Depressione e percorso di vita

https://www.carenity.it/static/themes-v3/default/images/it/header/depressione.jpg

Pazienti Depressione

2 risposte

48 visualizzazioni

Tema della discussione



Pubblicato il

Salve, vorrei parlare con lei della mia grandissima malattia che mi porto dietro da 11 anni... ne avrei di cose da raccontare!

Vorrei raccontarle tutto ciò che di brutto ho trascorso nella mia vita... inizio:

all'età di 12 ho acquisito un disturbo alla mente..... ogni rumore che sentivo dovevo ripeterlo a voce alta facendo lo stesso suono del rumore che sentivo un attimo prima... ogni notte non riuscivo a dormire perchè dovevo ripetere questi rumori ma solo appena li sentivo iniziava il lungo calvario... tutto ciò continuò fino a crescere sempre di più questo bisogno di fare tutto quello che le ho appena descritto... io non volevo farlo ma dovevo farlo per forza altrimenti mi sentivo scoppiare ma mi sentivo così anche se emettevo quei suoni e non avevo via d'uscita... questo è uno dei tantissimi problemmi che mi ha danneggiato veramente tanto... mi diagnosticarono ''disturbo di personalità'' e ''disturbo ossessivo compulsivo'' ma non capirono bene la causa di queste mie ripetizioni... vorrei raccontarle tante altre cose che mi fanno vivere malissimo ma vorrei prima sapere da lei cosa ne pensa di ciò che le ho detto..

Inizio della discussione - 20/02/17

Depressione e percorso di vita

• Animatore della community
Pubblicato il

Ciao a tutti, qualcuno ha esperienze da condividere con @gina94 ? Grazie in anticipo e buona giornata wink.png

A presto, Baptiste.

Depressione e percorso di vita


Pubblicato il

Siamo diventati amici qui su carenity e ci siamo anche sentiti attraverso messaggi con gina94, comunque volevo condividere con tutti una mia esperienza su un disturbo provocato dalla depressione. Tutti sapete che le droghe hanno il grande effetto di estraniarci dalla realtà e darci sensazioni di benessere immediato. Bene io negli anni, ho affrontato tante esperienze negative è da piccolo non riuscendo più a gestirle ho trovato il modo di allontanarle creando una mia dimensione attraverso una droga che non serve uscire di casa per comprarla, non è vietato il suo utilizzo, e la puoi trovare ovunque, in un computer, in un cd, nello smartphone. Come forse avete capito sto parlando della musica. Io quando ascolto alcuni pezzi creo proprio dei sogni ad occhi aperti che gestisco interamente io. Dunque immagino di avere la ragazza mia avuta, la vita che desidero tutto semplicemente schiacciando il tasto play. E quando metto questa musica, faccio dei movimenti come accennare a sedermi sul divano o come dei piccoli inchini su me stesso, insomma la musica accompagnato da questi movimenti strani. Sono andato più volte in terapia e mi hanno detto che io pratico questa danza perché non voglio percepire il dolore e lo allontano con le mie fantasie. Ancora comunque non ho trovato la soluzione a questo problema e ci sono dei momenti della giornata dove io semplicemente, faccio questa cosa ormai chi vive con me ha fatto l'abitudine,ma quando mi trovo fuori casa o a casa di amici , non sento il bisogno di farlo, e poi la condizione essenziale per fare la mia danza, è che io sia completamente solo. Se so qualcuno vicino che può vedermi allora distolgo la mia mente dal farlo.    Grazie per l'attenzione.

Discussioni più commentate