La vostra reazione dopo la diagnosi della celiachia

/static/themes-v3/default/images/default/home/bg-generic.jpg?1516194360

Pazienti Malattia celiaca

35 risposte

511 visualizzazioni

Tema della discussione


Pubblicato il

Quando avete scoperto di essere celiaci? come avete reagito? dove avete cercato informazioni?

come sappiamo, chi soffre di celiachia non è in grado di digerire prodotti contenenti glutine come ad esempio farinacei derivati dal grano. Se non diagnosticata, questa malattia porta alla malnutrizione e alla disidratazione causate da diarrea grave. Altri sintomi della malattia sono il gonfiore addominale e i dolori durante la digestione.

Inizio della discussione - 26/03/15

La vostra reazione dopo la diagnosi della celiachia
2


Pubblicato il

Io l'ho scoperto all'età di 9 anni quindi, essendo piccola, non ho fatto ricerche, mi son attenuta a fare la dieta. Ora che ho 26 anni e uso internet, ho fatto varie ricerche sulle implicazioni non solo fisiche ma anche psicologiche della malattia. Secondo me a livello psicologico, vista la mia esperienza, la celiachia può influire sull'ansia, sullo stress, sul nervosismo, sulla debolezza mentale infatti a volte non riesco a concentrarmi nello studio e mi sento stanca senza motivo. Altre volte mi sento nervosa o giù di morale velocemente, cambio umore spesso e ciò che provo lo sento amplificato, ovvero, se mi sento felice mi sento STRAfelice e penso di poter fare tutto nel mondo, mentre quando mi sento triste sento una profonda tristezza e cado nello sconforto! A voi è mai successa una cosa simile?

La vostra reazione dopo la diagnosi della celiachia
1


Pubblicato il

Ho scoperto di essere celiaco a 34 anni, in pratica sono 10 mesi,  a me si è presentata con la classica diarrea, perdita di peso (10kg) e dei dolori addominali e dietro la schiena da impazzire, da non dormire la notte, sono stato davvero male, e per di più anche una stitichezza anormale, da quando seguo la dieta senza glutine per grazia di Dio onnipotente  mi sono ripreso e sto molto meglio, per quanto riguarda l'addome, colon, e d schiena o solo peggiorato con ansia, e extrasistole che ancora oggi sono in cura, ed io credo fermamente che sia stato provocato dagli ultimi mesi che hanno proceduto la celiachia.

La vostra reazione dopo la diagnosi della celiachia
1


Pubblicato il

Ciao a tutti! :) io ho scoperto di essere celiaca a 9 anni.. ero una bambina minuta e con poca fame, sempre battaglie per farmi mangiare. Una settimana in particolare ho iniziato ad avere nausea e vomito ad ogni pasto, accompagnato da crampi addominali.. Mi diagnosticarono la malattia dopo esami del sangue, gastroscopia e ricovero al Niguarda a Milano. In un anno, incominciando a mangiare bene sono cresciuta di 10 cm e di 10 kg !

Adesso ho 22 anni e sto bene :)

Ciao ragass

La vostra reazione dopo la diagnosi della celiachia

Pubblicato il

Ciao io sono michela ho scoperto di essere celiaca all età  di 13 anni...mangiavo ma non assimilavo avevo sempre il ferro basso e andavo spesso a diarrea...dopo tanti controlli finalmente hanno capito cos era questo problema..ora ho 28 anni è  sto bene e ci vivo ormai dopo 15 anni... 

La vostra reazione dopo la diagnosi della celiachia

Pubblicato il

Ciao... Io ho 39 anni... e ho scoperto di essere celiaca solo 3 anni fa... dopo anni di ricerche... Perché io sono la "celiaca anomala". Cioè: mi sono ingrassata tanto nei ultimi 10 anni... una pancia sempre enormeee... gonfia anche dopo un bicchiere d'acqua... stitichezza... sbalzi d'umore... stanchezza cronica... crampi muscolari... dolore addominale... tant'è vero che, dopo 2 gastroendoscopie mi hanno diagnosticato solo gastrite.. Ma nessuno ci credeva che potessi essere celiaca...

Per fortuna ho incontratto un bravo medico che mi ha fatto fare la ricerca su DNA... e dopo la gastroendoscopia con biopsia all'intestino... E dal risultato e le foto dei vili intestinali... eccola qui! Strana la mia celiachia... ma c'è...

Adesso, anche se ho comunque gonfiori addominali e non riesco a dimagrire (nel frattempo ho avuto anche una gravidanza), il mio UMORE è migliorato tantissimo... E anche la stanchezza e la stitichezza sono ... normali...

