Spasticità: sapere tutto

La spasticità muscolare è caratterizzata da un aumento incontrollato del tono dei muscoli.

/static/themes-v3/default/images/default/info/maladie/intro.jpg?1516194360

Spasticità muscolare: sapere tutto

Cos’è la spasticità?

Anche a riposo, i nostri muscoli non sono mai completamente rilassati. Una tensione muscolare minima e permanente rimane (si chiama il tono muscolare). Questa tensione permette in particolare di lottare contro la gravità e di mantenere il corpo in una posizione fissa a riposo.  

Nel caso della spasticità ed altri casi de lesioni del sistema nervoso, si osserva un aumento del tono muscolare.

Concretamente, la spasticità si manifesta con una contrazione involontaria di un membro quando proviamo a muoverlo. A livello del braccio, questo può tradursi in un pugno chiuso, flessione del gomito o l’immobilizzazione del braccio contro il torace. A livello della gamba, si osserverà una rigidità nel ginocchio, un piede “in punta” e dita dei piedi rannicchiati.

I diversi tipi di spasticità

Esistono due tipi di spasticità:

- Statica: la tonicità muscolare elevata è indipendente dall’attività muscolare e della posizione

- Dinamica: una rigidità dei muscoli appare soltanto in alcune situazioni

Le cause della spasticità

In generale, la spasticità è secondaria alle patologie seguenti:

- Accidente cerebrovascolare (Ictus)

- Trauma cranico

- Sclerosi multipla

Però, tutte le patologie che compromettono l’integrità del cervello o del midollo spinale possono provocare una spasticità. Possiamo citare tutti i tumori del cervello o ancora le infezioni gravi del midollo spinale.

I trattamenti della spasticità muscolare

Non è sempre necessario di trattare la spasticità perché può essere benefica, soprattutto per compensare una carenza o una debolezza muscolare.

Soltanto la spasticità funzionale scomoda che partecipa al peggioramento della disabilità deve essere presa in consegna.

Nei casi che richiedono un trattamento, si tratta di associare dei trattamenti con farmaci con un’assistenza più globale.

L’assistenza

L’assistenza non medicamentosa può comportare:

- Fisioterapia

- Ergoterapia

- Apparecchiatura

- Auto-rieducazione

I farmaci

Diversi tipi di farmaci possono essere usati:

- La tossina botulinica di tipo 1 che viene usata come prima scelta

- Degli antispastici: Lioresal® (Baclofene), Sirdalud® (Tizanidine), Dantrium® (Dantrolene)

- Delle benzodiazepine: Rivotril® (Clonazepam), Valium® (Diazepam), Myolastan® (Tetrazepam)

- Dei cannabinoidi (Sativex®) : è autorizzato in Europa ma soltanto commercializzato nel Regno Unito. Negli Stati Uniti, non è stato ancora approvato dalla FDA (Federal Drugs Administration).

- Il Baclofene può anche essere somministrato in modo intratecale. È un trattamento a lungo termine con diffusione continua intra-spinale tramite una pompa impiantata.

- Alcol e fenolo: sono usati da soli o in aggiunta ad un altro trattamento locale.

Nel caso dell’inefficienza dei trattamenti, un approccio chirurgico può essere considerato.

 

 

 

Fonti: ANSM, Vidal

Ultimo aggiornamento: 19/10/17

avatar Team editoriale di Carenity

Autore: Team editoriale di Carenity, Team editoriale

Il team editoriale di Carenity è composto da redattori esperti e specialisti del settore sanitario, il cui obiettivo è quello di offrire informazioni imparziali e di qualità. I nostri contenuti... >> Per saperne di più

La community Spasticità

Ripartizione dei 241 membri su Carenity

Età media dei nostri pazienti

Spasticità sul forum

Vedi il forum Spasticità

News Spasticità

Vedi più news