«
»

Top

Un farmaco contro l’eczema potrebbe anche funzionare contro l’asma

Pubblicata il 24 mag 2018

Un farmaco contro l’eczema potrebbe anche funzionare contro l’asma

Tampa (Stati Uniti), 21 maggio 2018 (AFP) – Un farmaco iniettabile contro l’eczema può anche ridurre i sintomi dell’asma, secondo uno studio clinico riuscito i cui risultati sono stati pubblicati lunedì.

Il farmaco in questione, il dupilumab (Dupixent, fabbricato dal gruppo Regeneron), ha ricevuto la sua autorizzazione di immissione sul mercato negli Stati Uniti nel 2017, a costo di 37 000 dollari all’anno. Più di 2000 pazienti che soffrono di asma moderato a asma grave hanno partecipato allo studio. Lo studio clinico prevedeva l’iniezione di una dose di 200 a 300 mg ogni 15 giorni durante un’anno.

Il risultato è notevole: il numero di attachi di asma molto pericolosi è stato diviso per due, secondo lo studio rivelato nel New England Journal of Medicine. Il farmarco riduce i sintomi i più gravi, e migliora la funzione respiratoria. È molto importante perché i pazienti soffrono di una malattia cronica che danneggia il funzionamento dei polmoni col passare degli anni, spiegano i medici.

Ma, dice il dottore Mario Castro, professore presso la facoltà di medicina di Washington University, « finora, non abbiamo il farmaco contro l’asma che permette di modificare il decorso della malattia ».

3 commenti


Baptiste • Animatore della community
il 24/05/18

Tampa (Stati Uniti), 21 maggio 2018 (AFP) – Un farmaco iniettabile contro l’eczema può anche ridurre i sintomi dell’asma, secondo uno studio clinico riuscito i cui risultati sono stati pubblicati lunedì.

Il farmaco in questione, il dupilumab (Dupixent, fabbricato dal gruppo Regeneron), ha ricevuto la sua autorizzazione di immissione sul mercato negli Stati Uniti nel 2017, a costo di 37 000 dollari all’anno. Più di 2000 pazienti che soffrono di asma moderata a asma grave hanno partecipato allo studio. Lo studio clinico prevedeva l’iniezione di una dose di 200 a 300 mg ogni 15 giorni durante un’anno.

Il risultato è notevole: il numero di attachi di asma molto pericolosi è stato diviso per due, secondo lo studio rivelato nel New England Journal of Medicine. Il farmarco riduce i sintomi i più gravi, e migliora la funzione respiratoria. È molto importante perché i pazienti soffrono di una malattia cronica che danneggia il funzionamento dei polmoni col passare degli anni, spiegano i medici.

Ma, dice il dottore Mario Castro, professore presso la facoltà di medicina di Washington University, « finora, non abbiamo il farmaco contro l’asma che permette di modificare il decorso della malattia ».


Giuliamargherita
il 04/06/18

Buongiorno....sono una donna di 50 anni...purtroppo affetta da entrambi le patologie fin dai primi anni della mia vita!...Mi rendo conto che andando avanti con gli anni queste 2 patologie stanno peggiorando....Mi sembra di capire che il farmaco non è disponibile in Italia....ma neanche in via sperimentale?


Baptiste • Animatore della community
il 05/06/18

Ciao @Giuliamargherita‍ e grazie del tuo contributo. Non è ancora disponibile in Italia. 

Buona giornata. 

Ti piacerà anche

Asma e BPCO, a maggio le consulenze gratuite

Asma
BPCO

Asma e BPCO, a maggio le consulenze gratuite

Leggi l’articolo
Coronavirus e asma: l'esperienza di un paziente

Asma

Coronavirus e asma: l'esperienza di un paziente

Vedi la testimonianza
Vedi la testimonianza

Discussioni più commentate

Schede malattie