoda, esercitarsi progressivamente e secondo le proprie capacità fisiche.

Vi daremo le chiavi per un ritorno positivo allo sport

1. Scegliete uno sport adeguato e che vi fa piacere:

Per non vedere l'attività fisica come un vincolo, dovete scegliere un'attività fisica che vi fa piacere. Ad esempio, se vi piace la natura, perché non fare escursioni a piedi? Non avrete nemmeno la sensazione di fare sport!

Il secondo punto importante è considerare uno sport adatto alle proprie capacità, al proprio stato di salute e alla propria patologia.

Secondo François Carré, professore di fisiologia all'ospedale universitario di Rennes: "Non stiamo parlando di sport, ma di attività fisica adattata e personalizzata al paziente. Deve essere basata sulla resistenza e sul rafforzamento muscolare. Non appena ci muoviamo, facciamo esercizio fisico. Non c'è uno sport migliore di un altro".

Il medico può prescrivere un minimo di 3 sedute alla settimana, adattate al profilo e alla patologia del paziente.

Se vi piacciono gli sport di squadra, perché non scegliere pallavolo, calcio o pallamano?
Se preferite praticare la propria attività da soli, potete fare corsa, camminata veloce, nuoto o arrampicata.
Infine, perché non provare uno sport indoor come il cross-training, l'allenamento di forza o il fitness?

La cosa principale è ovviamente trovare quello che vi piace, quindi non esitate a testare e provare diverse attività per trovare la vostra!

2. Dovete fissare obiettivi raggiungibili : 

Qualunque sia l'obiettivo della vostra ripresa sportiva (perdita di peso, miglioramento delle capacità fisiche, aumento della muscolatura, superamento di se stessi...), l'importante è fissare obiettivi raggiungibili e con incrementi, in modo da non ferirsi o demotivarsi rapidamente.

Ad esempio, se non correte da 5 anni, non iniziate fissandovi subito l'obiettivo di correre 10 km. Bisogna andarci gradualmente.
Quindi iniziate a correre per 20 minuti al vostro ritmo. Quando quei 20 minuti diventano "facili", iniziate a correre per 30 minuti e così via.

Progredendo gradualmente, la vostra motivazione rimane intatta, eviterete di ferirvi e potrete esercitarvi a lungo termine. 

Non dimenticate che per qualsiasi pratica fisica si raccomanda l'approvazione del medico. Parlate quindi con il vostro medico prima di riprendere l'attività fisica e chiedetegli consigli sulla frequenza e l'intensità delle vostre sessioni sportive.

3. Organizzate il vostro programma e seguitelo:

Per garantire che la vostra ripresa sportiva avvenga nelle migliori condizioni possibili, dovete essere organizzati. A volte manca la motivazione e ci sono alcune scuse per giustificarla (mancanza di tempo, ad esempio). È quindi necessario impostare delle fasce orarie ben definite e attenersi ad esse!

Inoltre, l'allenamento regolare vi permetterà di raggiungere una condizione fisica ottimale. Si consiglia di iniziare con 1 sessione sportiva a settimana e di passare gradualmente a 3 sessioni a settimana.

Per quanto riguarda l'intensità di ogni sessione, gli esperti raccomandano di poter parlare durante lo sforzo (garanzia di non esagerare). Sia l'intensità che la frequenza possono aumentare ad ogni sessione. Dovete ascoltare il vostro corpo.

4. Rimanete motivati a lungo termine:

Può essere difficile rimanere motivati durante tutto l'anno per diversi motivi. Se si pratica uno sport all'aperto (corsa, ciclismo, escursione...), può essere difficile rimanere motivati in inverno, ad esempio. Solo che, se vi fermate per qualche mese, vi sarà molto difficile iniziare di nuovo quando uscirà il sole e avrete perso le vostre capacità fisiche.

Per rimanere motivati, si può, ad esempio, praticare sport in due! Con un amico, un collega, il vostro coniuge! Quando uno di voi perde la motivazione, l'altro sarà lì a sostenervi!

Ascoltare la musica aiuta anche a motivarvi durante l'attività. La musica vivace vi aiuterà a rimanere concentrati e vi spingerà a superare voi stessi!

Infine, prendete le vostre misure e pesatevi prima di iniziare il vostro ritorno allo sport. Questo vi darà una valutazione obiettiva dei vostri progressi. Quale modo migliore per rimanere motivati?

5. Applicazione, sala fitness, coach... tornate a fare sport facilmente:

Applicazioni dedicate allo sport:

Volete tornare a praticare lo sport senza problemi e avete bisogno di una guida nella vostra pratica? Ci sono molte applicazioni che permettono di esercitarsi accompagnati e spesso dal proprio salotto. Ecco alcune applicazioni che vi permetteranno di tornare facilmente all'attività fisica:

  • Decathlon Coach, Run & Fitness: programmi sportivi gratuiti da fare a casa. App StoreAndroïd.
  • Fitevan: piccoli esercizi di pochi minuti per tonificarsi in base alla propria mobilità e da fare un po' ovunque. App StoreAndroïd.
  • Nike Training Club: centinaia di programmi certificati da allenatori professionisti. App StoreAndroïd.

Sala fitness: 

Per rimontare in sella, a volte è meglio circondarsi di professionisti che saranno in grado di creare un programma di allenamento in base alle proprie capacità e ai propri obiettivi. Troverete anche lezioni di gruppo (zumba, fitness, cross-training...). Il vantaggio di queste classi è che è possibile incontrare e motivarsi con altre persone.

Attività all'aperto:

Le attività all'aperto (camminare, nuotare, correre...) hanno molti benefici sul corpo e sulla mente.
Queste attività sportive permettono una migliore ossigenazione del corpo, una connessione con la natura, ma anche di prendere il sole e godere dei suoi benefici (soprattutto la vitamina D).
Inoltre, queste attività spesso richiedono pochi investimenti. 

Motivarsi con i membri Carenity :

I membri Carenity condividono regolarmente su questo argomento, potete unirvi a loro e motivarvi a vicenda cliccando qui: [Sfida] E se ci motiviamo a fare sport insieme dopo due mesi di confinamento?

Seguendo queste poche regole, si mettono tutte le possibilità per un ritorno positivo a questo sport! Diventerete rapidamente orgogliosi di voi stessi e scoprirete gli innumerevoli benefici che lo sport porta nella vostra vita quotidiana!

Questo articolo vi è stato utile?

Condividete la vostra opinione e le vostre domande con la comunità!

Forza a tutte e tutti!

avatar Candice Salomé

Autore: Candice Salomé, Community Manager Francia

Candice Salomé è Community Manager Francia di Carenity. Si occupa anche della redazione di articoli per la Rivista Salute. È responsabile del fidanzamento dei membri sulla piattaforma francese di... >> Per saperne di più

1 commento


lucyma
il 12/09/20

MOLTO INTERESSANTE!!!
SOLO X ME CHE 4 MESI FA MI ERO FRATTURATA IL FEMORE, NON SO COME FARE?

Ti piacerà anche

Covid-19 e influenza, quali sono le differenze?

Covid-19 e influenza, quali sono le differenze?

Leggi l’articolo
Il distanziamento sociale: come funziona?

Il distanziamento sociale: come funziona?

Leggi l’articolo
Coronavirus e malattie croniche

Coronavirus e malattie croniche

Leggi l’articolo
Coronavirus: cosa c'è da sapere?

Coronavirus: cosa c'è da sapere?

Leggi l’articolo