«
»

Top

Il virus Epstein-Barr: potrebbe essere la causa della sclerosi multipla?

Pubblicata il 19 feb 2022 • Da Candice Salomé

Il virus Epstein-Barr (EBV), già identificato come causa della mononucleosi, potrebbe essere anche la causa della sclerosi multipla (SM). Infatti, i ricercatori americani hanno dimostrato, per la prima volta, che lo sviluppo della sclerosi multipla è probabilmente causato da un'infezione con questo virus. 

Ma cos'è il virus Epstein-Barr? Qual è il suo legame con la sclerosi multipla (SM)? Cosa significa questa scoperta per la gestione della sclerosi multipla? 

Vi diciamo tutto nel nostro articolo!

Il virus Epstein-Barr: potrebbe essere la causa della sclerosi multipla?

Secondo un grande studio epidemiologico americano pubblicato il 13 gennaio 2022 sulla rivista Science, i ricercatori americani hanno potuto stabilire un legame tra il virus Epstein-Barr e la sclerosi multipla. Questo legame è stato studiato per diversi anni ma, fino ad allora, è rimasto difficile da dimostrare. 

Cos'è il virus Epstein-Barr (EBV)? 

Il virus Epstein-Barr (EBV) appartiene alla famiglia degli herpes virus. È un virus molto comune, presente in oltre il 90% della popolazione adulta. L'infezione iniziale avviene più spesso attraverso la saliva, nell'infanzia o nell'adolescenza. Il virus entra nell'orofaringe dove infetta le cellule epiteliali locali e i linfociti B, prima di diffondersi in tutto il corpo. 

Questo virus è responsabile della mononucleosi, una malattia che può essere trasmessa per contatto diretto tra due persone (attraverso il bacio) e attraverso la saliva (attraverso spruzzi come la tosse o lo sputo). La mononucleosi è di solito benigna e guarisce spontaneamente. Può anche essere completamente asintomatico, ma in tutti i casi il virus persiste nei linfociti dove il suo DNA genomico viene mantenuto come episoma, senza integrarsi con il DNA cellulare. In questo stato, alcuni geni virali continuano ad essere espressi e contribuiscono allo sviluppo di tumori, linfomi (compreso il linfoma di Burkitt e alcuni linfomi di Hodgkin) e il cancro nasofaringeo

Qual è il legame tra la sclerosi multipla (SM) e il virus Epstein-Barr (EBV)? 

L'infezione con il virus Epstein-Barr (EBV) è stata a lungo sospettata di essere coinvolta nello sviluppo della sclerosi multipla. 

Nella SM, la guaina mielinica che circonda i sottili prolungamenti dei nostri neuroni (chiamati assoni) viene attaccata dalle cellule immunitarie del paziente. La distruzione della guaina mielinica fa sì che le "placche" si diffondano nel cervello e nel midollo spinale. I sintomi della sclerosi multipla sono molteplici: formicolio alle braccia o alle gambe, debolezza muscolare, problemi visivi, ecc. Questa patologia colpisce circa 100.000 persone in Francia secondo Santé publique France e colpisce soprattutto le donne (¾). Viene generalmente diagnosticata in persone di età compresa tra i 25 e i 35 anni. 

Secondo studi precedenti, gli anticorpi del sangue contro il virus Epstein-Barr sono presenti in quantità in circa il 99,5% delle persone con sclerosi multipla. 

Un rinomato team della Harvard School of Public Health ha analizzato gli anticorpi EBV nel siero di 955 persone che avevano sviluppato la sclerosi multipla, tra più di 10 milioni di giovani adulti in servizio attivo nell'esercito americano, seguiti tra il 1993 e il 2013

Tutti, tranne uno, avevano anticorpi EBV nel siero al momento della diagnosi di SM

Questo studio dimostra che l'EBV è un fattore necessario nello sviluppo della SM, anche se una piccola minoranza sviluppa la malattia. 

Secondo Catherine Lubetzki, professore di neurologia all'ospedale Pitié-Salpêtrière di Parigi, gli scienziati stanno studiando da molto tempo un legame tra il virus Epstein-Barr e la sclerosi multipla. I primi studi su questo argomento sono stati pubblicati 20 anni fa. 

Tuttavia, lo studio condotto dai ricercatori di Harvard è il primo studio che include una dimensione cronologica. Questo studio ha quindi permesso di evidenziare il legame tra la comparsa di anticorpi e l'insorgenza della sclerosi multipla. Così, l'infezione da EBV precede l'insorgenza della sclerosi multipla

Tuttavia, questo studio dimostra che l'infezione con il virus Epstein-Barr è una condizione necessaria ma non sufficiente per lo sviluppo della sclerosi multipla. Altri fattori, come quelli genetici, potrebbero giocare un ruolo nello sviluppo o meno della malattia.

Cosa significa questa scoperta per la gestione della sclerosi multipla? 

La scoperta del legame tra il virus Epstein-Barr e la sclerosi multipla è incoraggiante per la ricerca di trattamenti specifici per il virus Epstein-Barr

La soluzione potrebbe risiedere nello sviluppo di un vaccino. Il 5 gennaio, il laboratorio americano Moderna ha annunciato di aver iniziato la sperimentazione clinica sull'uomo di un vaccino contro il virus Epstein-Barr. 

Questa scoperta aprirà anche la strada alla ricerca di altre malattie autoimmuni con molte somiglianze, come il morbo di Crohn o la psoriasi, che sono anche sospettate di essere causate da un virus. 

Migliorare la nostra comprensione delle cause di una malattia apre nuove strade terapeutiche.


Avete trovato utile questo articolo? 

Cliccate su "mi piace" o condividete i vostri sentimenti e le vostre domande con la comunità nei commenti qui sotto!  

Forza a tutte e tutti!  


8
avatar Candice Salomé

Autore: Candice Salomé, Redattrice di Salute

Creatrice di contenuti presso Carenity, Candice è specializzata nella scrittura di articoli sulla salute. Ha un interesse particolare nei campi della psicologia, del benessere e dello sport. 

Candice ha... >> Per saperne di più

2 commenti


giampaolog
il 21/02/22

Grazie. Interessante


Fraloba
il 24/02/22

Interessante articolo, questo conferma la plurisettorialita’ dei virus nei confronti della Sclerosi multipla, infatti io dovetti fare una seconda puntura lombare in quanto era risultato che avevo il virus dell’herpes zoster annidato nel midollo. Qualche anno dopo si è sfogato a livello busto. Dicono che è una delle tante concause che la scatenano.

Ti piacerà anche

L’effetto della cannabis terapeutica sui sintomi di spasticità nella Sla e altre malattie del motoneurone

Sclerosi Multipla

L’effetto della cannabis terapeutica sui sintomi di spasticità nella Sla e altre malattie del motoneurone

Leggi l’articolo
Salute, Italia sempre più anziana: aumentano ictus e sclerosi multipla

Sclerosi Multipla

Salute, Italia sempre più anziana: aumentano ictus e sclerosi multipla

Leggi l’articolo
Sclerosi multipla, Roche punta alla rimielinizzazione delle fibre nervose per invertire la progressione della malattia

Sclerosi Multipla

Sclerosi multipla, Roche punta alla rimielinizzazione delle fibre nervose per invertire la progressione della malattia

Leggi l’articolo
Azienda Ospedaliera: intervento innovativo per la cura della spasticità

Sclerosi Multipla

Azienda Ospedaliera: intervento innovativo per la cura della spasticità

Leggi l’articolo

Discussioni più commentate

Scheda malattia