La vostra reazione dopo la diagnosi della celiachia

/static/themes-v3/default/images/default/home/bg-generic.jpg?1516194360

Pazienti Malattia celiaca

La vostra reazione dopo la diagnosi della celiachia


Pubblicato il
Buon consigliere

Il delirio arriva quando ti senti dire: "per una volta cosa vuoi che ti faccia?" oppure nelle occasioni in cui si mangia fuori. Ancora troppa ignoranza sulla celiachia.

La vostra reazione dopo la diagnosi della celiachia


Pubblicato il

ciao a tutti, volevo un vostro parere, 

come vi comportate ai supermercati quando alla cassa vedete che il nastro trasportatore è pieno zeppo di polvere di farina ???? :-/

La vostra reazione dopo la diagnosi della celiachia


Pubblicato il

Ciao a tutti! Io ho scoperto di essere celiaca a 12 anni: non crescevo, ero sempre sottopeso e non mangiavo quasi nulla. Se l'ho scoperto devo ringraziare mia madre che, vedendo un volantino sulla celiachia in farmacia, ha convinto la mia pediatra di allora a farmi fare le analisi del sangue che sono risultate positive. Appena iniziata la dieta gluten free ho cominciato a crescere e a prendere peso. Ora ho quasi 20 e sto bene e, per quanto riguarda l'alimentazione fuori casa, la situazione è sempre in continuo miglioramento. Non ho avuto e non ho particolari problemi legati a questa mia condizione, anche perché ho sempre incontrato persone disponibili che facevano di tutto per venire incontro alle mie esigenze. Diciamo che nel primo periodo mi ha aiutato molto l'AIC e il mitico Prontuario ;) 

@autluc: io non mi metto molti problemi, anche perché i prodotti che compro sono confezionati quindi non vengono contaminati :)

La vostra reazione dopo la diagnosi della celiachia


Pubblicato il

Autluc...senza farti troppi problemi,prendi un fazzolettino o meglio una salvietta e pulisci alla meno peggio il nastro trasportatore della cassa! Se con garbo spieghi il problema vedrai che saranno tutti comprensivi e ti assicuro che farai un favore alla cassiera..a fine serata avrà meno da fare!!! Oppure prima di poggiare la tua merce sul nastro,metti sotto un foglio di giornale,o riponi tutto in un cartone così da isolare la spesa gluten free dal resto delle cose...credo che ci siano diversi modi per ovviare al problema "nastro trasportatore"sporco! Facci sapere...buona giornata.

La vostra reazione dopo la diagnosi della celiachia


Pubblicato il

ciao

io ho scoperto di essere celiaca a febbraio di quest'anno...a 33 anni...l'unico sintomo evidente sono (tutt'ora purtroppo) delle macchie sulla lingua  oltre ad altri sintomi che non avrei mai pensato potessero essere legati a quello! Ho fatto fare esami a tutta la famiglia...l'unica sono io...  non sono rimasta particolarmente sconvolta quando l'ho scoperto, sono vegetariana quindi sono già abituata a privarmi di alimenti che mi piacciono ma che scelgo di non mangiare volontariamente...solo il fatto di non poter mangiare la torta alle feste di compleanno mi turba (sono troppo golosa )

Su suggerimento della gastroenterologa mi sono iscritta all'associazione italiana celiachia e da lì ho scoperto un po' di cose e mi sono stati inviati dei prontuari per l'alimentazione.

Purtroppo ho ancora tanti dubbi, più che altro perché, dopo 5 mesi di dieta senza glutine, la mia lingua non è migliorata quasi per nulla 

ad esempio sul prontuario c'è scritto che i fagioli vanno sempre bene se confezionati solo con acqua e sale (i classici nei barattoli)...però ho notato che alcune marche scrivono sul prodotto "Senza glutine" e altre no...siamo sicuri che non possano essere state contaminate quelle che non scrivono nulla????

La vostra reazione dopo la diagnosi della celiachia


Pubblicato il

Ciao a tutti. io ho 18 anni e sono celiaca praticamente da 10 anni..Sebbene ormai sia abituata da molto tempo, credo la celiachia influisca ancora sul mio umore, sul mio equilibrio psichico. Infatti credo che dei dolori gastro-intestinali dovuti ad uno sgarro della dieta si possano sopportare...per me è più straziante sorbirmi la compassione delle persone che non fanno altro che compatirti e nel mentre si mangiano delle bontà glutinose davanti ai tuoi occhi. A volte vorrei solo non sentirmi diversa..:)

La vostra reazione dopo la diagnosi della celiachia


Pubblicato il

Ciao Ele996...immagino che a volte sia dura e anche la comprensione altrui faccia più male che bene...ma la vita non è solo cibo! La condizione del celiaco richiede una sola ed unica attenzione...l'alimentazione per il resto puoi svolgere attività,giochi,sport come tutti gli altri...Cerca di superare questo momento di malessere e magari cimentati tu stessa in cucina per sperimentare nuovi piatti che magari un giorno potrai offrire ai "quelli che oggi ti compatiscono" e che resteranno stupiti da te! Io ho un figlio ancora piccolo ma sto cercando di insegnargli con molta serenità, che deve accettare i sacrifici e spesso molte cose non potrà assaggiarle. In bocca al lupo. Nunzia

La vostra reazione dopo la diagnosi della celiachia


Pubblicato il

ciao a tutti

per caso mi sapete dire se l'acquisto di prodotti senza glutine con la tessera sanitaria vale in qualsiasi regione per favore? Cioè io che vivo in Lombardia posso acquistare i prodotti con la carta regionale nelle Marche?

Grazie.

Michela

La vostra reazione dopo la diagnosi della celiachia


Pubblicato il

Ciao Lunapati81 non credo che tutte le regioni abbiano ancora adottato il metodo di pagamento tramite tessera sanitaria..quindi credo per adesso potrai spendere il buono solo nella tua regione...tuttavia ti consiglio di contattare l'Aic lombarda e chiedere maggiori (e più sicure) informazioni a loro!Buone cose,a presto.

La vostra reazione dopo la diagnosi della celiachia


Pubblicato il

Ciao Lunapati81, potresti spiegarmi per favore come funziona l acquisto dei prodotti senza glutine tramite la tessera sanitaria? Ho 24 anni e sono celiaca da quando avevo 3 mesi, quasi da sempre quindi... Ma qui in Sicilia l acquisto dei prodotti avviene solamente tramite pratiche mutuabili che ti permettono di spendere più o meno 90 euro al mese in qualsiasi farmacia oppure comprando di tasca tua al supermercato! 

ele996 mi trovo nella tua stessa situazione da sempre!!! Non tollero più quella gente che a volte ti guarda con pietà solo perché nn puoi mangiare un dolce...dico io non siete ancora a conoscenza che in giro esistono le intolleranze alimentari? E con cattiveria forse dico che L unica strategia è quella di prenderli x ignoranti!!! Magari la finiranno...