La vostra reazione dopo la diagnosi della celiachia

/static/themes-v3/default/images/default/home/bg-generic.jpg?1516194360

Pazienti Malattia celiaca

La vostra reazione dopo la diagnosi della celiachia

Pubblicato il

Ciao anch'io abito in sicilia e non si compra tramite tessera sanitaria ma tramite buono di 99 euro , e a differenza della regione Emilia Romagna dove i buono era suddiviso in 4 buoni da 24 euro circa e quindi potevi spenderli dove volevi, qui in Sicilia devi spenderlo solo esclusivamente in un negozio o farmacia.

La vostra reazione dopo la diagnosi della celiachia

Pubblicato il

Ciao a tutti io ho 34 anni e son 34 anni che so di essere celiaco, l'ho scoperto o meglio un pediatra ha avuto un intuizione visti i miei innumerevoli ricoveri che avevo 6 mesi.Vivo in trentino e qui non esistono nè buoni nè si acquista tramite tessera sanitaria ma l'asl ti accredita ogni 3 mesi i soldi per acquistare i prodotti direttamente sul conto, devi solo tenere gli scontrini.

La vostra reazione dopo la diagnosi della celiachia

Pubblicato il

ciao Maria

per quanto riguarda il pagamento tramite carta regionale dei servizi funziona praticamente come una carta di credito prepagata, ossia ogni mese ti caricano i 99 euro e hai un codice pin...ogni volta che fai la spesa (dove è possibile pagare con la carta regionale ovviamente) passi la carta dove di solito metti il bancomat e digiti il tuo pin e man mano il credito viene scalato. Io lo trovo comodissimo!!! Non so come sia la situazione nelle varie regioni, calcola che ho scoperto di essere celiaca a febbraio quindi sono ancora poco informata 

La vostra reazione dopo la diagnosi della celiachia

Pubblicato il

In Sardegna abbiamo un  budget (sui 100 euro, dipende dal sesso) che possiamo spendere esclusivamente in farmacia.

La vostra reazione dopo la diagnosi della celiachia

Pubblicato il

Ciao, ho scoperto di essere celiaco da 6 anni, non è stato facile accettare la nuova condizione, dopo avere effettuato un corso in Puglia e ampliate le conoscenze, ora è tutto più semplice!

La vostra reazione dopo la diagnosi della celiachia
1


Pubblicato il

Ciao sergioc71 anche io sono pugliese e come te ho subito uno choc dopo la diagnosi di celiachia di mio figlio a soli 3 anni!!! Nessuno in famiglia conosceva questa malattia,da allora sono cambiate molte cose...innanzitutto abbiamo scoperto di essere predisposti geneticamente io,mio marito e il mio secondo figlio...poi ho iniziato ad aggiornarmi e a seguire gruppi in cui si parla e ci si confronta sui temi inerenti questa condizione alimentare... So bene che le difficoltà (sopratutto fuori casa) non mancheranno,ma sto cercando di imparare a gestirle nel migliore dei modi. A presto e buone cose!

La vostra reazione dopo la diagnosi della celiachia

Pubblicato il

Ciao a tutti!

Io ho scoperto di essere celiaca da meno di un anno: purtroppo è ancora tantissima la disinformazione anche a livello medico, nonostante i sintomi riconducessero tutti a questa malattia, nessun dottore si è sentito di indirizzarmi una volta per tutte a fare delle analisi specifiche. Per tutti era quasi improbabile che scoprissi di essere celiaca a quasi 20 anni, senza aver mostrato nessun sintomo negli anni precedenti. Da quando mi è stata diagnosticata, però, i miei problemi a livello alimentare sono stati approssimativamente nulli: non volevo sentir parlare di pasta già prima della diagnosi, perché mi appesantiva tantissimo (un possibile campanello d'allarme?); per quanto riguarda il pane non ne percepisco la differenza. L'unico alimento che mi è stato difficile abbandonare ed a cui mi devo, con molta calma, abituare è la pizza. Da noi in Campania è sacra, un po' come il caffè, è una scusa per vedersi con gli amici dopo tanto tempo.. Ed io davvero dovrei mangiare quella cosa che non si avvicina per niente ad una vera pizza?! 

La vostra reazione dopo la diagnosi della celiachia
1


Pubblicato il

Ciao ho 18 anni e ho scoperto di essere celiaco da circa 5/6 mesi, premetto che era da circa un anno che stavo male, appeno l'ho scoperto non sono stato molto scosso, invece ero "contento" che era celiachia che un'altra cosa. Il mio medico ha detto che questa è l'unica "malattia" genetica che non prevede l'uso di medicinali. Anche se io l'ho presa bene la notizia ho scoperto miei coetanei che sono rimasti molto traumatizzati dalla scoperta di questo problema, l'unico consiglio che posso dare ad una persona che scopre di essere celiaco oggi, sopratutto se è adulta, di non ricercare il sapore degli alimenti contenenti farinacei, è cibo nuovo con farina diversa e quindi è normale che il sapore sia diverso.

P.S. un fattore che mi ha fatto scoprire di essere celiaco è stato il rifiuto di cibi come pizza, pasta e pane, mentre ricercavo molto prodotti a base di riso.

La vostra reazione dopo la diagnosi della celiachia
1


Pubblicato il

Per claidiadago

io ho 27 anni e l'ho scoperto da due, ero dimagrita 10 kili prima della diagnosi, appena dopo essermi stata diagnosticata la celiachia ho messo 20 kili in 9 mesi. E ora faccio una faticaccia a perderli, è un pò anomalo, ma la dottoressa della farmacia dice che le farine senza glutine sono molto più caloriche, e anche i prodotti confezionati e mi ha suggerito di mangiarne il meno possibile. Non so se sia del tutto vero, intanto dimagrisco solo se mangio il meno possibile pasta, dolci e merendine varie. 

La vostra reazione dopo la diagnosi della celiachia

Pubblicato il

Ciao Marinas88, oltre a non mangiare cibi ad alto indice glicemico, effettuare una regolare attivita' fisica aiuta a dimagrire.