«
»

Top

Plaquenil come trattamento per il COVID-19: Quali sono le conseguenze per i pazienti cronici?

Pubblicata il 10 apr 2020 • Da Camille Dauvergne

Nelle ultime settimane, l'idrossiclorochina (Plaquenil) è stata oggetto di molta attenzione da parte dei media, a causa dei risultati discussi che potrebbero essere un trattamento efficace per l'infezione da COVID-19. La conoscenza del Plaquenil da parte del pubblico è salita alle stelle!

Tuttavia, il Plaquenil è una terapia di base indispensabile per molti pazienti con malattie croniche come il lupus, l'artrite reumatoide o la polymorphous light eruption.

Questo forte interesse per l'idrossiclorochina crea una minaccia di penuria o di deterioramento delle cure per questi pazienti? Abbiamo chiesto ai membri di Carenity di fare il punto della situazione. I risultati presentati in questo articolo si basano su uno studio condotto dal 24 al 30 marzo con 244 pazienti affetti da lupus e/o artrite reumatoide in Francia, Germania, Italia, Spagna, Regno Unito e Stati Uniti.

Plaquenil come trattamento per il COVID-19: Quali sono le conseguenze per i pazienti cronici?

Plaquenil è un trattamento prescritto ogni anno a innumerevoli pazienti affetti da malattie croniche

L'idrossiclorochina è commercializzata con i marchi Plaquenil e Quinoric, ma anche come generico. Questo composto ha proprietà antinfiammatorie e analgesiche, motivo per cui è indicato in reumatologia e dermatologia:

Dall'inizio della pandemia, il 40% dei pazienti ha avuto difficoltà ad ottenere il Plaquenil

Una paziente francese di 27 anni affetta da lupus racconta la sua lotta per trovare il Plaquenil: "Ho dovuto chiamare 10 farmacie per trovare 3 scatole. Spero che questo trattamento funzioni per il COVID-19, ma non dobbiamo dimenticare i pazienti cronici". La mia internista ha chiamato e ha detto che avrebbe avuto del Plaquenil per me, ma sarebbe bello se riuscissi a trovare anche 1-2 scatole. Il mio farmacista ne ordinerà un po' per me".

Un'altro paziente affetto da lupus nel Regno Unito condivide la sua difficoltà ad ottenere la sua prescrizione di Plaquenil: "Mi sono fatta ordinare una prescrizione, ma la farmacia non è stata in grado di compilare la mia prescrizione completa e finora mi ha dato solo 12 compresse in totale. Sono state due settimane di attesa per le altre compresse".

Anche un paziente americano di 52 anni affetto da artrite reumatoide descrive la sua esperienza in farmacia: "Mi è stato detto dal mio farmacista che erano nel suo negozio, ha dovuto ordinarle al servizio di farmacia centrale, ma ho ricevuto le mie medicine in un paio di giorni. Ricarico già la mia prescrizione non appena l'assicurazione me lo permette, quindi per fortuna ho un piccolo extra".

Per poter continuare il trattamento di base, il 51% dei pazienti ha dovuto prendere accordi speciali per ottenere il Plaquenil. Ecco le misure che hanno adottato:

Nonostante il fatto che la maggior parte dei paesi sia in quarantena e confinamento, il 17% dei pazienti ha dovuto visitare diverse farmacie per trovare il trattamento di base con idrossiclorochina.

Il 25% dei pazienti ha anticipato la ricarica della prescrizione medica ordinando il trattamento in farmacia. Data l'attuale carenza, quasi il 10% dei pazienti ha fatto scorta di Plaquenil. Anche se è comprensibile, questo comportamento contribuisce all'esaurimento delle scorte disponibili del farmaco. Per questo motivo, alcune farmacie possono ridurre le quantità di Plaquenil erogate o prolungare i tempi di attesa per le ricariche.

Diversi pazienti hanno espresso la preoccupazione che il Plaquenil non sia più disponibile:

"Ero molto preoccupata... Sono andata dal mio dottore, quando avevo pochi pastiglie, ho detto di farmi la ricetta, poi sono andata in farmacia per ordinarlo e secondo giorno mi hanno arrivato... per fortuna."

(una paziente italiana di 60 anni affetta da Lupus)

"Ritengo che sia fondamentale mettere a disposizione il farmaco per risolvere l'emergenza covid senza trascurare chi è già in terapia con Plaquenil per patologie croniche. Dovrebbero darci la possibilità di averne una scorta per affrontare i prossimi mesi. Io o una ricetta per 2 confezioni ma è in attesa da giorni. Per fortuna ho una scorta per 1 mese e mezzo di terapia a dosaggio dimezzato."