La vostra reazione dopo la diagnosi della celiachia
3


Pubblicato il

Buongiorno, ho scoperto la celiachia da un anno e mezzo circa. nel 2006 mi hanno diagnosticato anche l'ipotiroidismo, quindi a quota due malattie autoimmuni e con tanti sintomi di allergie precedentemente note ho cominciato a pensare che oltre alla terapia alimentare che esclude il fatidico glutine, mi devo impegnare sulle mie reazioni immunitarie e a potenziare il sistema immunitario. In tal senso uso particolari accorgimenti e prodotti naturali per rinforzarlo soprattutto in determinati momenti. I sintomi sono stati: dolore articolare soprattutto schiena e gambe (la notte non riuscivo a dormire), irritabilità, aumento ponderale,anemia, diarrea, tono dell'umore instabile, ipotonia, valori ematici ALTERATI: transglutaminasi, ferritina, emoglobina, prolattina ( ma non so quanto sia correlato alla patologia) eosinofili. Ho una curiosità rispetto alla celiachia, chiedo anche a voi, ognuno con le sue esperienze:

quest'anno, differentemente da quando non ero "celiaca" ho preso tutti i raffreddori e le influenze in circolo, addirittura lavorando in una scuola elementare mi sono accollata pure i pidocchi e non riuscivo a debellarli... come se da me fossero particolarmente attratti....ma il sintomo più duro da considerare per me è l'aumento di peso con tutte le conseguenze (spossatezza, mal di schiena e rischio ernie).

la domanda è: quando la diagnosi è tardiva, è presente una fase di disintossicazione? qualcuno di voi ha vissuto queste mie condizioni come un primo momento di depurazione prima di tornare in forma o è una condizione permanente? qualcuno è ingrassato anzichè dimagrire (so chenon è detto che s dimagrisca ma vorrei capire se chi è ingrassato condivide una patologia tiroidea o altra disfunzione... esempio diabete o disfunzione ipofisaria...)?

La vostra reazione dopo la diagnosi della celiachia

Pubblicato il

Ciao!

Io ho scoperto di essere celiaca quando avevo 10 anni ed ora ne ho 23. Quando l'ho saputo, ero piccola e non mi sono fatta molte domande. Durante l'adolescenza, invece, ho fatto molta fatica a "digerire" (eheh) la patologia, specialmente perchè 10 anni fa c'erano pochi locali e pochi prodotti. Ora la situazione è nettamente migliorata. Il problema che volevo condividere con voi è lo stesso di StregadiSalem. Capita anche a me. Ossia: quando mi sento felice, sono STRAMEGAfelice, quando invece sono malinconica per vari motivi sono STRAMEGAmalinconica, STRAMEGAarrabbiata, STRAMEGAnervosa, ecc. Tutto amplificato! Mi sono sempre chiesta se la celiachia possa o meno influire così profondamente dal punto di vista psicologico ed emotivo di un celiaco. Non so... 

Voi cosa ne dite? 

Laura 

La vostra reazione dopo la diagnosi della celiachia

Pubblicato il

Buon pomeriggio ho scoperto la celiachia dopo la diagnosi di mio figlio a soli 3 anni nel 2013...non è stato facile accettarla e metabolizzare le conseguenze di questa malattia...Ho iniziato a cercare informazioni ovunque potessi e mi sono iscritta a diversi gruppi sulla celiachia.Ho un secondo figlio predisposto geneticamente al quale ogni anno effettuo i prelievi per tenere sotto controllo gli anticorpi...La celiachia su di me ha influito psicologicamente,inizialmente mi sono sentita la causa dei mali di mio figlio...poi ho iniziato a capire che si può convivere con essa e il mio ruolo è trasmettere serenità e fiducia a mio figlio..nonchè una gran dose di responsabilità!Le difficoltà ci sono e ci saranno,ma con l'aiuto del buonsenso le sapremo affrontare. Mi piace essere tenermi aggiornata e leggere tutto quello che può aiutarmi migliorare il mio rapporto con questa malattia,che fortunatamente "si cura a tavola" ahahahah Mi auguro di potermi confrontare con altre mamme che hanno vissuto e superato prima di me le mille disavventure con i propri figli...Grazie a presto...

La vostra reazione dopo la diagnosi della celiachia
1


Pubblicato il

Ciao NancyB,

io sono celiaca e ho 23 anni ma l'ho scoperto quando ne avevo 10. Sono passati  13 anni e credimi che le condizioni sono migliorate considerevolmente: la gente conosce la patologia, i medici ancor di più, ci sono tantissimi prodotti, stanno aprendo sempre più ristoranti. La celiaci, se curata, è solo un po' noiosa. Bisogna stare attenti a tutto ma se intorno a te ci sono persone con un minimo di sensibilità (come è capitato anche a me, per fortuna) sapranno aiutarti

Mia mamma quando ha scoperto la celiachia sia a me che a mia sorella ha vissuto la stessa cosa che stai vivendo tu adesso. Non posso esserti d'aiuto nel fornirti un'altra opinione di mamma ma posso darti la mia, quella di figlia: sicuramente uno dei miei genitori mi ha trasmesso la celiachia ma non gliene faccio una colpa. Con serenità e responsabilità mi hanno insegnato a gestire tutto! E con profonda fiducia nella ricerca scientifica spero che si possano trovare delle cure per renderci la vita più "comoda". Ma per adesso va tutto bene così: mangio glutenfree e non è un problema!

A presto 

Laura