(una paziente italiana di 51 anni affetta da Lupus)

Quasi il 15% dei pazienti ha dovuto ridurre o interrompere il trattamento a causa della penuria di Plaquenil

Dall'inizio dell'epidemia, il 12% dei pazienti ha ridotto l'assunzione di Plaquenil, mentre solo il 2% ha completamente fermato il trattamento. Tra i pazienti che hanno cambiato il loro dosaggio, uno su dieci lo ha fatto senza consultare il proprio medico! 

Le principali ragioni addotte dai pazienti per modificare il loro trattamento sono legate alle difficoltà incontrate nell'acquisizione del Plaquenil (scarsità di scorte in alcune regioni, lunghi tempi di consegna, ecc.) Spesso non hanno modificato volontariamente il loro trattamento, ma sono stati costretti dalla situazione attuale e dalle difficoltà incontrate nel contattare il loro medico di riferimento.

Un paziente di 45 anni affetto da lupus in Francia ha commentato questo fatto, dicendo: "Per me era impossibile trovare il Plaquenil. Ora sono preoccupato per la mia salute". Ho paura di un'altra recidiva perché ho abbassato le dosi. Spero davvero che le farmacie consegnino presto".

Anche una paziente affetta da artrite reumatoide negli Stati Uniti ha condiviso le sue paure: "La mia reumatologa mi ha detto di razionare il mio Plaquenil per farlo durare. Senza Plaquenil non sono in grado di funzionare. Con il Plaquenil, sono in grado di vivere la mia vita e di andare al lavoro". 

È importante ricordare che si dovrebbe evitare di interrompere o cambiare il trattamento di Plaquenil senza consultare il medico nel miglior modo possibile. Dovreste quindi anticipare il più possibile il rinnovo della vostra prescrizione.

Inoltre, il Plaquenil non protegge dall'infezione da coronavirus, quindi è fondamentale di continuare ad applicare i gesti di barriera e di seguire rigorosamente le raccomandazioni di distanziamento sociale.

Assumete un trattamento a lungo termine di Plaquenil, qual è la procedura da seguire per ottenere i vostri farmaci?

Il farmaco Plaquenil, si può ottenere solo presentando una ricetta medica in Italia. L'idrossiclorochina non è attualmente autorizzata per il trattamento dei sintomi correlati al COVID-19 o per prevenire le infezioni, quindi il farmacista può erogarla solo come indicato, cioè in caso di artrite reumatoide, lupus o alcune condizioni dermatologiche. Sono in corso studi clinici per studiare il Plaquenil come agente efficace nel trattamento o nella prevenzione dell'infezione da COVID-19, ma non si possono ancora trarre conclusioni sulla sua sicurezza o efficacia. Fino a quando non saranno state trovate prove chiare e definitive, il Plaquenil deve essere utilizzato a questo scopo solo all'interno di uno studio clinico.

Si consiglia quindi di comunicare al farmacista la propria condizione e la specialità del medico che ha prescritto il Plaquenil, soprattutto se si tratta di una delle seguenti: reumatologo, internista, dermatologo, nefrologo, neurologo o pediatra.

Fate parte del 40% dei pazienti che ha avuto difficoltà ad ottenere il Plaquenil? Quali soluzioni avete trovato?

Raccontateci la vostra esperienza nei commenti qui sotto!

avatar Camille Dauvergne

Autore: Camille Dauvergne, Junior Community Manager Francia

Camille Dauvergne è attualmente Community Manager Junior in Carenity. Assiste il Community Manager Francia nell'animazione della piattaforma, facilitando la navigazione dei membri e promuovendo le loro... >> Per saperne di più

1 commento


Mferr1960
il 11/04/20

Grazie per il lavoro che fate per noi!

Ti piacerà anche

Vedi la testimonianza
Lupus: come viene diagnosticato e come interpretare i risultati degli esami?

Lupus

Lupus: come viene diagnosticato e come interpretare i risultati degli esami?

Leggi l’articolo
Poliartrite reumatoide e coronavirus

Poliartrite reumatoide

Poliartrite reumatoide e coronavirus

Leggi l’articolo
Fattori di rischio, trattamenti, sintomi: sapere tutto sugli accessi di lupus

Lupus

Fattori di rischio, trattamenti, sintomi: sapere tutto sugli accessi di lupus

Leggi l’articolo

Schede malattie